NOAM AVRAM CHOMSKY

 

 

         chomsky welcome         chomsky 1        chomsky 2       chomsky      

 

democracy
The dictionary definition has lots of different dimensions, but, roughly speaking, a society is democratic to the extent that people in it have meaningful opportunities to take part in the formation of public policy.
There are a lot of different ways in which that can be true, but insofar as it’s true, the society is democratic. A society can have the formal trappings of democracy and not be democratic at all.The Soviet Union, for example, had elections.
The US obviously has a formal democracy with primaries, elections, referenda, recalls, and so on. But what’s the content of this democracy in terms of popular participation?
Over long periods, the involvement of the public in planning or implementation of public policy has been quite marginal. This is a business-run society. The political parties have reflected business interests for a long time.
Secret Lies and Democracy - facebook.com/pages/Noam-Chomsky


the general population doesn't know what's happening
and it doesn't even know that it doesn't know

Cinque premi Nobel tra i quali Dario Fo ed altre personalita' del mondo culturale ...  Noam Chomsky  ...
hanno firmato una petizione internazionale

per una depenalizzazione universale dell'omosessualita

corriere.it
The United States is a very fundamentalist, religious country – one of the most extreme in the world
 ... And that’s been true since its origins
chomsky.info - 2016

LA GUERRA

porterà a una nuova generazione di terroristi

il terrorismo può essere sconfitto non praticandolo

 

 

bisogna ricreare una cultura democratica autentica in cui i cittadini abbiano voce in capitolo sui programmi  .

internazionale.it

La democrazia in Italia

è scomparsa quando è andato al governo Mario Monti designato dai burocrati seduti a Bruxelles, non dagli elettori .
libreidee.org - 2014

neoliberismo e plutocrazia - l'Italia alla deriva - destra e sinistra inseguono le stesse idee politiche
noam chomsky a firenze - 2014

 

 

PAPA BENEDETTO XVI
l'evangelizzazione del potere politico ha raggiunto livelli insopportabili. Senza contestazione si rischia di finire come noi americani.  
adnkronos

 

 

 

ANARCHIA E DEMOCRAZIA

La tecnologia rappresenta una delle principali risorse democratiche di Internet; ogni individuo in grado di dotarsi dell'apparecchiatura necessaria, può entrare in rete ed interagire in assoluta libertà. Ad evidenziarlo è lo studioso americano Noam Chomsky (80 anni), secondo cui il Web ha le potenzialità per fondere anarchia e democrazia, liberandole dai tipici effetti collaterali generati dalla loro natura intrusiva grazie al nuovo medium, che dà vita alla comunicazione da-molti-verso-molti , da distinguere da quella da-pochi-verso-molti tradizionale.
redazione.romaone.it

 

Se guardandoci onestamente allo specchio non ci piace quello che vediamo abbiamo tutte le opportunità di fare qualche cosa

blog beppe grillo in occasione dell'incontro con chomsky nel 2005
Grillo secondo Chomsky
Non è affatto insolito che comici, satirici o vignettisti godano di una libertà maggiore rispetto a quelli che ostentano serietà . Ciò è valido generalmente per i regimi totalitari come per le democrazie occidentali e suppongo che il fenomeno risalga alla tradizione dei giullari di Corte e di altri personaggi simili che popolano il teatro e la letteratura popolare. Ho avuto occasione di incontrare Grillo brevemente l'ultima volta che sono stato in Italia, e ne sono rimasto impressionato .

Barbara D'Amico - rivistaonline.com

 

barsamian  ...  lei è molto paziente con le persone, in particolare con le persone che fanno le domande più stupide. E’ un’abilità che ha coltivato?
Prima di tutto, di solito dentro fumo di rabbia

quindi ciò che si vede esteriormente non rappresenta necessariamente quello che c’è dentro. Ma per quanto riguarda le domande, l’unica cosa per cui mi innervosisco sempre sono gli intellettuali d’élite, trovo irritanti le stupidaggini che fanno. Non dovrei. Me le dovrei aspettare. Ma le trovo irritanti. D’altro canto, quelle che Lei descrive come domande stupide di solito mi danno l’impressione di domande perfettamente oneste. La gente non ha motivo di credere qualcos’altro rispetto a ciò che sta dicendo. Se si pensa da dove viene la persona che ci interroga, a quello a cui è stata soggetta, quella che fa è una domanda estremamente razionale ed intelligente. Può sembrare stupida da qualche altro punto di vista, ma non è affatto stupida nel quadro in cui viene sollevata. Di solito è abbastanza ragionevole. Quindi non c’è nulla per cui essere irritati.
comedonchisciotte.org

 

 

è doloroso vedere cosa succede sulla scena politica italiana
sinistracritica.org - adnkronos

politica Italiana  - Sorprendente e sbalorditiva.  Un vero e proprio caos persistente  !!

  internazionale.it   -   ferrara   -   2008

 

*

Dobbiamo temere più le parole che le bombe

perché è attraverso le parole che vengono giustificate le bombe

 

IL PRINCIPIO DELLA RANA BOLLITA

 

*

 

war on terror

I did mention the Magna Carta, which is 800 years old, but there is also something else which is about 70 years. It’s called the Nurnberg tribunal, which is part of foundation of modern international law. It defines aggression as the supreme international crime, differing from other war crimes, and it encompasses all of the evil it follows. The US and British invasion of Iraq was a textbook example of aggression, no questions about it. Which means that we were responsible for all the evil that follows like the bombings. Serious conflict arose, it spread all over the region. In fact the region is being torn to shreds by this conflict. That’s part of the evil that follows.
rt.com
-  2013

 

Il mondo non ricompensa l’onestà e l’indipendenza
bensì l’obbedienza e il servilismo

 

 

2018

OTTIMISMO - NC + C.J. Polychroniou

2017

COSI VA IL MONDO

REQUIEM FOR THE AMERICAN DREAM

tre lezioni sull'uomo

2016

L'AMERICA DI TRUMP

2015

what kind of creatures are we ?

GRAMMATICA TRASFORMAZIONALE

BECAUSE WE SAY SO

2014

MASTERS OF MANKIND

2013

I PADRONI DELL'UMANITA

gaza in crisis - on palestine

ON WESTERN TERRORISM

LA NATURA UMANA

media e POTERE

sistemi di potere

la fabbrica del consenso

2012

occupy

I NUOVI MANDARINI

SIAMO IL 99%

L'AMERICA E FINITA ?

making the future

2011

11 SETTEMBRE 10 ANNI DOPO

PER RAGIONI DI STATO

2010

HOPES AND PROSPECTS

AMERICA. NO WE CAN'T

ILLUSIONI NECESSARIE

CONOSCENZA E LIBERTA

ultima fermata GAZA

IL LINGUAGGIO E LA MENTE

2009

il governo del futuro

El terror como política exterior E. Unidos

2008

ANARCHISMO
ALLA CORTE DI RE ARTU. MITO KENNEDY
IL CONTROLLO DEI MASSMEDIA
REGOLE E RAPPRESENTAZIONI
GUAI AI VINTI

the essential chomsky+A.ARNOVE

2007

STATI FALLITI

Interventi
Perilous Power

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Noam_Chomsky#Bibliografia

www.chomsky.info/books.htm

2006
Chomsky on Anarchism
Anarchia e libertà. Scritti e interviste
La fabbrica del consenso
Sulla nostra pelle
America: il nuovo tiranno

Capire il potere
Washington Connection - cof. 2 tit.
Dopo il cataclisma.
Le illusioni del Medioriente

2005
Il Terrorismo Stati Uniti  Cuba
Imperial Ambitions
Democrazia e istruzione

Doctrines and Visions
Democrazie e impero
Government in the Future
Chomsky Quartet
Dark Star Safari
La democrazia del grande fratello

Language and Mind
La Fabbrica dell'ipocrisia
Rules and Representations
Government in the Future
Nuovi orizzonti del linguaggio
Democrazie e impero
Democrazia e istruzione
Global empire
Della natura umana
Washington connection e  fascismo

2004
New Horizons Language and Mind
Letters from Lexington
Il golpe silenzioso.
Hegemony or Survival?
Pirati e imperatori
At War with Asia
Presidente Bush
La debolezza del più forte.
Il bene comune
Language and Politics
+ 3ED.2014
Conoscenza e libertà
2003

Understanding Power
Toward a New Cold War
Come ci vendono il mondo
Problems of Knowledge and Freedom
For Reasons of State
Power and Terror

i nuovi mandarini

 

 

una multinazionale

è più vicina al totalitarismo

di qualunque altra istituzione umana

.

 

 

 

 

Requiem for the American Dream - The 10 Principles of Concentration of Wealth & Power
During the Great Depression, which I'm old enough to remember, it was bad—much worse subjectively than today. But there was a sense that we'll get out of this somehow, an expectation that things were going to get better  ...

requiem for the american dream
To create Requiem for the American Dream, Chomsky and his editors spent countless hours together over the course of five years, from 2011 to 2016. Chomsky considers these to be his final, long-form interviews. After the release of the film version, Chomsky and the editors returned to the many hours of tape and transcript and created a document that included three times as much text as was used in the film. The book that has resulted is nonetheless arguably the most succint and tightly woven of Chomsky's long career, a beautiful vessel in which to carry Chomsky's bold and uncompromising vision, his perspective on the economic reality and its impact on our political and moral well-being as a nation.
sevenstories.com - amazon - 2017

 

 

Optimism over Despair  -   On Capitalism, Empire and Social Change   -   Noam Chomsky and C.J. Polychroniou
This volume offers readers a concise and accessible introduction to the ideas of Noam Chomsky, described by the New York Times as arguably the most important intellectual alive.
In these recent, wide-ranging interviews, conducted for Truthout by C. J. Polychroniou, Chomsky discusses his views on the “war on terror” and the rise of neoliberalism, the refugee crisis and cracks in the European Union, prospects for a just peace in Israel/Palestine, the rise of the Black Lives Matter movement, the dysfunctional US electoral system, the grave danger posed to humanity by the climate crisis, and the hopes, prospects, and challenges of building a movement for radical change.
amazon - 2017

OTTIMISMO - 2018

Come se la passa la nostra specie alla fine degli anni Dieci? Chomsky affida a questo libro, frutto più recente della sua riflessione, le proprie idee sui temi più scottanti dell'attualità globale: la crisi dei rifugiati, l'amministrazione Trump, il terrorismo islamico e la guerra all'ISIS, le crepe nell'Unione Europea, le prospettive di una pace giusta fra Israele e Palestina, la crisi climatica, la serissima minaccia nucleare. Il quadro tracciato dal «maggiore intellettuale vivente» non è certo roseo: il capitalismo neoliberale impera, trova sempre minore resistenza nei governi nazionali e negli organismi internazionali, e si fa sempre meno scrupoli. Che fare? Non si può certo star fermi. Occorre organizzare le lotte e portarle avanti con la massima decisione possibile; mantenere, nonostante tutto, lo slancio di un inscalfibile ottimismo della volontà. Per questo, il libro del novantenne Chomsky è un libro pieno di futuro: guai a non incoraggiare l'azione politica e a non approfondire le prospettive di un cambiamento radicale! Oggi più che mai ne va della sopravvivenza stessa di Homo sapiens.

libreriauniversitaria.it - 2018

 

 

TRE LEZIONI SULL'UOMO

. Che cos'è il linguaggio ?

. Quali sono i limiti dell'intelletto umano - se esistono ?

. E qual è il bene comune per il quale dovremmo lottare ?
Ecco i
tre quesiti che Noam Chomsky affronta nelle lezioni raccolte in questo volume, elementi essenziali della domanda delle domande: «Che genere di creature siamo?» Non si tratta certo di questioni da poco, ma se c'è qualcuno che ha sia la competenza scientifica sia la capacità didattica necessarie per trattare tali problemi coinvolgendo il lettore e rendendolo davvero partecipe del ragionamento, questi è sicuramente Chomsky. Che, senza avere mai la pretesa di offrire soluzioni definitive, rende semplice il difficile, e mettendo a nostra disposizione le sue enormi conoscenze ci mostra quanto spesso e quanto facilmente le ovvietà, così banali nel loro essere vere, possano essere ignorate o rifiutate, mentre l'errore diventa prassi, se non teoria, dominante. Partendo dal «linguaggio» e arrivando al «bene comune», il grande intellettuale americano si mostra qui per intero. Per una volta, in questo libro il linguista e il «politico» si incontrano, e dimostrano (se ce ne fosse bisogno) che si tratta di una persona sola: in Chomsky tout se tient. E mai come in queste pagine risulta evidente che lo scienziato che ha rivoluzionato la linguistica e l'appassionato militante perseguono un medesimo fine: la comprensione di ciò che l'uomo è nella sua natura più profonda.
mondadoristore.it - 2017
Le tre lezioni di Chomsky fanno il punto di tutto il meglio della ricerca sul linguaggio, la coscienza, la fisiologia, la biologia e la teoria politica, senza trascurare neppure la fisica e la chimica e in particolare i loro aspetti gnoseologici, dunque legati alle capacità umane di conoscenza; in ciascuno di questi ambiti offrono un punto di vista particolare - e particolarmente autorevole, come quello di Chomsky - ma discutono anche punti di vista diversi, di fatto presentandoli. Il maggiore elemento di fascino e di interesse per chi già conosca Chomsky è l'idea, ripresa soprattutto dai grandi inglesi del Seicento-Settecento, Newton Locke e Hume e prima di loro da Galileo, che la natura abbia costituito l'intelletto umano con limiti intrinseci alle capacità conoscitive, limiti che non potranno essere valicati e che di fatto sono stati riconosciuti da quei pensatori e mai effettivamente valicati.
amazon - 2017


 

L'AMERICA DI TRUMP
Nelle tre interviste qui raccolte Chomsky esamina la situazione degli Stati Uniti nel momento dell’elezione di Donald Trump alla presidenza. Lucido e impietoso come sempre, il grande intellettuale ci spiega quello che sta accadendo, senza risparmiarci alcun dettaglio del disastro a cui l’America (e con lei inevitabilmente il resto del mondo) sembra andare allegramente incontro. Particolare attenzione viene data al dramma del cambiamento climatico (in una delle interviste Chomsky è affiancato da Graciela Chichilnisky, una delle maggiori esperte mondiali dell’argomento). Che il Partito repubblicano, definito senza mezzi termini «la più pericolosa organizzazione della storia», si ostina a negare. La speranza, oggi, è ridotta davvero al minimo. Ed è affidata a ciascuno di noi: «la mobilitazione e l’attivismo popolari, se ben organizzati e gestiti, possono avere un peso enorme. E non dobbiamo dimenticare che la posta in gioco è davvero alta».
ibs - 2016

 

 

 

 

I LINGUAGGI  -  Festival delle Scienze  - Qual è il tuo linguaggio preferito ? - 2014
roberto Vecchioni  -  ' Le note sono il mio linguaggio . Oltre l'uomo il mondo vive. Esiste '

NOAM CHOMSKY - ' L'ITALIANO  NATURALMENTE. COS'ALTRO POTREI DIRE  ? '  ..   RIDE

.

le democrazie europee sono al collasso totale indipendentemente dal colore politico dei governi che si succedono al potere perché sono decise da banchieri e dirigenti non eletti che stanno seduti a Bruxelles. Questa rotta porta alla distruzione delle democrazie e le conseguenze sono le dittature. Ciò che conta oggi è la quantità di ricchezza riversata nelle tasche dei banchieri per arricchirli. Quello che capita alla gente normale ha valore zero. Questo è accaduto anche negli Stati Uniti ma non in modo così spettacolare come in Europa. Il 70% della popolazione non ha nessun modo di incidere sulle politiche adottate dalle amministrazioni.
Un 70% composto da quelli che occupano posizioni inferiori sulla scala del reddito. Quell'1% che sta nella parte superiore ottiene a livello politico ciò che desidera.
Questa è la plutocrazia.

NC - grr.rai.it - ansa.it - wallstreetitalia.com -   2014

Noto che l’ italiano  non è tutt’ora la lingua parlata da tutti .    si sa cioè che ci sono ancora oggi persone che non riescono a comunicare con i propri nonni .   non hanno una lingua comune perché i nonni parlano esclusivamente il dialetto.
letteratura.rai.it - 2014

 

 

 

it’s ridiculous to talk about freedom in a society dominated by huge corporations . What kind of freedom is there inside a corporation ?   They’re totalitarian institutions - you take orders from above and maybe give them to people below you .   There’s about as much freedom as under Stalinism .
the common good - facebook/chomsky - 2013

 

Within the reigning social order the general public must remain an object of manipulation, not a participant in thought, debate, and decision.
necessary illusions - facebook/chomsky - 2013

 

 

 

sono rimasto colpito nel vedere quanto siano subordinati gli intellettuali europei  

L'Europa e gli Stati Uniti - afferma Chomsky - non sono poi molto diversi.

Negli Usa la maggior parte dei media sono essenzialmente aziende, corporation, o parte di corporation ancora più grandi. I loro omologhi in Europa, i principali quotidiani internazionali, sono in gran parte aziende che vendono un pubblico privilegiato ad altre aziende e non è sorprendente se l'immagine del mondo che presentano riflette l'interesse degli acquirenti, dei venditori. Ci sono altri fattori, ad esempio i forti legami con il governo. C'è un grande interscambio tra il governo, i media, il mondo economico, il mondo accademico. Esiste una sorta di classe politica in tutti i paesi, circa il 20% della popolazione, attivamente coinvolta in una qualche forma di gestione, politica, economica o accademica dei media e nell'ambito di questa classe ci sono più o meno gli stessi interessi. Voglio dire che condividono ampiamente gli stessi interessi, quelli dei privilegiati che sono al potere e le loro pressioni esterne sui media tendono a condurre i mezzi di comunicazione in una certa direzione .

noam chomsky  www.disinformazione.it/ 

 

 

Noam Chomsky - Michel Foucault - Della natura umana. Invariante biologico e potere politico" ..... il libro è il frutto di una conversazione ..... primo e ultimo confronto pubblico tra i due pensatori  nel 1971 in Olanda. Tema del dibattito era il problema della natura umana, del potere, di una società giusta. Che cos'è la natura umana? Esistono fondamenti scientifici alla base dei processi di conoscenza? Oltre le strutture sociali e le convenzioni giuridiche, si può parlare di un animale umano con caratteristiche biologiche proprie?  

corriere.it/ 

Noam Chomsky Michel Foucault  - Della natura umana
Chomsky

inclina verso l'innato. In virtù dei suoi studi sulla grammatica universale, indica nella facoltà del linguaggio l'esempio di natura umana invariante, metastorica. "Il linguaggio è una proprietà della specie, comune a tutti i membri della specie ed essenzialmente unica rispetto alle altre specie". La competenza linguistica è innata: non dipende dall'ambiente sociale, se non per il suo innesco casuale. Oltre che innata tale facoltà è creativa Ogni parlante fa un uso infinito di mezzi infiniti".
Foucault

predilige la storia. Anzi confuta la stessa idea di natura umana che gli sembra tutt'al più un indicatore epistemologico piuttosto che un concetto scientifico. "Le nozioni di natura umana, giustizia, realizzazione dell'essenza umana sono concetti che si sono costituiti all'interno della nostra civiltà, del nostro tipo di sapere, nella nostra filosofia".
www.ilquaderno.it

 

http://youtu.be/mj2VJ7oexKc

youtube.com/watch?v=7TUD4gfvtDY&feature=player_embedded

I sensi tradizionali e quelli “invisibili”
L'idea che esistano delle conoscenze innate, non derivanti dai sensi, è sostenuta anche da molti linguisti contemporanei, come Noam Chomsky   e oggi appare plausibile anche perché sappiamo che il codice genetico contiene informazioni che non sono frutto di impressioni sensibili e che ci permettono di decifrare la nostra esperienza.
....Quale posto occupano i sensi oggi,
nella civiltà di Internet e della realtà virtuale, nella quale anche l'esperienza sensibile può essere riprodotta artificialmente? «La realtà virtuale è riuscita a fare una cosa un tempo impensabile: ha reso pubblico un senso privato come il tatto, dando la possibilità a persone divise da migliaia di chilometri di “toccarsi”, di condividere le stesse sensazioni. Internet, inoltre, ha celebrato ancora una volta il trionfo non solo della vista, ma anche dell'udito, come dimostra la quantità di musica che circola nella Rete. L'effetto di tutto ciò credo sia stato una maggiore apertura, una rinnovata attenzione alla sensibilità, complice anche la caduta di alcuni tabù».

liberta.it    
festival filosofia modena 2005 - cinque finestre sull'anima

 

 

La dogana dell’ informazione
il sistema mediatico filtra e orienta la realtà imponendo il consenso agli interessi delle élite

Chomsky considera i media come gli strumenti utilizzati, per costruire il consenso, dalle grandi società di comunicazione, nelle mani dei gruppi al potere. La costruzione di questo consenso, raggiunta attraverso un’azione propagandistica che dà spazio, nella stampa come nelle televisioni, unicamente alla visione del mondo di gruppi al vertice, porta inevitabilmente la popolazione a condividere gli interessi particolari delle élite. Q uesti interessi, secondo Chomsky, sono formati da una convergenza, nella parte più ‘’alta’’ della società, tra il mondo degli affari e i rappresentanti politici che occupano le poltrone più prestigiose. Le notizie che appaiono sui media risultano pertanto filtrate attraverso una sorta di dogana dell’informazione che sceglie le priorità da dare e gli argomenti ai quali offrire maggiore visibilità; essi sono assoggettati a criteri di discrezione particolari che non consentono una rappresentazione completa dei punti di vista di tutti i componenti della sfera pubblica. Inoltre, le società di comunicazione che controllano i media si comportano nei confronti delle leggi di mercato come se fossero normali imprese economiche perseguendo cioè obiettivi prettamente redditizi.
v. bottasini - www.lsdi.it

 

Non ci sono risposte magiche, metodi miracolosi per superare i problemi che abbiamo di fronte, solo quelli familiari: la ricerca onesta della comprensione, l’educazione, l’organizzazione, l’azione che aumenta i costi della violenza di stato per chi la compie o che pone le basi per il cambiamento istituzionale – e il tipo di impegno che persisterà malgrado le tentazioni della disillusione, malgrado molti fallimenti e successi solo limitati, ispirato dalla speranza di un futuro più luminoso

NC

ansa

 

 

***

globalizzazione & pluriversalismo

roy arundhati      hans magnus enzensberger    noam chomsky   

zygmunt bauman      serge latouche       peter singer 

 

.

https://youtu.be/qY9NWD10guU  - Noam Chomsky on Democracy's Endgame with Arundhati Roy

 

.

Globalization is the result of powerful governments, especially that of the United States, pushing trade deals and other accords down the throats of the world’s people to make it easier for corporations and the wealthy to dominate the economies of nations around the world without having obligations to the peoples of those nations.
fb/nc - rethinking US foreign policy - 2014

***

Moral codes .. You can find things in the traditional religions which are very benign and decent and wonderful and so on but I mean .. the Bible is probably the most genocidal book in the literary canon.
interview - chomsky.info - 2004

 

 

 

A CORPORATE WATCH INTERVIEW WITH NOAM CHOMSKY

Corporate Watch's Anna Couey and Joshua Karliner caught up with Noam Chomsky by telephone at his home in the Boston area to ask him about Microsoft and Bill Gates. The following is a transcript of our far ranging conversation.

CW: So our first question is, how significant do you see the recent skirmishes between the Department of Justice and Microsoft? Do you see it as an important turn of events?

NC: There's some significance. We shouldn't exaggerate it. If there are three major corporations controlling what is essentially public property and a public creation, namely the Internet, telecommunications, and so on, that's not a whole lot better than one corporation controlling, but it's maybe a minor difference. The question is to what extent parasites like Microsoft should be parasites off the public system, or should be granted any rights at all.

 

leggi testo completo

 

on darwinism

www.youtube.com/watch?v=RjermDZ1qfI

 


so you think that basically a person knows what it is that he or she wants to do?
Under the right circumstances that would be true.
Children for example are naturally curious -- they want to know about everything, they want to explore everything but that generally gets knocked out of their heads. They're put into disciplined structures, things are organised for them to act in certain ways so it tends to get beaten out of you.
That's why school's boring.
School can be exciting. It happens that I went to a Deweyite school until I was about 12. It was an exciting experience, you wanted to be there, you wanted to go. There was no ranking, there were no grades. Things were guided so it wasn't just do anything you feel like.

interview michael kasenbacher - chomsky.info - 2012

i
f there was an observer on Mars
they would probably be amazed
that we have survived this long
fb/nc - 2014

 

 

 

lies can become the Truth  if repeated insistently enough

 

*

 

         chomsky welcome         chomsky 1        chomsky 2       chomsky      

PRIVACY