gregory nunzio corso

GREGORIO NUNZIO CORSO

 

allen ginsberg

 

ribellati contro i governi e contro dio

resta irresponsabile
allen ginsberg - http://allenginsberg.org

https://allenginsberg.org/2018/07/w-july-4  -  america

Non siamo fatti di sudicia pelle
non siamo la squallida e polverosa locomotiva immobile
siamo tutti splendidi girasoli dorati
dentro di noi, nasciamo dal nostro seme benedetto
e come petali d'oro, cresciamo e sfioriamo come girasoli al tramonto
sotto lo sguardo vigile dei nostri stessi occhi
all'ombra della folle locomotiva
come in un paesaggio di sogno,
al calar della sera, sotto un cielo di latta

.

 

A word on the Politicians: my poetry is Angelical Ravings, and has nothing to do with dull materialistic vagaries about who should shoot who. The secrets of individual imagination – which are transconceptual and non-verbal – I mean Unconditional Spirit – are not for sale to this consciousness, are no use to this world, except perhaps to make it shut its trap and listen to the Spheres. Who denies the music of the spheres denies poetry, denies man, and spits on Blake, Shelley, Christ and Buddha. Meanwhile have a ball. The universe is a new flower. America will be discovered. Who wants a war against roses will have it. Fate tells big lies, and the gay Creator dances on his own body in Eternity.
allen ginsberg -  independence day 1959
fb/ag - 22.10.2018

 

 

La Beat Generation compie 50 anni

california  6-7 ottobre 2005
mezzo secolo di Howl  'Urlo' il poema di Allen Ginsberg 1926-1997 considerato l'atto di fondazione dell'avanguardia letteraria che ebbe la sua culla a San Francisco e annoverò tra le sue fila Jack Kerouac e William Burroughs.
'Howl' divenne un libro di culto per un'intera generazione di giovani - pietra miliare della storia della Beat Generation … Nel 1956 la casa editrice di Lawrence Ferlinghetti  pubblicò 'Howl and Other Poems', che fu bollato per oscenità a causa della sua esplicita presa di posizione a favore dell'omosessualità. Nessun processo e nessuna denuncia poterono però impedire al poema di diventare uno dei testi più celebri della letteratura contemporanea.
''I saw the best minds of my generation destroyed by madness''

''Ho visto le migliori menti della mia generazione rovinate dalla follia''.
6 e venerdì 7 ottobre San Francisco 'Six Gallery' - luogo in cui mezzo secolo fa Ginsberg lesse il suo poema; da novembre fino alla prossima primavera 2006, poi, sono previste altre iniziative. A far da padrone di casa dell'evento sarà il poeta Lawrence Ferlinghetti, ultimo cantore della Beat Generation, l'editore della 'City Light'.

adnkronos

30 POINTS LIST - BELIEFS AND TECHNIQUES FOR MODERN PROSE AND LIFE    .PDF

LETTER TO ALLEN GINSBERG  by  JACK KEROUAC

 

 

san francisco anniversario  2007
Era la città della beat generation in California che riuscì ad incarnare i sogni e le aspirazioni dei figli dei fiori. A 40 anni dalla Summer of Love del 1967, San Francisco celebra l’anniversario di quella incredibile stagione.

lastampa.it

 

 

ginsberg
Camminava un pò curvo, trascinando i piedi, attento a tutto quello che lo circondava, dai particolari più piccoli di tutte le cose ai particolari piu piccoli di tutte le persone . aveva gia quella che resta una delle sue capacità più personali, la precisione nell’individuare i fatti e i pensieri e la precisione nel descriverli.
fernanda pivano - kerouac e il rinascimento interrotto - pag 88

 

 

 

 

 

Il peso del mondo è amore.

Sotto il fardello della solitudine, sotto il fardello della insoddisfazione, il peso, il peso che trasportiamo

è amore.
jukebox all’idrogeno

 

 

 

corso & ginsberg - 1957 - 1989

Young men should be explorers
Home is where one starts from
LF - autobiography 1958

 

 

 

dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati 

dove andiamo ? 

non lo so ma dobbiamo andare

jk  on the road

 

beat è il viaggio dantesco il beat è Cristo il beat è Ivan il beat è qualunque uomo qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato        

g. corso

 

Howl di Ginsberg nel 1956 condannato per oscenità

Ferlinghetti che lo pubblicò finì in prigione

URLO DIVENTA FILM 2010

rainews24.it

  www.poets.org/poet.php/prmPID/367

  www.cosmicbaseball.com/jkchrono.html 

unilibro.it

 

 

Howl
il poema di Allen Ginsberg che fu letto per la prima volta nel 1955 nella Six Gallery di San Francisco, divenne famoso anche per il successivo processo per oscenità che provocò. Ora, dopo cinquant'anni, sembra che sia cambiato davvero poco. Una radio di New York avrebbe dovuto trasmettere il poema simbolo della Beat Generation nel giorno dell'anniversario della nascita dell'opera, ma ha preferito auto-censurarsi...
Lawrence Ferlinghetti che aveva pubblicato l'opera cinquant'anni fa ha dichiarato: «Siamo nella stessa situazione di allora, la stessa repressione degli anni Cinquanta»
ilmessaggeror.it -

ritrovata  la prima registrazione della celeberrima poesia ''Howl'' Urlo  

letta dal suo autore Allen Ginsberg  nel febbraio  1956 al Reed College di Portland nell'Oregon
adnkronos

HOWL CONTROCULTURA AMERICANA DEL 1957

HOWL DIVENTA FILM A CURA DI VAN SANT
Howl di Allen Ginsberg è uno dei sedici film selezionati nella sezione U.S. Dramatic Competition per l'anteprima mondiale al Sundance 2010 ....  la pellicola è a colori quando racconta il sequestro di Howl e il processo per oscenità a cui fu sottoposto l'editore – che ne uscì vincitore - il poeta beat Lawrence Ferlinghetti - e in bianco e nero quando si concentra sulla sua poesia con la presenza di segmenti animati.
Vengono rappresentati tra gli altri anche Neal Cassady e Jack Kerouac

margherita palazzo - sentieriselvaggi.it - 2010

http://it.wikipedia.org/wiki/Urlo_(poesia)

 

URLO
Ho visto le migliori menti della mia generazione
distrutte dalla pazzia affamate, isteriche, nude
trascinarsi per strade di negri all'alba in cerca di droga rabbiosa
hipster testadangelo bramare l'antico spaccia paradisiaco
che connette alla dinamo stellare nel meccanismo della notte,
Ho visto le migliori menti della mia generazione che mangiavano fuoco
in hotel ridipinti o bevevano trementina in Paradise Alley,
morte, o si purgatoriavano il torace notte dopo notte con sogni,
con droghe, con incubi a occhi aperti, alcol e cazzo e balle-sballi senza fine,
Ho visto le migliori menti della mia generazione
che vagavan su e giù a mezzanotte per depositi ferroviari
chidendosi dove andare, e andavano, senza lasciare cuori spezzati,
Ho visto le migliori menti della mia generazione
che trombavano in limousine col cinese di Oklahoma
su impulso invernale mezzonotturno illampionata pioggia di provincia,
Ho visto le migliori menti della mia generazione
che ciondolavano affamate e sole per Houston cercando jazz
o sesso o zuppa, e seguivan quel brillante spagnolo
per conversar d'America e d'Eternità,
tempo sprecato, e poi via per nave in Africa
...

claudiomalune.it/index.ginsberg-allen&Itemid=86

www.youtube.com/embed/R51X3qzmkFY    

http://youtu.be/MVGoY9gom50 - part I

http://youtu.be/PJDV9z8XvEo - part II

http://youtu.be/FihYsCy9x8A  - part III

http://youtu.be/sWxRhVUp0EI

youtube.com/watch?v=MVGoY9gom50&feature=share&list=PL3D0DED3115461042

http://youtu.be/MVGoY9gom50  - http://youtu.be/PJDV9z8XvEo  - allen ginsberg reading howl

https://youtu.be/Orar-V3y5Sk  - AG reading america

https://youtu.be/4FQRIr5MhUs  -   fernanda pivano e lorenzo jovanotti  leggono urlo

 

 

solo lo scienziato è vero poeta
ci dà la luna - ci promette le stelle - ci farà un nuovo universo se sarà il caso
ag

 

The weight of the world
is love .
Under the burden
of solitude
under the burden
of dissatisfaction
the weight
the weight we carry
is love

...
ag -  from 'song' howl and other poems -  1956

 

lawrence ferlinghetti

said he didn’t consider himself a Beat poet.   He was quoted as saying, “You know he [Ginsberg] used to say, 'First thought, best thought?'    I'd say, 'First thought, worse thought.'   

We went about writing entirely differently. But he was my friend.

.

tutto ciò che volevo fare era dipingere luce sui muri della vita

.

 

the cat
licks its paw and
lies down in
the bookshelf nook
She
can lie in a
sphinx position
without moving for so
many hours
and then turn her head
to me and
rise and stretch
and turn
her back to me and
lick her paw again as if
no real time had passed
It hasn’t
and she is the sphinx with
all the time in the world
in the desert of her time
The cat
knows where flies die
sees ghosts in motes of air
and shadows in sunbeams
She hears
the music of the spheres and
the hum in the wires of houses
and the hum of the universe
in interstellar spaces
but
prefers domestic places
and the hum of the heater

newcitylights.com    utenti.dsc.unibo.it

www.poetryfoundation.org/bio/lawrence-ferlinghetti

 

 

POPULIST MANIFESTO FOR POETS - WITH LOVE

da ginsberg a kerouac

 

I'm happy Kerouac your madman Allen's finally made it. discovered a new young cat and my immagination of an eternal boy walks on the streets of San Francisco handsome and meets me in cafeterias and loves me. Ah don't think I'm sickening. You're angry at me. For all of my lovers? It's hard to eat **** without having vision when they have eyes for me it's like Heaven

San Francisco 1955
Sono felice Kerouac  il tuo pazzo Allen finalmente ce l'ha fatta.  ha scoperto un ragazzino nuovo e la mia immaginazione di un ragazzo eterno passeggia per le strade di San Francisco bellissimo e mi incontra nelle cafeterie e mi ama. Ah non credere che sia malato. Sei arrabbiato con me. Per via di tutti i miei amanti? E' difficile mangiare m.... senza avere visioni quando hanno occhi per me é come il Paradiso.
allen ginsberg    mantra del re di maggio 

 

 

ginsberg e kerouac a NYC 1959

http://youtu.be/WiwYsYNh3ao

 

Ginsberg -  Keroauc  - corso

interview corso ginsberg 1961 www.hibblenradio.com/AllenGinsberg.html

www.poets.org/poet.php/prmPID/8 

beatpatrol.wordpress.com//corso-ginsberg-burroughs

Amram -  Ginsberg -  Keroauc     1959

2009 - HOWL DIVENTA FILM A CURA DI VAN SANT

 Gregory Corso - back to camera -  Larry Rivers

Jack Kerouac  -   David Amram  -  Allen Ginsberg

jerryjazzmusician.com

  la poesia è come un vaso di rose  -  non la si deve spiegare 

greatest poems
Questo libro, la più recente e aggiornata antologia di un autore che è una vera e propria icona mondiale della poesia dal secondo Novecento a oggi, conferma intatta la sua formidabile vitalità intellettuale, la sua piena apertura di fronte al mondo, e insieme la capacità davvero unica di cogliere e valorizzare poeticamente gli elementi più disparati del reale e offrirceli sulla pagina. Come scrive Leopoldo Carra, «la poesia di Lawrence Ferlinghetti conquista il lettore grazie a molte seduzioni, una delle quali risiede nell’apparente semplicità di certi versi, nella loro disponibilità giocosa, nel loro contatto vivo e ininterrotto con i sentimenti della gente comune». Ma poi precisa, opportunamente, che «il miracolo di questa poesia è l’essere riuscita a pronunciare con la stessa scioltezza numerose allusioni a una complessa tradizione testuale, innanzitutto in lingua inglese». Ciò significa che il grande interprete della beat generation, il poeta che è anche editore – e tra l’altro di Urlo di Ginsberg -, ha innovato sulla consapevole base di un immenso patrimonio culturale, a partire dal quasi coetaneo Dylan Thomas, per comprendere Pound o Yeats, su su fino a Whitman, ma anche a tutta la grande poesia inglese dell’Ottocento. L’insieme è il variegatissimo messaggio (impegno civile, ambientalismo, descrizione del quotidiano, struggente meditazione sui genitori perduti) di un artista che concepisce il mondo, pur nella sofferenza che tutti coinvolge, come un «bellissimo posto / per nascere», un posto dove «il poeta come un acrobata / si arrampica sui versi».
mondadori - 2018

 

la libreria di  PROPRIETA' DI lawrence ferlinghetti

la casa editrice City Lights pubblicò i primi lavori letterari della beat generation tra cui Jack Kerouac e Allen Ginsberg.

I SUOI DIPINTI  ESPOSTI A ROMA - DAGLI ANNI 60 AD OGGI - 2010

...

artista del pennello nel solco di una tradizione tutta americana, che parte da un espressionismo lirico che per certi versi riecheggia l’opera di De Kooning, e finisce per approdare a una pittura personalissima dove non rifugge da sentimentalismi, nudi femminili e malie cromatiche   ( da ricordare che nel 1947 conseguì un master alla Columbia University con tesi sulla relazione tra i testi critici di John Ruskin e le tele di Wiliam Turner, pittore la cui «ossessione per la luce» eserciterà evidentemente su di lui, da lì a oggi, un fascino duraturo ).
roma.corriere.it - 2010

Lawren ce Ferlinghetti - Poesie e opere da Howl a Fluxus

saranno esposti, seguendo un originale continuum, alcune delle più significative poesie del grande artista ed altro materiale in grado di fotografare la vita di quella che può essere considerata una delle personalita’ artistiche piu’ influenti del ‘900.......inedita mostra antologica dedicata al poliedrico artista italo-americano, nato IL 24 MARZO 1919 a Yonkers, nello Stato di New York (figlio del clarense Carlo Ferlinghetti, che nel 1880 si trasferì negli Stati Uniti, per lavorarvi come battitore d’aste e della portoghese Clemence Mendes Monsanto)
L. Ferlinghetti ha compiuto i suoi studi universitari in Europa, alla Sorbona di Parigi, dove ha iniziato a comporre le poesie che gli sono valse tanto apprezzamento in tutto il mondo.
Fernanda Pivano non esita a definirlo "Il Prévert d’America" nella sua introduzione al libro “scene italiane edito da minimum fax.
La sua attività non si limita alla sola composizione poetica, ma spazia in svariati campi culturali in un’ottica multimediale: critico, giornalista, editore, ROMANZIere, performer e fotografo.

Ferlinghetti fu tra l’altro il fondatore della prima libreria e il primo editore di poesia per soli volumi tascabili, provocando non poche discussioni, visto che dovette subire un processo, che si concluse con la sua assoluzione, quando, nel ’57, pubblicò "Howl" di Allen Ginsberg, la poesia che data l’inizio del movimento beat.

.
Ferlinghetti è in esperienza Dada-Fluxus e può dirsi il massimo esponente della  poesia attiva concreta   &  FLUXUS

exibart.com


per il mondo culturale statunitense la beat generation conta ancora qualcosa?

Sì, molto, molte cose, il mondo oggi ha bisogno del messaggio Beat più che mai. Oggi la coscienza del popolo negli Stati Uniti soprattutto e anche in Europa è materialista, meccanica, tecnocratica, militarista, fascista.

rainews24.it - brescia -  mostra omaggio 2017-2018

.

L'Italia fa parte del mio dna, mio padre nacque a Brescia, era un battitore d'aste. Sono stato ispirato da molti autori italiani senza includere Dante. Il mondo moderno rifiuta la sua visione cosmologica, la gerarchia piramidale. Apprezzo molto Pasolini, la sua visione contro il capitalismo, di matrice marxista, è ancora attuale». Il poeta ha tenuto a precisare che si considera contro il comunismo sovietico, che è stato - ha detto - una distorsione del marxismo e critica, al tempo stesso, «il capitalismo consumista che distrugge la nostra società, portandola al disastro ecologico. Potrei definirmi un cultore o un turista delle rivoluzioni, prima ero fidelista, poi sandinista, ora sono Zapatista.

ferlinghetti a roma -  messaggero.it  - campidoglio 2008

.

IL LEGAME CON L’ITALIA
Le radici italiane di Lawrence Ferlinghetti emergono più volte nel corso della sua vita.
Nel 2009 è diventato socio onorario del movimento artistico letterario, movimento internazionale artistico letterario Immagine & Poesia fondato a Torino sotto la presidenza di Aeronwy Thomas.
Nel 2010 a Roma e a Reggio Calabria si è tenuta la mostra di dipinti di Ferlinghetti dal titolo “60 anni di pittura” volta a testimoniare il suo percorso creativo che riflette sui temi sociali e politici del ventesimo secolo e soprattutto sul ruolo dell'artista nel mondo attuale.
Nel 2011 ha collaborato alle celebrazioni del 150º anniversario dell'Unità Italiana con l'invio di due poesie che sono state la fonte d'ispirazione per numerosi artisti nella grande mostra Lawrence Ferlinghetti e i 150 anni dell'Unità d'Italia -Torino 2011 .

libreriamo.it - 2013

 

 

 

ferlinghetti 96 anni
è in pensione?
Non mi piace questa parola, scrivo ancora. Gli scrittori non vanno in pensione finché ce la fanno a tenere la penna in mano. Lavoro a qualcosa che somiglia a un romanzo, ma è piuttosto un torrente di pensieri.
usa il computer e altri aggeggi tecnologici?
Sempre meno. Scrivo a mano su dei quaderni e poi qualcuno li trascrive.
el pais / leading european newspaper alliance / lena / trad luis e. moriones
iker seisdedos - repubblica.it - 2016

.

LITTLE BOY
Lawrence Ferlinghetti ha 99 anni . 100 A MARZO 2019.
nel giorno del suo compleanno LA PUBBLICAZIONE DEL suo romanzo intitolato "Little Boy" che fonde elementi di autobiografia, critica letteraria, poesia e filosofia ...

fanpage.it - 2018

 

 

 

 

 

Tutto cambia e niente cambia
Finiscono secoli
e tutto continua
come nulla finisse
Come le nubi ancora s’arrestano a mezzovolo

come dirigibili presi tra venti contrari
E la febbre dell’efferata vita di città

ancora strozza le strade
Ma ancora io sento cantare
ancora le voci dei poeti
mischiate agli schiamazzi delle troie
nell’antica Manhattan
o nella Parigi di Baudelaire
echeggiare richiami d’uccelli
lungo i vicoli della storia
ora coi nomi cambiati
E ora siamo nel Novecento
e la Borsa è di nuovo crollata
E mio padre vagabonda qui vicino

con il fedora in testa
occhi sui marciapiedi
un’unica lira italiana
e un centesimo che raffigura

la testa di un indiano in tasca
Trafficanti di liquori e carri funebri

passano al rallentatore
Risuona la campana di ferro di una chiesa
frammista agli allarmi delle macchine

nell’anno duemila
Mentre abiti nuovi corrono al lavoro

in grattacieli oscillanti
mentre gli strilloni ancora strillano

annunciando l’ultima follia
E risate s’alzano
sul mare lontano

 

LF



Pietà per la nazione
i cui uomini sono pecore

E i cui pastori sono guide cattive
Pietà per la nazione i cui leader sono bugiardi
I cui saggi sono messi a tacere
E i cui fanatici infestano le onde radio
Pietà per la nazione che non alza la propria voce
Tranne che per lodare i conquistatori
e acclamare i violenti come eroi
E che aspira a governare il mondo
Con la forza e la tortura
Pietà per la nazione il cui fiato è denaro
E che dorme il sonno di quelli
con la pancia troppo piena
Pietà per la nazione Oh pietà per gli uomini
Che permettono che i propri diritti vengano erosi
e le proprie libertà spazzate via
Patria mia, lacrime di te
Dolce terra di libertà !

LF

 

 

casadellapoesia.org/poeti/ferlinghetti -  di fernanda pivano

www.gamonline.it/pdf/106.pdf - poesie
http://it.wikipedia.org/wiki/Lawrence_Ferlinghetti



poetry
the last lighthouse in rising seas

da poetry as insurgent art di LF

 

 

POPULIST MANIFESTO FOR POETS - WITH LOVE

Poeti, uscite dai vostri studi,
aprite le vostre finestre, aprite le vostre porte,
siete stati ritirati troppo a lungo
nei vostri mondi chiusi.
Scendete, scendete
Dalle vostre Russian Hills e dalle vostre Telegraph Hills,
Dalle vostre Beacon Hills e dalle vostre Chapel Hills,
dalle vostre Brooklyn Heights e dai Montparnasse,
giù dalle vostre basse colline e dalle montagne,
fuori dalle vostre tende e dai vostri palazzi.
Gli alberi stanno ancora cadendo
E non andremo più nei boschi.
Non è il momento ora di sedersi tra loro
quando l’uomo incendia la propria casa
per arrostire il maiale.
Non si canta più Hare Krishna
mentre Roma brucia.
San Francisco sta bruciando
La Mosca di Majakowskij sta bruciando
I combustibili fossili della vita.
La notte & il cavallo si avvicinano
Mangiando luce, calore & forza
E le nuvole hanno i calzoni.
Non è il momento ora di nascondersi per l’artista
sopra, oltre, dietro le scene,
indifferente, tagliandosi le unghie,
purificandosi fuori dall’esistenza.
Non è il momento ora per i nostri piccoli giochi letterari,
Non è il momento ora per le nostre paranoie & ipocondrie,
non è il momento ora per la paura & il disgusto,
è il momento solo per la luce e per l’amore.
Abbiamo visto le migliori menti della nostra generazione
Distrutte dalla noia ai reading di poesia.
La poesia non è una società segreta,
né un tempio.
Le parole & i canti segreti non servono più.
L’ora di emettere l’OM è passata,
viene l’ora di cantare un lamento funebre,
un momento per cantare un lamento funebre & per gioire
sulla fine in arrivo
della civiltà industriale
che è nociva per la terra & per l’Uomo.
Il momento ora di esporsi
nella completa posizione del loto
con gli occhi bene aperti,
il momento ora di aprire le nostre bocche
in un nuovo discorso aperto,
il momento ora di comunicare con tutti gli esseri coscienti,
tutti voi, “Poeti delle Città”
appesi nei musei, includendo me stesso,
tutti voi poeti del poeta che scrive la poesia
sulla poesia
tutti voi poeti di poesia da laboratorio
nel cuore- giungla d’America
tutti voi addomesticati Ezra Pound,
tutti voi poeti pazzi, sballati, malconci,
tutti voi poeti della Poesia Concreta pre-compressa,
tutti voi poeti cunnilingui,
tutti voi poeti da gabinetto a pagamento che vi lamentate con graffiti,
tutti voi ritmatori da metropolitana che non ritmate mai sulle betulle,
tutti voi padroni delle segherie haiku
nelle Siberie d’America,
tutti voi non realisti senza occhi,
tutti voi supersurrealisti autonascosti,
tutti voi visionari da camera da letto,
ed agitprop da gabinetto,
tutti voi poeti alla Groucho Marxista
e Compagni di ozio di classe
che restano inattivi tutto il giorno
e che parlano del lavoro di classe del proletariato,
tutti voi anarchici Cattolici della poesia,
tutti voi Neri Montanari della poesia,
tutti voi Bramini di Boston e bucolici di Bolinas,
tutti voi baby-sitters della poesia,
tutti voi fratelli zen della poesia,
tutti voi amanti suicidi della poesia,
tutti voi capelluti professori della poesia,
tutti voi critici di poesia
che bevete il sangue dei poeti,
tutti voi Poliziotti della Poesia-
Dove sono i figli di Whitman,
dov’è la grande voce che parla ad alta voce
con un senso di dolcezza & di sublimità,
dov’è la nuova grande visione,
la grande visione del mondo,
l’alta canzone profetica
dell’immensa terra
e tutto ciò che canta in essa
e il nostro rapporto con essa-
Poeti, scendete
Nelle strade del mondo ancora una volta
E aprite le menti & gli occhi
Con la vecchia delizia visuale,
schiarite la gola e parlate più forte,
la poesia è morta, lunga vita alla poesia
con occhi terribili e forza di bufalo.
Non aspettate la rivoluzione
o succederà senza di voi.
Smettete di mormorare e parlate ad alta voce
con una nuova poesia gridata
con una nuova comune-sensuale “comprensione-pubblica”
con altri livelli soggettivi
od altri livelli sovversivi,
un diapason nell’orecchio interno
per colpire sotto la superficie.
Del vostro dolce Io che ancora cantate
Ancora esprimete “la parola en-masse”-
Poesia il veicolo comune
per il trasporto pubblico
verso luoghi più alti
di altre ruote che possono portarla.
Poesia che ancora cade dai cieli
dentro le nostre strade ancora aperte.
Loro non hanno ancora innalzato barricate,
le strade animate ancora con visi,
uomini & donne attraenti camminano ancora qui,
dovunque ancora attraenti creature,
negli occhi di tutti il segreto di tutti
qui ancora sepolto,
i selvaggi figli di Whitman qui ancora dormono,
si svegliano e camminano nell'aria aperta.
manifesto populista - per i poeti con amore
http://youtu.be/Z565r9ZZOSg  -  ferlinghetti - 2013

http://youtu.be/rHphQ4qmnso  - LF reads see it was like this when

 

 

 

 

 

FERNANDA PIVANO

http://it.wikipedia.org/wiki/Fernanda_Pivano

 

Il Presidente  Ciampi  ha conferito  diplomi e medaglie d'oro a  27 benemeriti - scuola - cultura - arte.   tra questi FERNANDA PIVANO - 2004

fernanda pivano 2005 PROPOSTA senatrice a vita

 

 

I MIEI AMICI CANTAUTORI

“I cantautori sono la poesia delle strade, sono gli interpreti della fantasia della gente sono i cantori delle emozioni del quotidiano”
Da sempre vicino alle voci liriche e ribelli .. come Kerouak Ginsberg  Bukowski ... Bob Dylan   De Andrè ... Jim Morrison   Kurt Cobain ...  David Bowie Lou Reed

sanremonews.it

 

 

13 festival della poesia
autori noti e meno noti da tutto il mondo con laboratori Poetibus e europoesia
premio traduttore maestro sconosciuto a fernanda pivano per aver tradotto tra gli altri molti autori della beat generation

mentelocale.it    -   genova 2007

 

http://vimeo.com/21147301 - fernanda pivano e la beat generation
http://youtu.be/snr0InN_EuU  -  intervista  Jack Kerouac - milano 1966  -   https://youtu.be/C3B-xT6-Dj8

 

... Si faccia una vita interiore, di studio, di affetti, che non siano soltanto di    'arrivare'  ma di 'essere' 

e vedrà che la vita avrà un significato.
cesare pavese a fernanda pivano

.

1917 - 2009

Me la ricordo di corsa su Columbus Avenue. Come tutti noi e come il mondo che ci circondava, Fernanda si muoveva in fretta in quei giorni così lontani   -   lawrence ferlinghetti
flavio pompetti - messaggero.it - 2009

DAL 2010 EVENTI OMAGGIO ALLA GRANDE  TRADUTTRICE ED AMERICANISTA

 

 

PRIVACY