stephen  william hawking

 

Oxford    8 gennaio 1942

Cambridge   14 marzo 2018

 stephen hawking's universe

www.stephenhawkingfoundation.org

www.youtube.com/watch

www.hawking.org.uk

 

 

I regard the brain as a computer

which will stop working when

its components fail

There is no heaven or afterlife

for broken down computers

that is a fairy story for people

afraid of the dark

 

 

No offence but I've done more with my one finger
than you have with your entire body

 auguri prof !

8 gennaio

It's been an extraordinary time to be alive and working in the field of cosmology. I'm happy if I've been able to make a contribution to our understanding of black holes and the origin of the universe. But it would be an empty universe indeed if it were not for my family and friends. So as I reach my 75th birthday, it's time for me to say thank you to all of you who have helped and supported me along the way and made my universe so full of life, love and energy. -SH
fb/sh - 8.1.2017

 

SETTIMO SU 100 GENI VIVENTI   come   FO  

31° PINTER    -   32° CHOMSKY
unico italiano nella hit parade dei 100 geni viventi, compilata da sei esperti di creatività
sulla base anche di un sondaggio tra i sudditi di Sua Maestà.   
  - 
ansa  -  ott 2007

HAWKING LASCIA LA CATTEDRA  
lascia scoperta la cattedra lucasiana di Cambridge che nel XVII secolo fu di Isaac Newton.
Lo ha annunciato il prestigioso ateneo, precisando che il famoso scienziato compirà 67 anni e quindi lascera' l'incarico per sopraggiunti limiti di eta' ma continuera' a collaborare con l'universita'.
Considerato da molti il vero erede di Einstein, Hawking ha insegnato a Cambridge per oltre 30 anni ed è famoso per i suoi studi sui buchi neri.
beta.vita.it - 2009

The downside of my celebrity is that I cannot go anywhere in the world without being recognized.
It is not enough for me to wear dark sunglasses and a wig.    The wheelchair gives me away.     People want to be photographed with me but it can be a nuisance when I am in a hurry.

2006



http://youtu.be/OPV3D7f3bHY   -   parallel universes -  artificial intelligence - interview - 2014
https://youtu.be/a1X5x3OGduc  -  about the future of human and artificial intelligence - SH - 2015

The future of discovery - and of humanity -
depends on young people with a passion for science

fb/sh - 16.9.2017

 

 

la scienza non lascia spazio a dio
Hawking si e' detto fiducioso che presto sara' la scienza a dare, al posto delle religioni, una risposta definitiva su come ha avuto inizio l'universo. Le leggi sulle quali si regge, secondo Hawking,

"non lasciano molto spazio ai miracoli o a Dio". E ha sottolineato: "La questione e': il modo in cui e' cominciato l'universo e' stato scelto da Dio per ragioni che non possiamo comprendere o e' stato determinato da una legge scientifica? Io sono per la seconda opzione".
maria fabregas - aduc.it

.

sulla meccanica quantistica
- Einstein ... sbagliò quando disse: Dio non gioca a dadi. La considerazione dei buchi neri suggerisce infatti non solo che Dio gioca a dadi, ma che a volte ci confonda gettandoli dove non li si può vedere.
- attribuita erroneamente anche a Richard Feynman

it.wikiquote.org

 

Where do we come from?

How did the universe begin? Why is the universe the way it is? How will it end? "All my life, I have been fascinated by the big questions that face us, and have tried to find scientific answers  to them. If, like me, you have looked at the stars, and tried to make sense of what you see, you too have  started to wonder what makes the universe exist.  The questions are clear, and deceptively simple.  But the answers have always seemed well beyond our reach. Until now. "The ideas which had grown over two thousand years of observation have had to be radically revised.  In less than a hundred years, we have found a new way to think of ourselves.  From sitting at the center  of the universe, we now find ourselves orbiting an average-sized sun, which is just one of millions of stars  in our own Milky Way galaxy. And our galaxy itself is just one of billions of galaxies, in a universe that is  infinite and expanding. But this is far from the end of a long history of inquiry.  Huge questions remain to  be answered, before we can hope to have a complete picture of the universe we live in. "I want you to share my excitement at the discoveries, past and present, which have revolutionized the way  we think. From the Big Bang to black holes, from dark matter to a possible Big Crunch, our image of the  universe today is full of strange sounding ideas, and remarkable truths. The story of how we arrived at  this picture is the story of learning to understand what we see.

 

 

STEPHEN HAWKING

Da ragazzo aveva pochi amici con i quali però faceva lunghe discussioni e dispute su qualsiasi argomento, dai modellini telecomandati alla religione, alla parapsicologia, alla fisica. Lo stesso Stephen ricorda: "Una delle cose di cui parlavamo era l'origine dell'universo e se ci fosse stato bisogno di un Dio per crearlo e per metterlo in movimento. Avevo sentito dire che la luce proveniente da galassie lontane è spostata verso l'estremo rosso dello spettro e che questo fatto dovesse indicare che l'universo è in espansione (uno spostamento verso l'azzurro significherebbe che esso è in contrazione). Ero sicuro che dovesse esserci qualche altra ragione per lo spostamento verso il rosso. Forse nel suo viaggio verso di noi la luce si affaticava, e quindi si spostava verso il rosso. Sembrava molto più naturale un universo essenzialmente immutabile ed eterno".
Solo dopo due anni di ricerche per il dottorato si renderà conto di essere in errore.

http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=15&biografia=Stephen+Hawking


What is the nature of the universe ?

What is our place in it and where did it

and we come from ?   Why is it the way it is ?

Hawking's dream is to answer these

questions through physics alone

 

 www.pbs.org/wnet/hawking/strange/html/gravity.html     www.pbs.org/wnet/hawking/cosmostar/html/newt.html

www.pbs.org/wnet/hawking/strange/html/blackh.html        www.pbs.org/wnet/hawking/strange/html/singular.html

 

 

The Big Bang

http://youtu.be/7mc5z4LIsqE

in principio era il multiverso
10 GIORNI PRIMA DI morire aveva messo a punto la teoria dell’esistenza di infiniti universi: ' Un’astronave attrezzata potrebbe scovare le prove '
Thomas Hertog, co-autore dello studio, ha spiegato a euronews che A Smooth Exit from Eternal Inflation  - 'Un'uscita liscia dall'inflazione eterna' -  introduce una formula matematica per costruire un modello per verificare l'esistenza dei 'multiversi'.
Gli scienziati definiscono il fenomeno come un insieme di universi che esistono in parallelo. La ricerca di Hawking e Hertog fornisce un modo per dimostrare che il Big Bang abbia effettivamente creato un 'multiverso' e che il nostro universo sia solo uno dei tanti esistenti ...
L'universo alla fine si spegnerà
L'ultima teoria di Hawking non solo presenta l'entusiasmante prospettiva di trovare prove dell'esistenza di altri universi, ma fa anche una "cupa" previsione sul destino dell'universo che, alla fine, si dovrebbe 'spegnere' - non appena le stelle finiranno il loro carburante energetico ...
- Hawking avrebbe dovuto ricevere il premio Nobel molto tempo fa -  conclude Hertog riferendosi ai famosi studi del fisico sui buchi neri e sulla relatività che hanno rivoluzionato il modo in cui vediamo l'universo.

Thomas Hertog : ha voluto audacemente andare dove neppure Star Trek osava avventurarsi .
emma beswick - it.euronews.com

vittorio sabadin - lastampa.it

2018

 

 

Il paradosso vivente  

Stephen Hawking nasce l'8 gennaio 1942 a Oxford, benché i suoi genitori   

abitassero a Londra, perché Oxford era un posto   

più favorevole in cui nascere durante la seconda guerra mondiale     ...   segue  

 

 

 

Stephen Hawking

"Nella primavera 1974, un paio di anni prima che il veicolo Viking scendesse su  Marte, ero in Inghilterra a un convegno patrocinato dalla Royal Society di Londra  per investigare il problema di come si potessero ricercare forme di vita extraterrestri Durante una pausa per il caffè, avendo notato che una manifestazione molto maggiore si teneva in una sala adiacente, vi entrai spinto dalla curiosità. Mi resi conto che stavo assistendo a un antico rito, l'investitura di nuovi membri della Royal Society, una fra le più antiche società culturali di tutto il mondo. In prima fila un giovane seduto su una sedia a rotelle stava scrivendo il suo nome con grande lentezza, in un libro che recava in una delle primissime pagine la firma di Isaac Newton. Quando infine la cerimonia finì, ci fu un'ovazione commovente. Stephen Hawking era una leggenda già allora" 

carl sagan               ...   segue  

 

 

 

Stephen Hawking is wrong

Science has no monopoly on truth, merely models for bits of reality.

These are useful "closures  says Hilary Lawson, but they replace one mystery with another

....   segue

 

 

 

 

 

Spesso gli scienziati dicono, e lo ha ribadito anche S. Hawking alla fine del suo libro dal “Big Bang ai Buchi Neri”, che se riusciremo ad avere una teoria del tutto unificata allora riusciremo a leggere la mente di Dio.
ideazione.com

 

Stephen Hawking ha cambiato idea

la formula della Creazione restera' ignota  e dunque l'umanita'  non arrivera' mai a esplorare la mente di Dio.

Era stato lo stesso scienziato britannico ad annunciare  nel 1999 che l'umanità aveva il 50% di possibilità di scoprire nei prossimi 20 anni la 'formula fisica  unitaria' cioe' la risposta alla domanda di tutte le domande: quella sulle origini della creazione.  Adesso crede che questa formula potrebbe sfuggire per sempre all'essere umano.
ansa  - 2004

 

Tutto scorre Anzi tutto è fermo

... sostiene Barbour, se in fisica avverrà la nuova rivoluzione che molti si aspettano - Steven Hawking l'aveva annunciata nel 1979, prevedendo entro un ventennio la "fine della fisica" e la nascita di una Teoria del Tutto - questa avrà appunto a che fare con la nozione di tempo, e dovrà sfidare su questo terreno quei due mostri sacri.
La Teoria del Tutto dovrebbe unificare le forze della natura e trovare una coerenza tra la teoria einsteiniana della relatività e la fisica quantistica. Materia per i prossimi vent'anni, ha rilanciato Hawking. Intanto Barbour propone di far finire non la fisica, ma il tempo, fornendo così una soluzione al dilemma che da settant'anni occupa i migliori fisici: perché la teoria quantistica (che spiega così bene ciò che avviene a livello atomico) e la fisica classica e einsteiniana (ottima invece per gli eventi macroscopici dell'universo) forniscono due visioni del mondo inconciliabili tra loro?

uniba.it

 


Stephen Hawking e la «congettura di protezione cronologica»:

qualsiasi macchina per viaggiare nel tempo è destinata

ad autodistruggersi non appena si cerchi di costruirla
ilgiornale.it  

 

 




Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo
"Che cosa sappiamo sull'universo, e come lo sappiamo? Da dove è venuto, e dove sta andando? L'universo ebbe un inizio e, in tal caso cosa c'era prima? Il tempo avrà mai una fine?" Con questi quesiti Stephen Hawking ci introduce in una straordinaria avventura: un'emozionante cavalcata nel tempo. L'espansione dell'universo, il principio di indeterminazione, le particelle elementari e le forze della natura, l'origine e la sorte dell'universo, l'unificazione della fisica sono le grandi tappe di questo viaggio indimenticabile. Ma oltre a riassumere le conoscenze tradizionali Hawking illustra le ultime teorie sulla fisica dei buchi neri, il principio antropico, la teoria
dell'universo inflazionario, l'universo contenuto in una bolla. Introduzione di Carl Sagan.
ibs - 2013

LA GRANDE STORIA DEL TEMPO

Stephen Hawking ripropone in una nuova versione la sua opera fondamentale sull'origine dell'universo:  "Dal Big Bang ai buchi neri. Breve storia del tempo".  disposto in una sequenza di capitoli più chiara ed efficace - raddoppiate le illustrazioni esplicative e  utili esempi per chiarire i concetti relativistici fondamentali di spazio e tempo.  aggiunto un capitolo sui "cunicoli spazio-temporali" e i viaggi nel tempo,  eliminate le parti più complesse e oscure.

ibs.it   

libri.rizzoli

 


THE GRAND DESIGN
“Poiché esiste una legge come la gravità,
l'universo può essersi e si è creato da solo, dal niente. La creazione spontanea è la ragione per cui c'è qualcosa invece del nulla, il motivo per cui esiste l'universo, per cui esistiamo noi”. Anticipazione del suo libro di imminente pubblicazione “The Grand Design”; e interpretazione autentica rispetto a quanto da lui stesso affermato 12 anni fa nell’altro best-seller “Breve storia del tempo”: “Se arrivassimo a scoprire una teoria completa sarebbe il trionfo definitivo della ragione umana perché conosceremmo la mente di Dio”. La “teoria completa” è ancora quell’idea della “teoria unica” dell’Universo cercata da Einstein,e che infatti qualcuno ha definito “Formula di Dio"....
Così come Darwin ha smentito l'esistenza di Dio con la sua teoria sull'evoluzione biologica della nostra specie, adesso Hawking la nega anche dal punto di vista della fisica

maurizio stefanini - ilfoglio.it - 2010

Nel nuovo libro, l'astrofisico rivela che il riferimento alla "mente di Dio" nel suo precedente volume sul Big Bang era stato male interpretato. Hawking non ha mai creduto che scienza e religione fossero conciliabili. "C'è una fondamentale differenza tra la religione, che è basata sull'autorità, e la scienza, che è basata su osservazione e ragionamento", conclude. "E la scienza vincerà perché funziona".
larepubblica.it

 

grazie al modello matematico

posso dirvi come e nato l'universo

ma non chiedetemi il perche

focus - 2013

 

 

 

la teoria del tutto
Il maggiore cosmologo vivente prefigura il compito che attende la ricerca astrofisica: svelare il fine ult
imo della creazione. “Lo sforzo attuale dell’astrofisica è elaborare una teoria unificata che includa la meccanica quantistica, la forza di gravità e le altre relazioni di cui parla la fisica. Se riusciremo a raggiungerla potremo realmente comprendere l’Universo e la posizione che occupiamo in esso”. Sono queste le parole che Stephen Hawking, il maggiore cosmologo vivente, pone in apertura di La teoria del Tutto, un saggio illuminante che cerca di dare risposta alle domande più radicali non solo della scienza contemporanea ma dell’intera umanità:

come ha avuto origine il Cosmo? E qual è il destino che lo attende?  «Con parole semplici, Hawking svela i complessi misteri dell’Universo facendo compiere al lettore un viaggio entusiasmante.»  

lastampa

«Un saggio bellissimo, che ci immerge con una vividezza squisita in una descrizione precisa e puntuale di molti fenomeni del Cosmo.»

booklist  - ilcircolo.com/ic  -   ibs.it

-  La specie umana, per sua natura ha una grossa opportunità; forse siamo scimmie evolute su un piccolo pianeta, ma siamo comunque capaci di interagire sull’universo e questo ci rende speciali; l’obiettivo che ho da tempo è semplice, dire “come funziona l’universo e perché esiste”; fortunatamente ci sono indizi ovunque; il più importante sta sopra di noi, molti piccoli punti luminosi che osserviamo nella volta celeste sono piccole porzioni di un’immensa vela di galassie, una piccola parte di quello che possiamo vedere nel cosmo dal nostro pianeta, ma sono una traccia sufficiente verso la chiave per capire il passato, il presente, e forse anche il nostro futuro. - sh

la teoria del tutto

 

 

2018
brief answers to the big questions - postumo

2016

GEORGE AND THE BLUE MOON - lucy and sh

2013

MY BRIEF HISTORY

2012

il grande disegno

2011

MISSIONE ALLE ORIGINI DELL'UNIVERSO

2010

the grand design

LANDRY ON LEADERSHIP

DREAMS

NATURE OF SPACE AND TIME

2009

quattro lezioni sullo spazio e sul tempo

caccia al tesoro nell'universo

la chiave segreta per l'universo

2007

TRAVELLING TO INFINITY

2005

God Created the Integers
La grande storia del tempo

2004

Universe in a Nutshell

Three Hundred Years of Gravitation
2003
On the Shoulders of Giants
La teoria del tutto


 

2002
La natura dello spazio e del tempo
2001
Universe in a Nutshell

2000
Nature of Space and Time
Inizio del tempo e fine della fisica
Buchi neri e universi neonati.

1997
Dal big bang ai buchi neri
1996
llustrated Brief History of Time
1995
BriefER History of Time
1994
Black Holes and Baby Universes
----
Gravitational collapse and after

 

 

unilibro.it

 

www.hawking.org.uk/books.html

 

Non ho idea del mio quoziente

Le persone che si vantano del proprio quoziente intellettivo sono dei perdenti

 

 

intelligenza artificiale - il pericolo è l'estinzione dell'uomo
Sarebbe potenzialmente il peggiore sbaglio mai commesso nella storia degli esseri umani.

il più grande evento della storia dell'uomo ma anche l'ultimo.
wsi - wallstreetitalia.com - 2014

Lo sviluppo della piena intelligenza artificiale potrebbe portare alla fine della razza umana.
Le forme primitive di intelligenza artificiale si sono già da tempo dimostrate utilissime, ma temo le conseguenze di aver creato qualcosa che può uguagliare o sorpassare gli esseri umani. Essa può decollare autonomamente e riprogrammarsi ad una velocità sempre più elevata.
Gli esseri umani che sono limitati da una lenta evoluzione biologica, non potrebbero più competere con le macchine intelligenti, e ne sarebbero sopraffatti.

sh  -   intervista bbc - rainews.it

.

Success in creating AI, could be the biggest event in the history of our civilisation  -  facebook.com/cambridge.university
Artificial intelligence has the power to eradicate poverty and disease or hasten the end of human civilisation as we know it.
fb/sh - 20.10.2016

.

La distruzione del mondo Sarà causata dall'aggressività umana.
... Gli uomini continuano ad essere stupidamente aggressivi, è la debolezza umana che vorrei fosse corretta. Potrebbe avere avuto un qualche vantaggio e aver garantito la sopravvivenza ai tempi delle caverne, quando l'uomo doveva procurarsi il cibo, difendere il proprio territorio, riprodursi. Ma ora l'aggressività rischia di distruggere tutti noi.
In particolare l'aggressività combinata con le capacità nucleari potrebbe significare la fine della civiltà, e forse la fine della razza umana.

huffingtonpost.it - 2015

.

Non possiamo ancora sapere se saremo infinitamente aiutati dall'intelligenza artificiale, oppure ignorati o addirittura se è concepita per distruggerci .
-sh

 

Il bosone di Higgs potrebbe distruggere l’Universo.
Parola di Stephen Hawking

'Il bosone di Higgs ha una caratteristica preoccupante. Potrebbe far subire all’Universo un catastrofico decadimento verso il vuoto, con una bolla che si espande alla velocità della luce. Potrebbe succedere in qualsiasi momento e non avremmo alcun preavviso'.
Parola di Stephen Hawking, che nella prefazione al libro
Starmus, 50 Years of Men in Space, racconta come 'il potenziale di Higgs possa diventare metastabile - una condizione di equilibrio in cui non esiste un minimo assoluto di energia e che è dunque potenzialmente variabile nel tempo' - e farci fuori in quattr’e quattr’otto.
...  il rapporto di Hawking con il bosone non è mai stato dei migliori: nel 1997 il fisico scommise 100 dollari sul fatto che la particella non sarebbe mai stata trovata. Si sbagliava. '
Stephen di solito ha ragione, ma non sempre' commentò il collega John Preskill. 'È senza dubbio un ottimo scienziato, ma un pessimo scommettitore'.

wired.it - 2014
Quella di Hawking - che resta uno dei più grandi luminari del nostro tempo - è quindi da vedere come una speculazione teorica, un fatto che si potrebbe verificare a energie ancora maggiori di quelle dei raggi cosmici di cui si parlava sopra ... la cosa più importante, al di là di speculazioni e idee pindariche, e l'unica cosa sicura è che non siamo ancora in grado di distruggere l'universo.
nicola mori - ricercatore in fisica all'università di firenze
elena re garbagnati/repubblica.it

.

I'm bringing with me the first copies of the Starmus book about the first Starmus Festival that took place in 2011. This is a historical document, because it contains the last lecture by Neil Armstrong and talks by the Soviet and Apollo astronauts, as well as the rest of the festival material. I wrote the foreword of the first Starmus book and I'm really looking forward to participating in the second edition -  stated Professor Stephen Hawking.
prnewswire.co.uk

 

 

 

 

PROFEZIE
l'uomo sparirà entro il millennio!

IN UN IMPETO di pessimismo adeguato al momento (e al panico da bioterrorismo) il fisico britannico Stephen Hawking sostiene che l'umanità sarà spazzata via dalla faccia della terra entro la fine del millennio. E che a farlo sarà un nuovo virus ancora sconosciuto. Unica alternativa: colonizzare lo spazio. In una intervista pubblicata dal Daily Telegraph, Hawking si dichiara «molto piu' preoccupato per la biologia che per le armi nucleari, perché quest'ultima richiede grandi installazioni, mentre per le armi biologiche sono sufficienti piccoli laboratori. E non si possono controllare tutti i laboratori del mondo. Il pericolo è che, accidentalmente o volontariamente, venga creato un virus che distruggerà la razza umana». Per questo, Hawking non crede che «l'uomo possa sopravvivere ai prossimi mille anni, a meno che non si disperda nello spazio. Ma io sono ottimista: conquisteremo altri pianeti».

Lo scenario apocalittico descritto dal fisico Stephen Hawking, tuttavia, sono state fortemente criticate da Benny Peiser, della John Moores University di Liverpool. Peiser, che è un esperto di movimenti apocalittici e neocatastrofismo, ha definito le profezie di Hawking prive di fondamento, sottolineando che negli ultimi anni le calamitose previsioni del fisico si sono fatte sempre meno ragionevoli e sempre più arbitrarie nell'indicazione delle cause che condurranno alla distruzione finale. Nell'ultima intervista, infatti, Hawking prevede che il genere umano sarà cancellato dalla faccia della Terra per colpa di un virus, probabilmente prodotto dall'ingegneria genetica. Ma l'anno scorso, ricorda Peiser, Hawking aveva detto che a farci sparire per sempre sarebbe stato il riscaldamento globale, che avrebbe trasformato il pianeta in un inferno simile a Venere. Comune ad entrambe le previsioni, il tempo rimasto a disposizione dell'umanità: mille anni, sia che a ucciderci sia un virus letale sia che lo faccia il clima incandescente. Insomma, conclude Peiser, le profezie di Stephen Hawking, ritenuto uno dei fisici e cosmologi più brillanti degli ultimi decenni, sarebbero solo "deplorevoli esagerazioni"

enel.it    da Lanci 

.

the human race is in danger of being wiped out in the next 100 years, and it's all our own fault.
According to the BBC, the physicist says he believes humanity will face dangerous scenarios of our own making during the next century, including nuclear war, global warming and genetically-engineered viruses.

fb/AOL - 2016  -  
bcove.me
  -  daytondailynews.com

 

 

 

terra invivibile -  tra 100 anni su un altro pianeta 

ipotesi futuribile ma a un'unica condizione
" che non ci sterminiamo prima gli uni con gli altri "
larepubblica.it 

 

MARTE

 l'uomo avrà una dimora sulla luna tra 20 anni

e colonizzerà il pianeta Marte entro il 2046

Il rischio di annichilimento della razza umana

sta crescendo giorno dopo giorno
adnkronos - 2006

 

l'umanità non sopravviverA' ai prossimi cento anni

a meno che non scappiamo nello spazio

We must continue to go into space for humanity.

If you understand how the universe operates you control it in a way .
We won’t survive another 1,000 years without escaping our fragile planet.

 

Scompariremo e sarà tutta colpa nostra
Se entro mille anni l'essere umano non imparerà a domare  la propria aggressività potrebbe auto-distruggersi

con una guerra nucleare o batterica
video.repubblica.it  -   2017

 

 

 

Gli uomini devono colonizzare i pianeti degli altri sistemi solari viaggiando con mezzi simili a quelli di Star Trek.
Prima o poi un disastro come una collisione con un asteroide o una guerra nucleare ci spazzerà via.
Ma una volta create delle colonie indipendenti nello spazio, il nostro futuro sarà assicurato.

premiato con il più antico riconoscimento riservato alle scoperte scientifiche, la medaglia Copley della Royal Society britannica ...

reuters - nov  2006

.

i giorni sulla terra sono contati
Non credo che vivremo altri mille anni, quindi dobbiamo pensare a come lasciare questo pianeta.
La nostra immagine dell'universo è cambiata radicalmente negli ultimi 50 anni e sono felice di aver dato un piccolo contributo.

conferenza a tenerife spagna - elmundo.es - lantidiplomatico.it - 2016

Sono convinto che per l’uomo sia arrivato il momento di lasciare la Terra .
sta cominciando a diventare troppo piccola per noi . Le nostre risorse fisiche si stanno rapidamente esaurendo.
Sparpagliarsi nello spazio cambierà completamente il futuro dell’umanità.
starmus festival - trondheim - norvegia
ilfattoquotidiano.it - 2017

 

c'è vita lA fuori
... il fisico ha espresso il suo parere anche a proposito del progetto
SETI. Secondo lo scienziato, l'assenza di segnali provenienti dallo spazio potrebbe dipendere da tre ipotesi: la prima prevede che le forme di vita nell'universo siano estremamente rare; la seconda è che ci siano molte forme di vita primitive, ma scarseggino quelle intelligenti; nell'ultima, la più inquietante, Hawking ammette che le civiltà intelligenti possano tendere a distruggersi velocemente tra di loro.
alessandro lucarelli - punto-informatico.it

Watch out if you would meet an alien. You could be infected with a disease with which you have no resistance.
msnbc.msn.com

GLI ALIENI ESISTONO MA SONO STUPIDI
possiamo trovare - batteri - alghe - muschi - licheni - insetti. Meno facile che si sia sviluppata una vita intelligente.
l'intelligenza è un evento molto raro ...
... Hawking ha evocato incoraggiando il genere umano a gettarsi alla conquista dello spazio e colonizzare altri pianeti.

- La decisione di emigrare nello spazio cambierebbe completamente il futuro della razza umana e da questa scelta potrebbe dipendere anche la sopravvivenza stessa della nostra specie.  -

Chi si oppone alla colonizzazione dei corpi celesti - come la Luna e Marte - si comporta come coloro che intralciarono Cristoforo Colombo.

Parola di Hawking.
corriere.it  - 2008
alieni

Se gli alieni venissero a trovarci, il risultato sarebbe simile a quando Colombo sbarcò in America, quando le cose non andarono molto bene per i nativi americani.     Dobbiamo solo guardare in noi stessi per vedere come una vita intelligente potrebbe svilupparsi in qualcosa che sarebbe meglio non incontrare. - sh
. programma tv 'into the universe with stephen hawking - 2010  -   da breve storia della mia vita - 2010
focus.it  - 14.3.2018

 

 

 

 

cosa c’era prima del big bang ?
Cosa dicono le grandi religioni sull’origine del cosmo

Buddismo - nata nel quinto secolo avanti Cristo
La materia è eterna e ogni cosa deve la sua esistenza alla materia, che segue leggi meccaniche senza alcun intervento divino.
L’universo quindi esiste da sempre.
Filosofie induiste - risalenti a 20 secoli prima di Cristo
L’universo è sempre esistito, e non ha un significato teleologico (cioè non è stato creato per uno scopo). Inoltre, è una pura apparizione. La sola realtà è Brahman, la consapevolezza infinita.
Taoismo - sorta nel sesto secolo avanti Cristo
Ogni cosa è nata da sé e l’universo è eterno. In esso tutto si muove armoniosamente, grazie alla forza del Tao, in base a leggi proprie.
Cristianesimo, Islamismo, Ebraismo
In tutte e tre le grandi religioni monoteistiche, sia pure con qualche differenza, si afferma che Dio è eterno ed è il creatore di ogni cosa, inclusa la materia e l’universo stesso.
corriere.it
startrekitalia.com

.

prima del big bang
non ha senso parlare di un tempo prima della nascita dell'Universo -  sostiene Hawking -  perché il tempo è stato sempre presente, sebbene in una forma diversa da quella che noi umani siamo abituati a misurare.
- I confini dell'Universo non esistono.

Lo spazio-tempo euclideo è una superficie chiusa senza fine, come la superficie della Terra. Non c'è nulla a sud del Polo Sud, allo stesso modo non esiste nulla prima del Big Bang  . -SH
elisabetta intini - focus - 2018

.

Secondo la teoria generale della relatività di Einstein, spazio e tempo insieme formano un continuum spazio-tempo.
Si può considerare il tempo ordinario e reale come all'inizio del Polo Sud, che è un punto liscio dello spazio-tempo in cui le normali leggi della fisica reggono. Non c'è nulla a sud del Polo Sud, quindi non c'era nulla prima del Big Bang.
il tempo così come lo intendiamo oggi è iniziato con il Big Bang. -SH

guido chierchia - mondofox.it - 2018

I was getting into bed shortly after the birth of my daughter, Lucy.

My disability made this slow, so I had time to think about black holes.   Suddenly I realised that if two black holes collided and merged, the area of the horizon of the final black hole would be greater than the sum of the areas of the original black holes. I was so excited I didn’t get my sleep that night. - sh
fb/wired - 2015

L’Università di Cambridge ha reso disponibile online la tesi di dottorato di Stephen Hawking e il sito è collassato
Lo scienziato vivente più famoso al mondo si conferma come l’uomo dei record, ma questa volta non ha dovuto fare nulla. È bastato pubblicare la ricerca  '
Proprietà degli universi in espansione’   da lui scritta nel 1966 per mandare in tilt il sito della facoltà a causa dei troppi accessi.
- Chiunque, ovunque nel mondo, dovrebbe avere accesso libero e senza impedimenti non solo alla mia ricerca, ma anche alle ricerche di qualunque grande grande mente che si interroga sullo spettro dell’umana comprensione - ha detto Hawking.
agi - 2017

.

first paragraph of Hawking’s introduction :
The idea that the universe is expanding is of recent origin. All the early cosmologies were essentially stationary and even Einstein whose theory of relativity is the basis for almost all modern developments in cosmology, found it natural to suggest a static model of the universe.     However there is a very grave difficulty associated with a static model such as Einstein's which is supposed to have existed for an infinite time. For, if the stars had been radiating energy at their present rates for an infinite time, they would have needed an infinite supply of energy.   Further, the flux of radiation now would be infinite.      Alternatively, if they had only a limited supply of energy, the whole universe would by now have reached thermal equilibrium which is certainly not the case.     This difficulty was noticed by Olders who however was not able to suggest any solution.     The discovery of the recession of the nebulae by Hubble led to the abandonment of static models in favour of ones which were expanding.
openculture.com - 2017

.

In my doctoral thesis I showed that, according to Einstein’s theory of relativity, the universe must have had a beginning. But the theory of relativity did not say how the universe had begun.     Since then, a key focus of my research has been to better understand the origin of the universe.    I am pleased to present a new film which explains the model I developed over the years, initially with James Hartle and then later with Thomas Hertog and others.    In "Before the Big Bang 5: The No Boundary Proposal", Jim, Thomas and I guide you through our No Boundary Proposal for the quantum origin of the universe and reveal how it can explain some of the universe's deepest mysteries.    The film is free to view and part of a series developed by Youtuber skydivephil to explore competing models of the early universe.    We hope you share and enjoy. -SH
fb/sh - 2017 - https://youtu.be/Ry_pILPr7B8

 


Brief Answers to the Big Questions
- postumo - 2018
The final book from Professor Stephen Hawking, the bestselling author of A BRIEF HISTORY OF TIME and arguably the most famous scientist of our age, BRIEF ANSWERS TO THE BIG QUESTIONS is a profound, accessible and timely reflection on the biggest questions in science.
Where did we come from?
What is inside a black hole?
Is there other intelligent life in the universe?
How will we survive on earth?
How can we colonise space?
Will we ever be able to go beyond the Solar System?
hodder.co.uk - physicsworld.com - pages.hachette.co.uk - facebook.com/stephenhawking - 2018
La razza umana dovrà trasferirsi altrove
In breve, l’avvento dell’IA superintelligente sarebbe la cosa migliore o peggiore che dovesse mai accadere all’umanità. Il vero rischio con l’intelligenza artificiale non è la malizia, ma la competenza. Un’IA super-intelligente sarà estremamente brava a raggiungere i suoi obiettivi, e se questi obiettivi non sono allineati con i nostri, siamo nei guai. Probabilmente non sei un malvagio nemico che muove le formiche per malizia, ma se sei responsabile di un progetto idroelettrico di energia verde e c’è un formicaio nella regione da allagare, peccato per le formiche.   Non poniamo l’umanità nella posizione di quelle formiche .  -sh
antonio piazzolla - sciencecue.it - thetimes.co.uk -  focs.it - 2018

 

 

Ma l'universo è davvero infinito ?

Questa è una questione piena di sottigliezze

John D. Barrow lavora a Cambridge nella porta accanto a quella del celebre astrofisico Stephen Hawking   - panorama

 

Top 10 Science Jokes Told By Stephen Hawking
http://youtu.be/Ml0dTQrMRZ0  - 10. why are books about anti-gravity such good reads ?
http://youtu.be/9TSiRWs81tk  - 9. what does a subatomic duck say ?
http://youtu.be/VXMb-vh5f-4  - 8. higgs boson walks into a church
http://youtu.be/c5bY7_MuOSk  - 7. what did Mars say to saturn ?
http://youtu.be/9b6BgQ8E2Ak  - 6. what is a black hole ?
http://youtu.be/ctUiqrKA6JQ  - 5. two atoms were walking across the road
http://youtu.be/Kivq1yQghjw  - 4. a neutron walks into a bar
http://youtu.be/01eufoHB6QM  - 3. why does the noble gas always cry ?
http://youtu.be/Q3SSdKf1TrE  - 2. knock knock
http://youtu.be/u0ZgedSFMJ8  - 1. two satellites got married

fb/sciencechannel  -  blogs.discovery.com 

 

...

 

Imagination

remains our most powerful attribute

With it we can roam anywhere in space in time
https://youtu.be/B91cd3DOHL4  -  why exploring space matters - 2016

 

*

Look up at the stars and not down at your feet
Try to make sense of what you see, and wonder about what makes the universe exist

Be curious

 

 

*

 

    hawking pagina due   

 

 

links

http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=15&biografia=Stephen+Hawking

http://it.wikipedia.org/wiki/Stephen_Hawking

www.space.com/15923-stephen-hawking.html

 

 

altri autori            home

 

 

PRIVACY