NOAM AVRAM CHOMSKY

PHILADELPHIA  7 DICEMBRE 1928

welcome chomsky

 

 

 

Noam Avram C homsky revolutionized the discipline of linguistics. His linguistics work argues that the acquisition of language is part of the natural or innate structure of the human brain. An anarchist and libertarian socialist, Chomsky first came to prominence in the political realm opposing the U.S. invasion of South Vietnam. Outspoken against all abuses of power, Chomsky is a particularly astute critic of U.S. foreign policy. Chomsky's analysis of the media illustrates the compliant nature of the information industries to the ideological objectives and imperatives of governments and corporate elites.

burn.ucsd.edu

.

Noam Chomsky is emeritus professor of linguistics and philosophy at the Massachusetts Institute of Technology in Cambridge, Mass.

.

Personal life
Chomsky endeavored to keep his family life strictly separate from his political activism and career and always thought himself "scrupulous at keeping my politics out of the classroom." He was uninterested in appearances and the stardom that his work brought him. He also had little interest in art and music, though did enjoy reading non-fiction literature.
Chomsky was known for his "dry, laconic wit", although attracted controversy for labeling established political and academic figures with terms like "corrupt", "fascist", and "fraudulent". When asked if he was an atheist, Chomsky replied "What is it that I'm supposed to not believe in? Until you can answer that question I can't tell you whether I'm an atheist."
http://en.wikipedia.org/wiki/Noam_Chomsky
http://it.wikipedia.org/wiki/Noam_Chomsky

https://youtu.be/nBAUwxygKp0   -  CATS

.

What is Noam Chomsky Day ?
On this unique holiday, the presents aren’t the latest video games and expensive perfumes, but hunting knives and crossbows. There’s also cake, candles and quotations from “Uncle Noam,” the famed M.I.T. professor of linguistics and libertarian socialist culture critic.

spencer rumsey - longislandpress.com - 2016

.

The MIT Libraries is home to the definitive history of Noam Chomsky’s revolutionary thinking. They are raising money today to make the Chomsky archive available to scientists, students, activists, and citizens everywhere.
fb/nc - 14.3.2017

 

 

 

32° SU  100 GENI VIVENTI   -  7°  FO   E   hawkinG  -  31° PINTER
unico italiano nella hit parade dei 100 geni viventi, compilata da sei esperti di creatività sulla base

anche di un sondaggio tra i sudditi di Sua Maestà.

ansa 2007

 

laurea ad honorem facoltà di Psicologia dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna
2005

dottorato honoris causa in Neuroscienze Cognitive dalla Scuola superiore studi avanzati Sissa di Trieste

2012

 

 

I've been reminding myself to find more space for joy

More than that   I think it's necessary to create joy in order to have hope
chomsky.info

 

It’s perfectly true that Israel wants peace   

So did Hitler   

Everybody wants peace

When you say somebody wants peace that’s a tautology 

Everybody wants peace  

The question is on what terms
keeping the rabble in line

 

 

 

E'  partito dalla linguistica  ed è arrivato alla storiografia contemporanea  quasi sfiorando il revisionismo.   Noam Chomsky è la " voce morale " dell'America.

I suoi attacchi all'icona di JFK all'imperialismo a stelle e strisce alla propaganda culturale giocata come colonialismo e assolutismo occidentale hanno colto nel segno.   La statura intellettuale di Noam Chomsky ne ha difeso e preservato la statura etica anche quando andavano infittendosi gli attacchi di neodestrismo a quello che era stato il padre della grammatica generativista.

clarence.com  

 

 

Noam Chomsky è uno dei pochi grandi intellettuali che non hanno mai rinunciato ad essere coscienza critica della società occidentale. Per oltre trent'anni le sue opinioni e i suoi giudizi, sempre attenti a cogliere l'essenza delle cose dietro l'apparenza della realtà, hanno sensibilizzato un crescente interesse del pubblico verso la reale natura del potere.

Fin dagli anni '60 è sempre in prima fila nelle lotte della sinistra radicale americana. Noam Chomsky è nato nel 1928 negli Stati Uniti. Ha rivoluzionato gli studi linguistici con la teoria generativista che ha avuto fondamentali ricadute nell'ambito della ricerca psicologica, logica, filosofica. Attualmente insegna nel Department of Linguistic and Philosophy del Massachusetts Institute of Technology - MIT. ...  rendere disponibili anche su Internet alcuni testi di Noam Chomsky, intellettuale americano che stimiamo moltissimo soprattutto per la facilità che ha a rendere chiari e comprensibili a tutti/e concetti anche abbastanza complessi. Per chi ha una adeguata conoscenza dell'inglese il consiglio è di consultare i siti qui sotto  (soprattutto The Noam Chomsky Archive) dove sono disponibili tutti gli scritti di Noam Chomsky.

www.chomsky.info

Noam Chomsky was born on December 7, 1928 in Philadelphia, Pennsylvania. His undergraduate and graduate years were spent at the University of Pennsylvania where he received his PhD in linguistics in 1955. During the years 1951 to 1955, Chomsky was a Junior Fellow of the Harvard University Society of Fellows. While a Junior Fellow he completed his doctoral dissertation entitled, “Transformational Analysis.” The major theoretical viewpoints of the dissertation appeared in the monograph Syntactic Structure, which was published in 1957. This formed part of a more extensive work, The Logical Structure of Linguistic Theory, circulated in mimeograph in 1955 and published in 1975.
Chomsky joined the staff of the Massachusetts Institute of Technology in 1955 and in 1961 was appointed full professor in the Department of Modern Languages and Linguistics (now the Department of Linguistics and Philosophy.) From 1966 to 1976 he held the Ferrari P. Ward Professorship of Modern Languages and Linguistics. In 1976 he was appointed Institute Professor.
During the years 1958 to 1959 Chomsky was in residence at the Institute for Advanced Study at Princeton, NJ. In the spring of 1969 he delivered the John Locke Lectures at Oxford; in January 1970 he delivered the Bertrand Russell Memorial Lecture at Cambridge University; in 1972, the Nehru Memorial Lecture in New Delhi, and in 1977, the Huizinga Lecture in Leiden, among many others.
Professor Chomsky has received honorary degrees from University of London, University of Chicago, Loyola University of Chicago, Swarthmore College, Delhi University, Bard College, University of Massachusetts, University of Pennsylvania, Georgetown University, Amherst College, Cambridge University, University of Buenos Aires, McGill University, Universitat Rovira I Virgili, Tarragona, Columbia University, University of Connecticut, Scuola Normale Superiore, Pisa, University of Western Ontario, University of Toronto, Harvard University, University of Calcutta, and Universidad Nacional De Colombia. He is a Fellow of the American Academy of Arts and Sciences and the National Academy of Science. In addition, he is a member of other professional and learned societies in the United States and abroad, and is a recipient of the Distinguished Scientific Contribution Award of the American Psychological Association, the Kyoto Prize in Basic Sciences, the Helmholtz Medal, the Dorothy Eldridge Peacemaker Award, the Ben Franklin Medal in Computer and Cognitive Science, and others.

socrates - singularityweblog.com - 2013

http://kamita.com/misc/nc/textos.html   BIBLIOTECA VIRTUALE

tmcrew.org

 

linguistica contemporanea

N. Chomsky prende in considerazione il linguaggio focalizzando alcuni nodi problematici: il rapporto tra il carattere finito dei mezzi che l'uomo ha a disposizione nel linguaggio ed invece il carattere infinito dell'uso degli strumenti linguistici. A questa problematica, definita il problema di Humboldt, si affiancano altri aspetti del linguaggio, ossia il problema mente-corpo (il problema di Cartesio) e la ricerca di principi organizzativi del linguaggio; ricerca che diventa poi anche indagine sugli elementi variabili e sulle invarianze nel linguaggio (problema di Platone). Queste problematiche vengono affrontate dalla linguistica generativa i cui sviluppi hanno condotto a conclusioni vicine alle concezioni di De Saussure secondo cui c'è arbitrarietà nel rapporto fra i suoni e l'unità semantica corrispondente, anche se - afferma Chomsky - si deve indagare e conoscere il modo in cui i suoni si legano all'unità semantica, ai concetti, devono essere cioè trovati quei principi organizzativi del linguaggio che costituivano il problema di Platone. Chomsky affronta poi il problema del rapporto fra i disturbi e le deviazioni nell'espressione linguistica ed il funzionamento del cervello, partendo inannzitutto dalla problematica cartesiana del dualismo fra mente e corpo ed auspicando un'unificazione fra mente e cervello, fra neuro-scienze e linguistica. Noam Chomsky sottoliena, in ultimo, il carattere esclusivamente umano del linguaggio affermando che altri esseri viventi possono disporre di una varietà di sistemi di comunicazione, ma non del linguaggio.

VITA
Ebreo americano di origine russa, Noam Chomsky nasce a Filadelfia il 7 dicembre 1928. Studia all'università di Pennsylvania filosofia, matematica e, sotto la guida di Zellig S. Harris e ROMAN Jakobson, linguistica. Si laurea nel 1955 e inizia a insegnare presso il famoso Massachussets Institute of Tecnology, dove forma un gruppo di allievi e collaboratori. Nel 1958-59 insegna anche all'Insitute for Advanced Studies di Harvard e nel 1964-65 al Centro di studi cognitivisti di Princeton. Dal 1966 è titolare della cattedra di lingue moderne e linguistica. Ha sempre alternato l'insegnamento e la ricerca con un appassionato impegno politico, sostenendo un pacifismo radicale e criticando l' imperialismo statunitense culminato nella guerra vietnamita.

OPERE
Scritti di linguistica teorica e storia della linguistica: Tre modelli per la descrizione del linguaggio (1956); Le strutture della sintassi (1957); Problemi di teoria linguistica (1964); Saggi linguistici, 3 voll., (1965 ss.); Mente e linguaggio; struttura profonda, struttura superficiale e interpretazione semantica (1970); Studies on Semantics in generative Grammar (1972); Riflessioni sul linguaggio. Grammatica e filosofia (1975); Logical Structure of Linguistic Theory (1975); Essays on Form and Interpretation (1977); Regole e interpretazioni (1980); Lectures on Government and Binding (1981); La conoscenza del linguaggio (1985). Scritti d'impegno politico e civile: I nuovi mandarini. Gli intellettuali e il potere in America (1969); La guerra americana in Asia. Saggi sull'Indocina (1970); Conoscenza e libertà. Linguaggio e prassi politica (1971); Riflessioni sul Medio-Oriente (1974); Per ragioni di stato. Ideologie coercitive e forze rivoluzionarie (1975).

PENSIERO
Chomsky è il fondatore e il caposcuola del cosiddetto «generativismo», forma di linguistica che intende spiegare le leggi che governano il prodursi del linguaggio e che si oppone alla linguistica strutturalista che si limita a descrivere il suo funzionamneto. La sua «grammatica generativa» distingue una «struttura profonda» dei fatti linguistici da una «struttura superficiale», in cui la prima si trasforma nell'organizzazione sintattica del parlare concreto. Successivamente questa distinzione cede il posto a quella tra «competenza» ed «esecuzione», con cui Chomsky intende spiegare sia gli aspetti creativi del linguaggio sia il suo carattere innato e la sua presenza nei primi stadi dello sviluppo infantile
...

 

 

Contributi dell'autore all'Enciclopedia Multimediale delle Scienze Filosofiche:

Articoli 

   

La linguistica contemporanea

Brani antologici 

   

Discussioni sul linguaggio

Aforismi 

   

L'uomo e il linguaggio      -       Letteratura e linguistica

Interviste 

   

La linguistica contemporanea

 

.

DOMANDA: Professor Chomsky, si è molto parlato della questione del linguaggio delle scimmie o di altre specie animali. E' veramente possibile paragonare queste forme di linguaggio al linguaggio proprio della specie umana?
No, non dobbiamo andare tanto lontano. Anche i più elementari rudimenti del linguaggio umano sono completamente al di là della portata di ogni altro organismo, a quanto ne sappiamo. Sono state compiute ricerche molto estese in questo campo e si è giunti sempre alla stessa conclusione. La stampa popolare dà a questi risultati una diversa interpretazione e, sfortunatamente, anche alcuni studiosi che lavorano in questo campo interpretano queste conclusioni in modo molto sbagliato.
Se guardate al materiale di queste ricerche, scoprirete che la conclusione principale è proprio questa: anche gli sforzi più elaborati non riescono a tirar fuori dal comportamento delle altre specie animali nemmeno le più elementari proprietà del linguaggio naturale, proprietà che invece ogni bambino umano acquisisce senza alcun problema.

Questo corrisponde esattamente a quel che si sarebbe aspettato qualsiasi biologo razionale. E' logicamente possibile che degli scimpanzé siano capaci di parlare pur senza aver mai fatto uso di questa capacità; ma sarebbe un miracolo biologico, sarebbe come scoprire che gli uomini possano veramente volare. Tutto ciò è solo una possibilità logica, ma è biologicamente inimmaginabile per una ragione molto semplice: sarebbe un vero miracolo se un organismo avesse una capacità - che gli fornirebbe un vantaggio biologico enorme - e non la usasse.
Questo tipo di cose non accadono nel mondo. Non vi aspettate di andare in qualche isola remota e di scoprire una specie di uccelli che non volano, pur essendo capaci di volare perfettamente: non accadono cose di questo genere
Non c'è alcun dubbio che il linguaggio umano sia stato un fattore preminente nel successo biologico degli esseri umani. Per successo biologico si intende il fatto che ci siano tantissimi esseri umani: questo è un successo biologico! Siamo sei miliardi di uomini, e invece ci sono solo decine di migliaia di scimpanzé. Gran parte della differenza è data dal fatto che gli esseri umani hanno il linguaggio. Questo è stato un fattore della loro proliferazione, del loro successo biologico, e così via. Credere che certi altri organismi - come scimpanzé o topi o qualsiasi altro - abbiano questa capacità ma non l'abbiano mai usata, è qualcosa che colpisce l'immaginazione: sarebbe davvero un miracolo biologico se mai lo si scoprisse!
Quindi non c'è affatto da stupirsi se qualsiasi indagine che si sia occupata di questa faccenda abbia mostrato semplicemente che l'idea di un linguaggio degli animali è falsa.

emsf.rai.it

 

 

 

grammatiche formali    o grammatiche a struttura sintagmatica
così  ad esempio  se

T = { il,  cane,  gatto,  insegue,  morde }
V - T = {S, NP, VP, Det, N, V}
P = {S --> NP VP, NP --> Det N, VP --> V NP, Det -->

il, N --> cane, N --> gatto, V --> insegue, V --> morde}
avremo       L  ( G )  =

{  il cane rincorre il gatto - il gatto rincorre il cane
il cane morde il gatto - il gatto morde il cane
il cane rincorre il cane - il gatto rincorre il gatto
il cane morde il cane - il gatto morde il gatto
 }

apollo.vc.unipmn.it

http://it.wikipedia.org/wiki/Gerarchia_di_Chomsky

 

 

     

 

Académico do Instituto Tecnolóxico de Massachusetts, Noam Chomsky é fundador da moderna ciéncia da lingüística e activista político; hoxe, é un auténtico xerador de activismo anti-imperialista nos Estados Unidos.

galizacig.com

 

 

Chomsky sostiene che solamente un esame delle strutture profonde del linguaggio

possono dare il vero significato di ciò che appare esternamente e che le strutture superficiali non sono sufficienti a togliere l'ambiguità ad alcune frasi.      Ciò che permette di trasformare le frasi è solamente la competenza del parlante.


In una trasformazione passiva  il significato della frase "trasformata"

è uguale a quello della frase di partenza
il ragazzo mangia la mela     

diventa     

la mela è mangiata dal ragazzo


Oppure in una trasformazione nominale  

una frase verbale si trasforma in una frase nominale
le automobili circolano             

diventa     

la circolazione delle automobili

 

Queste sono alcune delle regole che appartengono alla competenza del parlante.

La competenza è quindi il sistema di regole che sono nella mente del parlante e che costituiscono il suo sapere linguistico.
Al concetto di langue dello strutturalismo si oppone il concetto di competenza del trasformazionalismo, al concetto di parole si oppone quello di esecuzione.
http://it.wikipedia.org/wiki/Trasformazionalismo

 

 

MODELLO CHOMSKYANO

concetto chomskiano di competenza grammaticale -  struttura universale valida per tutti i parlanti e tale da generare frasi grammaticali. non e' l'esecuzione che varia da parlante a parlante ma e' una capacita' che dovrebbe caratterizzare la correttezza dell'esecuzione dei singoli parlanti.
http://filosofia.dafist.unige.it
nel modello chomskiano il componente sintattico genera le frasi e il componente semantico si limita ad interpretarle  

cdila.it/sordit%E0/lingua.htm
Il modello chomskiano secondo il quale ogni essere umano qualsiasi lingua esso parli segue delle regole innate condivise universalmente si presta bene come modello esplicativo del programma di lettura ..... Questo modello prevede sostanzialmente che il calcolatore nello svolgere il programma segua delle regole.   

uniba.it

 

 

grammatica universale?
Il linguaggio è il coronamento delle conquiste della specie umana. L'uomo medio produce 150 parole al minuto e sceglie ognuna di esse tra 20-40 mila alternative (con percentuali di errore inferiori allo 0,1). Già a cinque anni il bambino conosce un vocabolario di 6 mila parole, con il controllo della maggior parte degli aspetti sonori e grammaticali della propria lingua. Data la portata di tale conquista e la velocità alla quale viene raggiunta, alcuni teorici propongono che la facoltà di linguaggio sia direttamente incorporata nel cervello umano e che maturi come un braccio o un rene. Ma un'altra parte del mondo scientifico sostiene che l'uomo è dotato di linguaggio perché ha un cervello potente che può imparare molte cose e perché è un animale straordinariamente sociale per il quale comunicare è più importante di qualsiasi altra cosa.

enel.it

 

 

vantaggi nell'informatica
Chomsky ha infatti introdotto alcune restrizioni sulle produzioni basate sulla sintassi

creando la seguente classificazione delle grammatiche

grammatiche di tipo 0:     nessuna restrizione sulle produzioni
grammatiche di tipo 1:     sono dipendenti dal contesto
grammatiche di tipo 2:     sono libere da contesto o algebriche
grammatiche di tipo 3:     forme regolari


Esse sono in relazione gerarchica tra loro

per esempio ogni grammatica regolare è anche libera da contesto e così via.

Quindi un linguaggio può essere generato da più di un tipo di grammatica
vialattea.net

 

 

 

Cosa sappiamo. Linguaggio e Libertà
Trentacinque anni fa accettai, in un momento di debolezza, di tenere una conferenza dal titolo "Linguaggio e libertà". Quando giunse il momento di pensarvi, mi resi conto che avevo ben qualcosa da dire sul linguaggio e sulla libertà ma che quella congiunzione, "e", creava seri problemi. Esiste un possibile cammino che congiunge linguaggio e libertà e anche una interessante storia della speculazione al suo riguardo, ma, nella sostanza, è piuttosto stretto. Lo stesso problema concerne l'argomento presente, "universalità nel linguaggio e diritti umani". Si possono dire cose interessanti sull'universalità nel linguaggio e sull'universalità nei diritti umani, ma quella perniciosa congiunzione crea dei problemi.

criticamente.it  -  what we know  - boston review  - trad g. de simone 

 

 

scuola generativista

«Da una cinquantina d'anni i linguisti teorici del linguaggio ipotizzano che tutte le lingue del mondo abbiano delle regole simili, in particolare una serie di regole potenziali che non si realizza mai. Queste regole possibili si chiamano anche grammatica universale e sono state per la prima volta proposti da Noam Chomski».
Linguista americano e fondatore della scuola "generativista", che studia le leggi che producono il linguaggio, Chomsky ha firmato l'idea che il linguaggio umano sarebbe innato. .... questa divisione tra le regole che si realizzano nelle singole lingue e quelle che invece non si realizzano è solo teorica o ha anche un fondamento biologico?».
«..Abbiamo valutato un gruppo di tedeschi cui è stato insegnato l'italiano. Il punto centrale è stata l'idea di nascondere tra le regole dell'italiano che essi imparavano delle regole impossibili, cioè che non corrispondevano alla grammatica universale».
Un esempio? «Non c'è alcuna regola in alcuna lingua del mondo che consenta di passare da una frase affermativa ad una interrogativa semplicemente invertendo l'ordine delle parole. Altro esempio: l
a negazione (in italiano il "non") non può occupare un posto fisso nella sequenza delle parole di una frase».

«Prendiamo la frase: "I ragazzi leggono un libro". Volendola volgere al negativo diventa "I ragazzi non leggono un libro, e quindi la negazione è la terza parola. Se invece diciamo "Tutti i ragazzi leggono un libro", la negazione è "Tutti i ragazzi non leggono un libro", con la negazione al quarto posto. Nessuna lingua del mondo contiene regole con parole a posti fissi nella sequenza della frase»  ...

La conclusione è che il linguaggio ha un fondamento biologico, per cui ci sono operazioni linguistiche biologicamente determinate.  

andrea moro professore straordinario linguistica generale
ecologiasociale.org

 

 

 

language is a process of free creation. its laws and principles are fixed but the manner in which the principles of generation are usaed is free and infinitely varied. even the interpretation and use of words involves a process of free creation.

 

 

http://youtu.be/5UP3lN5LcKM  -  trieste 2012

http://youtu.be/lJtHNEDnrnY - NC went gangnam style…ever so briefly? - a 3.20'  -  2012

 

https://youtu.be/urrNTVxuCxs  -  LINGUISTIC

The reason for my interest in it is because that's the crucial property that distinguishes humans from animals. That's why humans are creative - why humans 50,000 years ago were creating new tools. It's a unique biological phenomenon.    One can't help being interested in it.

NC

https://youtu.be/pEnEfEWWpOw  - language extinction and diversity 

https://youtu.be/kFR0LW002ig  -  LANGUAGE AND EVOLUTION

https://youtu.be/eI4rNw6d7UY  - How Kids Acquire Language & Ideas 

Children know quite a lot of a language, much more than you would expect, before they can exhibit that knowledge

https://youtu.be/7Cgpfw4z8cw   -   LANGUAGE AQUISITION

language is a process of free creation .    its laws and principles are fixed but the manner in which the principles of generation are used is free and infinitely varied.

.

does the study of language then have a political component?
Not directly. Anything about humans is going to have some consequences for human life. It was believed at one time (and in many sectors still is) that some languages are inferior, some are superior, and black English isn't a true language, and so on. All of that's gone—among people who know anything about language at least. Humans are remarkably similar. Some biologists will point out to you that if you take a look at a tree outside and you see two grey squirrels on it who have lived on or near that tree all their lives (and their ancestors did, and so on) and you study them genetically, you will find that they're more different than any two humans you pick anywhere in the world. Humans are extremely uniform genetically and cognitively they seem to be identical. Take, say, linguistic capacity—fundamental human capacity. As far as we know, it's identical among all human groups. There are individual differences, but no group differences. These are discoveries over the past century that have significance, political and social significance.
admin - worldpolicy.org - 2016

.

are you as convinced now as when you were younger that understanding language is essential to understanding the human mind?
I think that’s clearer and clearer. The emergence of language as a system of creative thought was sensed by Descartes and Galileo. But it was not really addressed till the mid-20th century because the tools weren’t available to formulate it properly. You needed the modern theory of computability, which was developed by Alan Turing and other great mathematicians of the 1930s and ’40s. I was lucky that I was becoming an undergraduate at just the time that all these great insights were emerging.
sam tanenhaus - nytimes.com - 2016

.

***

 

 

 

 

 

So far it’s been impossible to really control  - the Internet -  so if people want to use it for their own purposes they can. But there are major efforts being made by the corporate owners and advertisers to shape the Internet so that it will be mostly used for advertising  commerce   diversion   and so on.
fb/nc - 2014

 

... linguistica. che lingua dovremmo far studiare ai nostri figli e nipoti? Insistiamo con l’inglese o è meglio passare al cinese?
Mi sta chiedendo chi guiderà il mondo, nel prossimo futuro, giusto? Gli Stati Uniti.

La Cina non solo non è una minaccia militare e tanto meno politica, ma non è neanche una supepotenza economica. La sua strabiliante crescita dipende ancora dalla tecnologia straniera: Giappone, Corea, Taiwan, Usa ed Europa. Sta crescendo e continuerà a crescere, ma speriamo che nel frattempo ricominci a crescere anche l’Occidente.

Quanto alla lingua, per chi come noi americani parla già inglese, studiare il cinese è certamente utile. Ma per tutti gli altri penso che imparare l’inglese sia ancora, per un bel po’, prioritario. Ma è una mia opinione, e come ben sapete, sono ottant’anni che sono dalla parte del torto!.
pio d'emilia - espresso.repubblica.it - 2014

 

 

 

Intellectuals are in a position to expose the lies of governments, to analyze actions according to their causes and motives and often hidden intentions. In the Western world at least, they have the power that comes from political liberty, from access to information and freedom of expression. For a privileged minority, Western democracy provides the leisure, the facilities, and the training to seek the truth lying hidden behind the veil of distortion and misrepresentation, ideology, and class interest through which the events of current history are presented to us.
jay parini - salon.com - 2017

 

 

 

 

 

*

  

 

www.chomsky.info    www.facebook.com/pages/Noam-Chomsky

http://web.mit.edu/linguistics/people/faculty/chomsky/index.html

www.chomsky.info/interviews.htm

 

 

Hypocrites are those who apply to others the standards that they refuse to accept for themselves

 

 

 

 

 

I do not feel that we should set up people  as   ' models '    -    rather actions -  thoughts -  principles


*

 

         chomsky welcome        chomsky 1        chomsky 2       chomsky      

 

 

 

links

www.tmcrew.org/archiviochomsky

www.filosofico.net/chomski.htm

http://en.wikipedia.org/wiki/Noam_Chomsky

http://web.mit.edu/linguistics/people/faculty/chomsky/index.html 

www.chomsky.info

 

 

 

altri autori               home

 

PRIVACY