POESIAPOESIAPOESIAPOESIAPOESIA

 

Or  iG i  N i     PAROLA & POESIA  

PAGINA   1  -  2   -  3   -  4

 

 

 

 

21 MARZO

GIORNATA MONDIALE

DELLA POESIA - UNESCO

www.unesco.it/cni

www.unesco.org/new/en/unesco

 

 

 'Poiesis'  
 PATROCINIO UNESCO - Festival

della Diversità culturale  dal 2010

www.facebook.com/festivalpoiesis

 

 

 

E- POETRY CENTER
http://epc.buffalo.edu

 

 

 

poesia twitter

concorso 140  caratteri

www.facebook.com/Nottissima

 

 

 

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA POESIA DI STRADA

facebook.com/Festival-Internazionale-della-Poesia-di-Strada

 

 

 

FESTIVAL LETTERATURA ITALIANA LONDRA
Festival of Italian Literature in London

https://fill.org.uk

 

 

PAROLENOTE - RADIO
Djset di poesia
www.parolenote.com

 

 

100 Thousand Poets for Change

call to action  dal 2011

facebook.com/100ThousandPoetsForChange

 

 

INTERNAZIONALE POESIA LETTERATURA

JACK KEROUAC

facebook.com/premiointmoranopoesia

 

 

FESTIVAL LA PUNTA DELLA LINGUA

www.lapuntadellalingua.it

 

 

EUROPA IN VERSI
http://europainversi.org

 

 

 

 

ALTRI EVENTI

 

 

 

LETTURE

UTILITA

CONCORSI

poesia italiana

http://clubpoeti.it

www.club.it/concorsi/bandi/clubpoeti

www.casadellapoesia.org

www.poetryinternationalweb.net

www.poetryarchive.org/poetryarchive

www.facebook.com/concorsi.letterari

www.lacasadellapoesia.com

www.concorsiletterari.it  

http://ipoetisonovivi.com

www.facebook.com/EuropaEdizioni

www.poesia.it

http://ilconvivio.org

www.poetryinternationalweb.net

www.fortunatiepremiati.it

www.tapirulan.it

www.clubletterario.it

www.paroleinfuga.it

www.poetipoesia.com

www.facebook.com/premiointmoranopoesia

 

 

 

STENDIVERSOMIO - MA REA

 

 

POESTATE

FESTIVAL INTERNAZIONALE

LETTERARIO DAL 1997 -  lugano

www.poestate.ch

 

 

CONCORSI PER ESORDIENTI

Club degli autori
www.club.it/autori/indice-i.html

www.concorsiletterari.it/club-degli-autori

www.clubautori.it/club-home

facebook.com/Club-degli-autori

 

 

PREMIO LAURENTUM

concorso di poesia via sms
www.premiolaurentum.eu

 

 

parco poesia

nuovi talenti

www.parcopoesia.it

facebook.com/ParcoPoesia

 

 

corsi lettura-scrittura 

ritiri poetici - editing
www.laboratoripoesia.it

 

 

POESIE DAL MONDO

 

 

Sanguineti

Sms e chat non distruggono la poesia
il linguaggio evolve tenendo conto anche delle nuove tecnologie, ma forse non in modo così dirompente come potrebbe apparire.
"È naturale, una scrittura che intenda rispecchiare nelle modalità quelli che sono i processi del tempo, anche in maniera ironica e polemica, deve essere ricettiva; non dimentichiamoci però che quando si inventò il telegramma Marinetti disse che sarebbe morta la sintassi e tale sventura non si è verificata. Il telegramma è un prodotto utile com'è utile oggi il telefonino, ma non per questo finiremo tutti a scrivere soltanto con il linguaggio degli sms".    

Edoardo Sanguineti  -    Il gatto lupesco   -    Poesie 1982-2001    -   larepubblica.it - a.begnini

 

 

nanni balestrini - RIFLESSIONI SULLA SCRITTURA ELETTRONICA
intervista
pensa che la letteratura possa recuperare una funzione nella costruzione dell'immaginario collettivo, una funzione sociale e comunicativa?

Io penso che la letteratura di genere sia sempre esistita; basti pensare all'infioritura enorme che ha avuto nell'Ottocento ed anche oggi. Credo che ci sia ancora una parte della letteratura interessante come lo era nell'Ottocento, quella letteratura di scrittori che si appropriano di questi generi facendoli diventare qualcos'altro. In questo senso abbiamo degli esempi soprattutto nella narrativa americana, dove tutto quello che è cinema, televisione, fumetto, viene ripreso e rimanipolato e dà dei risultati letterari molto interessanti. Io non penso che ci sia più questa separazione, perché quando si pensa alla letteratura, si pensa alla pagina del libro; però, se con letteratura intendiamo una creazione ottenuta attraverso la parola, oggi letteratura o poesia si trovano, in minima parte, sulle pagine di un libro; nella televisione c'è più parola che immagine, nel cinema c'è ugualmente parola e immagine. Tutti questi nuovi media sono, in fondo, basati sulla parola piuttosto che sull'immagine. Io penso che l'aspetto determinante in loro sia la parola a cui si accompagna l'immagine, a cui si accompagna il suono, a cui si accompagna la musica. La forza trainante proviene ancora dalla parola e, se vogliamo, non chiamiamola letteratura. La letteratura è solo quella che troviamo nelle pagine dei libri. Tuttavia, a me interessa più l'idea di un discorso sull'arte della parola, come abbiamo visto anche prima in questi esempi d
i poesia visiva e sonora uscita dal libro; allo stesso modo io penso che stia uscendo e si stia manifestando anche sugli scherni televisivi e sugli schermi del computer.
mediamente.rai.it

Imparare a scrivere per il Web
Scrivere per il web significa sapere innanzitutto che i nostri testi saranno letti dallo schermo di un PC e pertanto è obbligatorio, per il web writer, affinare le sue capacità di sintesi, sviluppando testi gradevoli fin dalle prime righe (meglio se dall'headline) e tenendo a mente che il testo web è un testo fine a se stesso, non preceduto o seguito da altri componimenti e pertanto deve trasmettere una forte autonomia, oltre che originalità.
Alla base del successo dei testi e dei siti web ci sono anche motivazioni strettamente tecniche; veri e propri "tricks" che è fondamentale sapere per rendere i propri lavori più facilmente cliccabili dalla marea di utenti che navigano ogni giorno in rete.

Giuseppe Piacente - infocity.go.it

Internet le trasformazioni dello spazio mediatico e dell’ informazione
I mezzi di comunicazione esercitano degli effetti sul contenuto della comunicazione. Così, come hanno mostrato gli antropologi, la scrittura ha modificato il modo di pensare: la comunicazione orale è un flusso continuo legato alle situazioni (si parla sempre qui e ora) mentre la scrittura permette di rendere autonomo il messaggio, di studiare il linguaggio in se stesso e per se stesso, di porre dei sillogismi, di conservare l’ informazione, ecc.

Patrick Champagne - lsdi.it

 

*

MA REA - masiero andrea  -  25.11.1979 padova -  NUOVA POESIA ERRANTE/itinerante


Trascino le cascine
nei miei sogni
e le coloro
con i pastelli dell’infanzia.
Un bambino
un po’ cresciutello
per sciupare la vita
senza viaggiare.
Un adulto
un po’ stravagante
per lasciare le rime
al solo giocare.

.

Ouverture
Osserva impalato
il platano a fianco
una foglia fluttuante
a tempo ternario.
Un gelido annuncio
soffia il congedo.
Un vento sussurra
l’arrivo del gelo.

.

cerco il colore
della delusione
tra le setole
del tuo pennello
vorrei semplicemente
eliminarlo
dalla tua tavolozza

.

sotto sotto
sarebbe insensato
sostare
qui.
non esiste parcheggio
ma solo rallentamenti
chiamati
'presente' .

da versi carrai - fb/MaRea - 9.11.2018


La vita
è il sogno di una morte
Come la parola
è il sogno di un silenzio

.

fratelli e sorelle

giusto
e sbagliato
sveglio
e imbranato

l’Oriente
e l’Occidente
il vincente
e il perdente

con
o senza
arrivo
e partenza

il dolore
e l’amore
il freddo
e il calore

la fonte
e la foce
il silenzio
e la voce

la salute
e il malanno
la fiducia
e l’inganno

la pratica
e la teoria
il volgare
e la poesia

l’inizio
e la fine.
Esiste il confine?
9 luglio 2014

.

UN PO DADAISTA UN PO CONCETTUALE - DALLA STRADA A LUOGHI CHIUSI - STUDENTE LAVORATORE  di origine padovane  -  VIVE Da molti  ANNI A FERRARA E SI FIRMA  MA  REA.  I componimenti dell'autore  luoghi simbolici della cultura a Ferrara  -  collabora come discussant-confuter con amazzone intermediazioni editoriali  .

' Ma Rea non è solo semplice poesia. È piuttosto una marea di interessi che si ricongiungono ' .

.

Ma Rea sperimenta con le sue iniziative tutte le espressioni artistiche che lo possano contaminare. Installazioni, street art, arte concettuale e land art sono solo alcune delle sue ultime sperimentazioni.
Una campagna al mese per una poesia palese -  un ciclo di iniziative in cui il filo logico conduttore è la sorpresa.

..      È una poesia errante  - erra un po’ ovunque senza fermarsi alla street art. Anche altre città hanno con me legami affettivi e infatti in  queste ho portato le mie poesie. Usare lo spazio urbano di Ferrara è un modo per sentirmi più ferrarese .
..    
Rompere la cornice come si dice in sociologia, è ciò che voglio fare con queste campagne mensili, decontestualizzando e creando sorpresa. Non mi interessa la poesia ferma nei libri, di quella si è ormai assuefatti. Con le mie azioni voglio proporre un’opera di svecchiamento della poesia. In questi casi, infatti, è la poesia che va a trovare direttamente le persone, nei giardini, nei giornali, lungo i viali, ed  anche in bagno .
. MaRea
anjia rossi/estense.com  

..     il mio obiettivo è portare la poesia nei posti più impensabili, per farle ritrovare la sua aura e offrire a tutti l’opportunità di godere dell’energia che porta con sé: sono azioni culturali ma anche terapeutiche.

lastampa.it   -   amazzoneautori.altervista.org

www.facebook.com/pages/Lo-stendiversomio

https://youtu.be/cYEoyn-fu78  - radio intervista 2018

https://youtu.be/sk1FPMwc9lk  -  https://youtu.be/WnopcIJ_kuo   -  poesie di un poeta sparso - promo 2018

.

nel giorno della sua laurea ha rivelato la sua identità
tesi in Scienze e tecnologie della comunicazione, dall'evocativo titolo Via dalla street art: Poesia di strada.
«Nella tesi, sperimentale, ho catalogato i poeti di strada esistenti e ho analizzato il rapporto tra street art e poesia di strada; un capitolo è su di me, parlo di questi due generi di poesia e di come si relazionano. Con la tesi emerge l'autore, si capisce molto di me e del mio percorso. L'evento cui ho dato vita oggi si chiama Dottor Masiero Mister Ma Rea, perché le due identità si uniscono»...
«Questo è stato un doppio evento incrociato, che ha visto l'unione tra teoria e poesia».

lanuovaferrara.gelocal.it

Quando il mio tempo
incontrerà il suo luogo
sboccerà un nuovo suono

 

La poesia per me trascende il concetto classico di categorie.

Un po' come l'arte è una forma espressiva interdisciplinare e si percepisce da una serie di elementi combinati. Voglio mettere in discussione i confini della poesia e dell'arte mescolando i due mondi, sovrapponendoli, rimestandoli, forzandoli e facendo così rimescolare le carte.   Questo deve portare a riflettere su quello che continuamente cataloghiamo per orientarci.   Voglio anche un po' disorientare sotto questo punto di vista.   In più con il mio modus operandi cerco di nobilitare l'artigianato perché nei miei lavori c'è un forte approccio di questo tipo.   Basta pensare alla preparazione che ci sta dietro.

una poesia scritta sul muro puo essere cancellata e qndi dispersa ... che ne è delle poesie 'murali' ?
Infatti è importante documentare le azioni in strada per mantenere traccia. Se c'è anche una sola foto la poesia vive per sempre. Cancellarla da un muro diventa così come bruciare un libro. Si elimina solo la materialità dell'opera, esattamente come l'arte concettuale. Un concetto non puoi eliminarlo. Una volta librato esiste finché la memoria di qualcuno lo mantiene vivo.
conversaz. con MaRea

.

a quali poeti si ispira?
Al primo Ungaretti ma anche a Ripellino, Gatto e Raboni, Montale e Pessoa, allo spirito fanciullino di Pascoli e Rodari, alla sregolatezza di Sanguineti, all'originalità dell'americana Lucille Clifton e allo stile di Diego de Silva.
francesco gallina - busillisblog.blogspot.it

.

.

come concili il tuo impiego come autista di bus e la poesia di strada?
Capriole. Una dietro l’altra. Praticamente piroette. Sfrutto ogni occasione per produrre e agire. Non è facile, per niente. Vorrei fare molto di più, viste le numerose idee in cantiere. Non importa, ogni nuovo tassello poetico messo in circolazione è sempre un successo. Mi dico sempre ‘’anche questa l’ho fatta’’. Un altro pezzo della mia vita è diventato Poesia errante. Il successo sta nella capacità di buttare fuori un’altra parte di sé in modo creativo. Il resto è successo aggiuntivo, auspicato ma conseguente, casomai.

da dove nasce il tuo nome?
Ma Rea nasce dalla mia identità anagrafica. Ma Rea contiene la mia storia ma si innalza in un mondo nuovo. Dico spesso che sono le ali di MAsiero AndREA. In effetti, l’effetto è un po’ questo. Un volo verso la poesia. E la marea rappresenta bene l’eterogeneità culturale in cui mi muovo, le mie azioni e anche la personalità.

clara amodeo - anotherscratchinthewall.com

www.errantemarea.com

https://youtu.be/9CARQ1QTIZk - rai2

*

MULTA

i suoi versi poetici attaccati a pali della luce, panchine ed alberi, non sono piaciuti a torino dove è stato multato   'per atti contro la 0sicurezza e il decoro della città'.    Centoventi euro a verbale.
- Quest’estate espatrio - vado ad appendere versi in Francia, per la prima volta in due lingue.
repubblica.it

 

 

POESIA DI STRADA - MATHIAS POETA

*

 

Cybercultura
In letteratura, ad accorgersene in maniera sistematica e consapevole è stata la fantascienza. Questa consapevolezza ha preso il nome di cyberpunk – un nome che ha finito con lo stare per tutto e per nulla: scuola di autori, slogan dell’industria culturale, genere letterario, sottoinsieme della science fiction o della narrativa postmoderna, punto d’arrivo della letteratura americana, fenomeno sociopolitico.
Il termine cyborg

composto da cybernetic e organism, indica un essere derivato dalla fusione di parti di corpo umano con parti meccaniche ed elettroniche. Se la parola cibernetica, cybernetics (dal greco kybernètiké, arte del pilota) viene coniata nel 1947 dallo scienziato americano Norbert Wiener per indicare la scienza che si prefigge di studiare l’interazione fra umani e macchine, e di realizzare macchine capaci di riprodurre le funzioni del cervello umano, la parola cyborg viene coniata nel 1960 da due medici, Manfred Clynes e Nathan Kline, nell’ambito di studi finalizzati all’astronautica e alla sopravvivenza nell’ambiente extraterrestre. Essi ritenevano che un'intima relazione tra essere umano e macchina fosse la chiave per varcare la nuova frontiera dell'esplorazione spaziale in un prossimo futuro.
Laura Zaru - cultumedia.it

 

 

e_book   -   Arriva il libro elettronico - inizio di una nuova Era    
Divoratori di libri, amanti della letteratura, fans di scrittori e poeti, eterni ROMANTIci affezionati a quel mattoncino di pagine chiamato di libro, c’è una novità in arrivo per voi che sconvolgerà la vostra passione...il libro elettronico. Uno schermo dalle dimensioni di libro, che peserà meno di tre etti e può contenere i testi di 200 opere, più altre centinaia custodite in una piccola memory card rimovibile.

f.maggiore - 90011.it

 

Usa - rivoluzione editoriale
piccolo segno della vittoria del libro digitale. il fatturato degli
ebook supera quello dei libri a copertina rigida hardcover .
  quadrimestre 2012 - 282,3 milioni di dollari contro 229,6.
il fatturato rimane al di sotto di quello dei volumi cartacei che include anche i paperback - ristampe. Il settore dove è più forte la resistenza al digitale sarebbe quello dei libri per bambini anche se cresciuto del 233 per cento contro il 67 per cento del libro tradizionale.

alessandro gnocchi - ilgiornale.it

 

valentino zeichen - poesia veloce come internet

la poesia ha ancora una funzione nella nostra epoca?
Sempre di più. L’incedere del futuro aumenta il passato e diminuisce il tempo disponibile. In una vita non riusciamo a leggere milioni di libri, dobbiamo operare una selezione estrema. La poesia, al contrario del ROMANZo e del saggio, si adatta ai ritmi del computer e di Internet. Che non uso, ma seguo con attenzione.
marco ferrazzoli - almanacco.rm.cnr.it

 

 Multiculturalità e rete

Nella fase di stabilità e radicamento che il fenomeno dell’immigrazione sta vivendo attualmente in Italia, una maturazione dei mezzi di comunicazione di massa e delle politiche editoriali sembra dovuta .... l’offerta digitale italiana in tema di integrazione culturale e multilinguismo sembra colmare le lacune quanti-qualitative di televisione, radio e stampa a riguardo. ....

didaweb.net

 

 

audiolibri - librivivi - roberto malini
Gli audiolibri "LibriVivi" hanno ricevuto apprezzamenti anche negli Stati Uniti da parte degli esperti della UCLA l'Università di Los Angeles ... si basano su un sofisticato sound design ... un vero e proprio caso letterario che continua a scalare la classifica italiana dei "Top 10 Audiobooks" di poesia/teatro .      L'opera "Haiku, vivere la poesia" del poeta italiano Roberto Malini è infatti al quarto posto assoluto, ma primo fra i poeti moderni, sopravanzato solo dai monologhi di Shakespeare, dai Canti di Giacomo Leopardi e ancora da un'antologia di Canti leopardiani.

LA SUA POESIA E APPREZZATA DA INTELLETTUALI E DIFENSORI DI TUTTO IL MONDO. E STATO PIU VOLTE OGGETTO DI  CENSURA E MISURE PERSECUTORIE IN ITALIA COME DA RAPPORTO NAZIONI UNITE PER I DIRITTI UMANI.
dazebaonews.it  -  everyonegroup.com  -   imgpress.it 

www.facebook.com/roberto.malini  -  http://en.librivivi.com/audiobooks/narrativa-italiana

 

 

 

Vocalità, scrittura e nuove tecnologie - ELEKTRONPOIESIS

IL PRE-TESTO COME PROGETTO POETICO
Le odierne tecnologie consentono di evidenziare i suoni impercettibili del corpo, di amplificare il flatus più recondito, di generare nuovi universi vocali attraverso l’utilizzazione di softwares sempre più complessi, che realizzano il totale sconvolgimento dei diagrammi acustici iniziali. Si è passati, quindi, dall’ingenua onomatopea marinettiana ad una hypervox digitalizzata, che apre al linguaggio ampi orizzonti acustici, lontanissimi da qualsiasi arcaico effetto mimetico. Si può parlare, allora, di vera e propria maschera  elettrofonica, dietro la quale il suono viene articolato come uno degli aspetti fondamentali del linguaggio.
Giovanni Fontana - lellovoce.altervista.org

Giovanni Fontana, poeta visivo, sonoro e performer che si definisce poliartista mescola brani dattiloscritti e immagini prese dai mass media, proponendo la sua poesia pre-testuale.

ilgiornale.it

 

 


Nella battaglia dell’e-writing Einaudi lancia i Quanti
La rete è oggi un luogo di formazione

Dodici anni fa Claudio Magris e Mario Vargas Llosa scrissero due saggi speculari. Lo scrittore peruviano si chiedeva «
È pensabile il mondo moderno senza il romanzo  -   quello italiano  «È pensabile il romanzo senza il mondo moderno?».
All’Einaudi hanno deciso che in quella parola, mondo, vibra la rete, e provano a riproporre le due domande chiave in un testo elettronico, non un e-book ma una forma di e-writing, come dice il direttore editoriale Ernesto Franco: non «libri» ma «scritture». Col titolo Mondo e romanzo i due saggi escono così nei «Quanti», la nuova collana esclusivamente on line, otto titoli da domani a 1,99 euro - disponibili su tutte le piattaforme - che alludono ai «quanti» della fisica, e cioè alle quantità indivisibili di una certa grandezza, che per semplificare spesso vengono chiamate particelle. ...

mario baudino . lastampa.it

 

 

Internet e mouse - scrittura nella Rete  -  VIDEO POESIA
Oggi con la "video – poesia", la Net Art e con i mille supporti della tecnologia digitale, si potrebbe affermare che la poesia visiva italiana degli anni Sessanta - Lamberto Pignotti, Eugenio Miccini   - Firenze 1925-2007 -  Ugo Carrega, Emilio Isgrò, Luciano Ori, Luca Maria Patella, Nanni Balestrini, Sarenco tra i nomi più noti del gruppo dei creativi della Firenze del 1963) abbia acquisito nuova “dignità.  

comunicati.net  

 

How the internet is kickstarting a teen poetry revolution

rivoluzione dei poeti adolescenti on line
giovani che non vogliono rivelarsi e/o far leggere le loro poesie ai familiari per timore di giudizi negativi si creano un account e le pubblicano in siti tipo Wattpad.com   e/o   Movellas.com   che hanno migliaia di iscritti.
questo è dovuto anche alla grande difficoltà di pubblicare un libro.

alison flood - guardian.co.uk

 

 

Dial-A-Poem

John Giorno

poeta newyorkese, classe 1936, fin dai primi anni Sessanta piomba sulla scena artistica come personaggio trasversale. Se nel 1965 compone la sua prima opera poetica, The American Book of the Dead, in gran parte confluita nel libro Poems by John Giorno 1967), già nel1963 era stato la superstar dormiente di Sleep, il film d’esordio di Andy Warhol. Non solo poeta e performer, Giorno è stato ed è autore di video e installazioni, nonché fautore di eventi culturali, insomma un grande catalizzatore di energie creative; basti ricordare che nel1969 ha realizzato “Dial-A-Poem”, originale sistema di comunicazione telefonica che consentiva alla gente comune di dialogare al telefono con artisti della Beat Generation, e che nel1972 ha fondato il “Giorno Poetry System”, una macchina di poesia e musica che ha finora prodotto oltre una quarantina di dischi e video.
Scomparse le icone della Beat Generation Kerouac, Ginsberg, Corso, Burroughs a impedire che diventassero fantasmi buoni solo a essere consumati da scrittori e sociologi ci ha pensato John Giorno, il più giovane affiliato del gruppo.

IV Festival Internazionale della Letteratura Resistente

antonello ricci  - atlantidemagazine.it

 

 

 

POLIPOESIA

Solamente lo sviluppo delle nuove tecnologie segnerà il progredire della poesia sonora : i media elettronici e il computer sono e saranno i veri protagonisti.
L’oggetto lingua deve essere sempre più indagato nei suoi minimi e massimi segmenti : la parola, elemento base della sperimentazione sonora, assume i connotati di multiparola, penetrata al suo interno e ricucita al suo esterno. La parola deve poter liberare le sue polivalenti sonorità.
L’elaborazione del suono non ammette limiti, deve essere spinta fin oltrre la soglia del puro rumorismo, un rumorismo signifcante : l’ambiguità sonora sia linguistica che orale ha senso se sfrutta a pieno l’apparato strumentale della bocca.
Il recupero della sensibilità del tempo (il minuto,il secondo), al di fuori dei canoni dell’armonia o della disarmonia, perchè solo il montaggio è il giusto parametro di sintesi ed equilibrio.
La lingua è ritmo, i valori tonali sono reali vettori di significato: prima l’atto di razionalità, poi l’atto d’emotività.
La Polipoesia è concepita e realizzata per lo spettacolo dal vivo, si affida alla poesia sonora come prima donna o punto di partenza per allacciare rapporti con: la musicalità (accompagnamento o linea ritmica), la mimica, il gesto e la danza (interpretazione o ampliamento o integrazione del tema sonoro), l’immagine (televisiva o per diapositiva, o dipinto o installazione,come associazione,spiegazione, ridondanza o alternativa), la luce, lo spazio, i costumi e gli oggetti.

enzo minarelli - 3vitre.it/saggi/imanif.htm

 

 

web-addicted? web-aholic - web-dipendenti?
Il Premio Grinzane Cavour, "la Repubblica. it", in collaborazione con il CSI-Piemonte (Consorzio per il Sistema Informativo), la SMAT (Società Metropolitana Acque Torino SpA) e Società Interporto Torino, annunciano il corcorso "Webmania", riservato ai giovani .... da quest'anno si aggiunge "Blogmania". Una giuria specializzata e una online sceglierà racconti e blog.

repubblica.it

 

 

 

PAGINA   1  -  2   -  3   -  4  tanta poesia dalle origini ad oggi

 

 

 

POESIA SENZA FRONTIERE

ORIGINI 

MODERNA

AMERICANA

AFRICANA 

FIAMMINGA_OLANDESE

GRECA_MODERNA

INDIANA

INUIT

HAIKU

SENZA FRONTIERE  &   FEMMINILE

FUTURISMO

GRAMMELOT

GRIOT

SLAM_FLUXUS_VISIVA_CONCRETA_&_ALTRO

GRAFFITI STREET ART - DA NOF4 A BANKSY & OLTRE

NOBEL  -  STORIA NEWS EVENTI LETTERARI & ALTRO

 

 

 

      home

 

 

PRIVACY