al eJa ndR joD OroWs k prull ansky

joDo

TOCOPILLA  CILE

17 FEBBRAIO 1929

i don't live

in france

i live in myself

La nacionalidad es un límite del ego. Tu Ser esencial es cósmico

 

www.facebook.com/alejandrojodorowsky

www.culturafnac.es

 

 

Alexandro Jodorowsky PRULLANSKY

was born in Chile IN TOCOPILLA ON  17.2.1929 but moved to Mexico and made nearly all his films there. He is a wildly creative artist. in paris since 1953 He started his career as a mime artist with Marcel Marceau  and was also a stage actor.   He is also an artist, writer, actor and director. Since his first film in the late sixties, the controversial Fando & Lis, he has unfortunately only made a handful of films; but he has left an indelible mark on the avant-garde cinematic landscape.
wayney.pwp.blueyonder.co.uk

nato nel Cile del Nord  da immigrati ebreo-ucraini  vive dal 1953 a Parigi   -   Scrittore, mimo, attore, saggista, regista cinematografico e teatrale, autore di teatro, drammaturgo, poeta, romanziere, sceneggiatore di fumetti .  

co-fondatore del movimento teatrale panico.

Negli anni 60 entra in contatto con Paquita, una guaritrice messicana che cura i malati con metodi poco scientifici ma capaci di portare il paziente a cambiare la propria percezione del mondo ritrovando una forza positiva interna per superare limiti che sembrano invalicabili. È un modo magico e teatrale al contempo, che consente di entrare in contatto con l’inconscio. Ne resta affascinato e comincia a praticarlo, definendolo psicomagia.

raffaella roversi - 2duerighe.com

Alejandro Jodorowsky PRULLANSKY è nato a Iquique Cile il 17 febbraio 1929. Suo nonno era un ebreo d'origine russa, sfuggito alle persecuzioni in Ucraina e stabilitosi successivamente in America del Sud. Jodorowsky racconta che suo nonno avrebbe attraversato la Cordigliera delle Ande a dorso di mulo: era la prima volta che la Torah (la legge ebraica) entrava in questa maniera in Cile. Col nonno c'era anche il padre di Alejandro, che emigrò poi nella parte settentrionale del paese, a Iquique, città prossima al confine con il Perù e la Bolivia, dove incontrò una giovane cantante d'opera, figlia di un ballerino, anche lui di origine russa. Si sposarono.

Alejandro  dimostra subito di essere  un bambino precoce.

naturalizzato francese.

- Grand'Ufficiale dell'Ordine al Merito Educativo e Culturale Gabriela Mistral - 2002

- officier de l'ordre des arts et des lettres - nomina del ministro francese della cultura - 2015

- Pardo d'onore al Festival di Locarno  - 2016

- aquila film festival - miglior film - poesia sin fin  - 2017

ultrazine.org

www.culturafnac.es

http://it.wikipedia.org/wiki/Alejandro_Jodorowsky#Biografia

http://eoleblog.com/2010/10/06/les-fabulas-panicas-dalexandro-jodorowsky

 

¿Definirme? ¿Cómo? Solo me conozco por lo que no soy

Trato de liberarme del ego arrificial para situarme en el yo auténtico

Toda luz interior nace junto a una sombra sacrificada

Los límites del ego deben ser fortificados antes de volverlos transparentes

Para lograr la trascendencia, antes hay que establecer una sana identidad
fb/aj - 3.10.2018

www.youtube.com/watch?   -  MASTER CLASS DI AJ  

http://youtu.be/vxBZv9HyUAU   -   OPTIMISMO

https://youtu.be/3cZ6AcP2Q2o   -   la vida es eterna

facebook.com/PascaleMontandonJodorowsky/videos  - fb2018 - HAPPINESS

https://youtu.be/NtWzBaYIix8  - fb2018  -   about life and books

 

***


VIENI A ME
Vieni a me come brezza senz'uscita
per nascere in ciò
che dalla ferita scaturisce
là dove non è più possibile nidificare
Umile e silenziosa
t'abbandoni al torrente
libera non ti dici ma sai sorridere
quando non chiedi
perchè tutto hai perso
tranne te stessa
Entrando nel piacere ombra su ombra
io della tua pelle vuota
tu dell'oblio della mia anima
come sopravvissuti di tutte le guerre
ogni carezza è un uccello miracoloso
ogni bacio un parto
ogni orgasmo un Eden nel nulla



Quando cieco ti cercavo

la mia anima ti stava partorendo
mentre lasciava orme a forma di luna
Non c'erano pareti nella mia stanza
solamente angoli
dove ombre con mille braccia
chiedevano splendori
Non c'era un pane nel mio altare
e nella vecchia pergamena
le mosche divoravano
le amare lettere sacre
Non cresceva un albero di mele
nel mio solitario letto
e le dita delle mani
se le portava il vento
Fu così che ti costruii
trasportando in carne i miei sogni
con lo splendore della luna
donandoti una pelle d'argento
collocando un occhio vivo
nelle tue mille mani che implorano
affinchè duplicata in quattro
tu fossi il calice della mia tavola
e nelle tue innumerevoli labbra
si tatuasse il nuovo credo
La tua voce senza fine che entra
nel mondo come un'ostia rossa
fino a paralizzare l'infinito
specchio in un'eterna immagine
Quando attraversi il vuoto
che giace sotto il tempo
lì dove i contrari
altro non sono che dolori
del mio proprio misterioso cuore
senza individuo
solo allora i miei occhi
si distaccano dal mondo
per vederti nel centro
intorno al quale mi creo
Solo allora m'immergo
nelle tue acque celestiali
e lo spazio indugia
fino a che muore il tempo
e la coscienza nella mia materia
è un dio indifferente
e l'attore e lo spettatore
sono una stessa ombra
e nella fortezza mentale
si apre un abisso verde
lì tu sola ci sei tu sempre tu
definitivamente tu
vergine di carne
in cui mi si è dissolta l'anima
luce rossa sangue dell'alba



Anche d'amore
La rosa che da giorni agonizza
in questo bicchiere
non smette di concedermi
la realtà del suo profumo
corpo invisibile che aderisce ai libri
che eternamente si estende nell’aria
Anche d’amore deve parlare il poeta
dissanguandosi in parole
che sono la sua anima
E’ il canto degli uccelli
che salutano la luna
è la morte trasformata in lingua
Non è che io solleciti le tue carezze
né tantomeno il latte
che ti promette il futuro
come un cane cieco
inseguo la tua assenza
i petali in cenere prima cadono a terra
poi viene il vento

e li trasforma in aria
ma nella mia carne continua
a persistere il loro profumo
mentre scrive il poeta agonizza
dentro un bicchiere d’acqua.



Se la realtà

è come un sogno
dobbiamo agire senza subirla,
così come facciamo in un sogno lucido
ben sapendo che il mondo
è quello che crediamo che sia.
I nostri pensieri
attraggono i loro simili.
Verità è quello che è utile
non soltanto per noi
ma anche per gli altri.
Tutti i sistemi che in un momento
ben preciso
sono necessari,
in seguito diverranno arbitrari
e noi abbiamo la libertà
di cambiare sistema.
La società è la risultante
di quello che lei crede di essere
e di quello che noi crediamo che sia.
Possiamo cominciare
a cambiare il mondo
cambiando i nostri pensieri.

 

 

Senza conoscermi
non smetto di bastonare
la mia ombra

 

 

 

Abbandonata per strada
a chi appartiene
quest’ombra?

 

 


INVECCHIA SOLO
QUELLO CHE STA DI FRONTE A ME
NELLO SPECCHIO




MI SENTIVO VUOTO
NON POTEVO SCRIVERE
NE` PENSARE NE` SENTIRE
SE MI AVESSERO CHIESTO CHI ERO
LA MIA RISPOSTA SAREBBE STATA
SONO UNO SPECCHIO IN FRANTUMI

 

 

*

. solo de amor
. di ciò di cui non si può parlare
. la danza della realtà
. il dito e la luna
. le pietre del cammino
*

Non mi piace

che la religione

sia nelle mani

di uomini

che disprezzano

le donne



DI SILENZIO IN SILENZIO
Di silenzio in silenzio cadendo
intorno a sí tanta assenza
mi precipito verso i tuoi baci
sperando di arrivare
all'infinito centro
Ma il dubbio appanna la mia certezza
Verità è che non sei mai stata
e io ti rimpiango nel futuro

 



VIAGGIO AL CENTRO
DELLA FERITA

Per quanto sepolto
nelle tenebre della mente
percepisco un uccello di luce
nei suoi profondi meandri
che lotta contro il rapace volo
e m'incatena
alla legge della ragione
Intrappolato nell'angelico intelletto
non posso scontrarmi in quanto
uomo con quello dell'uomo
A mente sgombra allora
mai getterò alle ortiche
quest'urgenza salmastra
di conoscere me stesso?
Dalla mia anima voglio solo
ciò che è inferiore al cane,
lo sterile punto dove convergono
gli ordini del mondo
là dove sotto l'eterno cambiamento
niente vive né permane
tranquillo vegetando
nel perfetto odio per la mia ombra
Come assetato in abbondanti acque

 bramo l'assenza divina
esigendo che la causa dell'amore
torni al permanente segreto
che la sparizione dell'invisibile
Essere Perfetto mi restituisca
la reale capacità di godere
per le mie numerose ferite
che il veleno del silenzio
mi liberi dell'inumano futuro
Ma quando penso "voglio"
soffro e basta in realtà
Oh compassionevoli padroni
 allontanate da me il vero oggetto
concedetemi quelli che falsi sono
segrete piaghe che tra il corpo
e l'anima scivolano
passioni senza cura
come serpenti senza fine
delle quali il cuore solo
può essere responsabile !
Senza esser tormentati dalla verità
o dalla bellezza
tagliare i lacci che all'amore
redentore ci legano
smettere di sentire dire fare
piangere eliminare dagli occhi
la madre da un trono indifferente
guardarla agonizzare
come un glauco mollusco arenato
sulla spiaggia
affinchè cessi la febbrile
santificazione del Sapere
affinché la ferita sia solamente ferita
in una carne che d'essere
necessità dell'anima rifiuta




L'ordine perfetto
esiste solo
accanto al disordine.
L'ordine totale
in un giardino
uccide il giardino



Nelle notti
in cui la luna nera cresce
fino a comprendere tutto il cielo
tu accendi il mio vuoto
mi aspiri mi crei mi trasformi in ombra
e nell'oscurità fatale
della mia dissoluzione
avida ti espandi come riccio di luce
per guidare la mia barca
fino al tuo porto di carne




Nonostante

la tua assenza
Mi rotolo in tutte le ceneri
cercando di trovare l'unico fuoco
Mi siedo a conversare con l'ombra
che un giorno d'estate
dimenticasti sul divano
Sono il sogno delle orme di alcuni passi
che una notte persero la memoria
Nessuno mai è passato di qui
S'affitTa la camera vuota
di una casa che ormai più non esiste

 

 

 

 

Il mio gatto insegue
una foglia secca
Penso alle mie credenze


 

 

 

Dopo tanti
e tanti anni a meditare
ancora continuo

ad ammazzare mosche

 

 

 

Pietre di fiume
levigo le parole
ma non le creo


 

 


Nel bosco ombroso
ho aperto un sentiero
dove nessuno cammina

Mi aspiri mi crei
mi trasformi in ombra
e nel buio fatale
della mia dissoluzione
avida ti espandi
come un riccio di luce
per guidare la mia barca
fino al porto della tua carne



POCO A POCO
Poco a poco stai entrando
nella mia assenza
goccia a goccia
riempiendo la mia coppa vuota
là dove sono ombra
non smetti di apparire
perchè soltanto in te
le cose si fanno reali
allontani l’assurdo e mi dai un senso
ciò che ricordo di me è quello che sei
giungo alle tue sponde
come un mare invisibile

solo de amor


MONOLOGO
amo sviluppare la mia coscienza
per capire perché sono vivo
cos'è il mio corpo e cosa devo fare
per cooperare con i disegni dell'universo
Non mi piace la gente che accumula
informazioni inutili
e si crea false forme di condotta
plagiata da personalità importanti
Mi piace rispettare gli altri
non per via delle deviazioni narcisistiche
della loro personalità
ma per come si sono evolute interiormente
Non mi piace la gente la cui mente
non sa riposare in silenzio il cui cuore
critica gli altri senza sosta
la cui sessualità
vive insoddisfatta
il cui corpo s'intossica
senza saper apprezzare di essere vivo
Ogni secondo di vita è un regalo sublime
Mi piace invecchiare
perché il tempo dissolve
il superfluo e conserva l'essenziale

Non mi piace la gente che
per retaggi infantili trasforma le bugie
in superstizioni
Non mi piace che ci sia un papa
che predica senza condividere
la sua anima con una "papessa"
Non mi piace che la religione
sia nelle mani
di uomini che disprezzano le donne
Mi piace collaborare e non competere
Mi piace scoprire in ogni essere
quella gioia eterna che potremmo
chiamare Dio interiore
Non mi piace l'arte che serve solo
a celebrare il suo esecutore
Mi piace l'arte che serve per guarire
Non mi piacciono le persone
troppo stupide
Mi piace tutto ciò che provoca il riso
Mi piace affrontare volontariamente
la mia sofferenza con l'obiettivo
di espandere la mia coscienza

parole note - par osmar

http://youtu.be/HHkZX14oHRI


Se della mia voce
Se della mia voce potessi liberarmi
per attorcigliare la tua gola alla mia
e solo usare quell'oceano
formato dalle tue parole
che nettare sono
per la mia lingua di orfano
di vedovo di straniero
Se smettere potessi d'essere assente
per trasformare la tua anima
nella mia patria
lasciandoti sentire per una volta
l'impatto mortale del mio silenzio
In fondo altro non sono
che il ricordo della tua voce
Ogni volta che mi rifiuti
finisci di partorirmi



Non so dove vado
Non so dove vado
ma so con chi vado
Non so dove sono
ma so che sono in me
Non so che cosa sia Dio
 ma Dio sa che cosa sono
Non so che cosa sia il mondo
ma so che è mio
Non so quanto valgo
ma so non fare paragoni
Non so che cosa sia l’amore
 ma so che godo della sua presenza
Non posso evitare i colpi
 ma so come sopportarli
Non posso negare la violenza
ma posso negare la crudeltà
Non posso cambiare il mondo
ma posso cambiare me stesso
Non so che cosa faccio
ma so che sono fatto
da ciò che faccio
Non so chi sono
 ma so che sono colui che non sa

 

 

Un’arpa la mia testa

quando il vento
agita i suoi capelli

 

 

 

Oggi stesso

smetti di criticare il tuo corpo
Accettalo com’è

senza preoccuparti

degli sguardi altrui
Non ti amano perché sei bella
Sei bella perché ti amano

 

 

 

Notte senza luna
una sola lucciola
illumina tutto il cielo

 

 

Notte senza luna
Mille mosche inseguono
una lucciola

 

 

Nell’acqua
il riflesso della mia mano
accarezza la luna

 

 

 

No seré yo quien dejará
que la muerte lo sorprenda
como un animal pasivo
devorado por la sombra.
Quiero asociarme a esa muerte
como una mujer pariendo
para lanzar mi conciencia
más allá de sus fronteras
sumergirme en el abismo
disolverme dando gracias
y abandonar este mundo
como una flor que se abre.
fb/aj - 20.12.2016

Saggezza
Due monaci pregano senza sosta -  uno è corrucciato, l'altro sorride.
Il primo domanda   Com'è possibile che io viva nell'angoscia e tu nella gioia se entrambi preghiamo per lo stesso numero di ore?
L'altro risponde    Perchè tu preghi sempre per chiedere e io prego solo per ringraziare.


il nostro incontro
corro portando tra le mani

come un carbone acceso
l’istante che agonizza.

Insieme a me se ne vanno le stelle
e questo mulinello di materia intorno al niente.
Con i palmi ardenti ho trasportato

il gioiello dal remoto
per offrirtelo come uno specchio:

quello che vedi non è il tuo viso
ma un fiume in piena che si porta tutte le anime
tranne la tua e la mia.

Il nostro incontro ci ha lasciato fuori
dallo spazio, dal tempo e da noi stessi.
Siamo definitivamente l’istante che non muore.

 

 

 

 

rocca imperiale
stele con la poesia 'il nostro incontro'

dal 7 dicembre 2013

 il paese della poesia - il federiciano

 

***

l'universo è un meraviglioso caos

privo di gerarchie

dove il micro e il macro

hanno uguale importanza

  nell’inconscio tutti i valori

si dissolvono nello stesso sogno


l
’unico strumento che può salvarmi la vita è l’immaginazione

 

Il était une fois un petit poisson qui entendit parler de l’océan
Depuis ce jour il chercha désespérément non sans angoisse

Après de nombreuses années il alla voir le vieux Kraken
Personne n’a vu l’océan !
Pour le voir tu dois risquer ta vie !
Tu dois franchir la limite interdite et monter sur le rocher le plus haut

Le poisson sortit sur la plage et grimpa en s’asphyxiant sur le rocher la plus élevée 
juste avant de mourir dit
Je meurs heureux car je viens de trouver l’océan !

ingrandisci  

 ingrandire

***

Se ti sbrighi mi raggiungi

Se rallenti ti raggiungo io

Se cammini tranquillamente ti accompagno
Se ti metti a girare in tondo danzo insieme a te

Visto che il nostro incontro è inevitabile affrontami adesso !

Sono la tua ombra interiore

quella che ride dell'illusione che chiami realtà
AJ - 13esimo Arcano

feltrinellieditore.it/opera/opera/conversazioni-sulle-vie-dei-tarocchi

 

 

 


L'arte della lettura del tarocco  

Il tarocco è un messaggio inviato dal fondo dei secoli, libero da ogni limite, allo scopo di diventare la chiave dell'Arcano Unico che non è altro che la Coscienza. Senza autori precisi ne radici geografiche, storiche e ideologiche, si colloca nella Libertà infinita della Coscienza e rifiuta le religioni i templi che si potrebbero praticare o innalzare a nome suo. E' solo uno strumento umile e grandioso al servizio del Cosmo.La Venerabile Entità propone che ciascuno di noi diventi uno dei creatori. Ci propone una struttura che dobbiamo popolare e abitare e ci consente così di collaborare a questa Grande Opera ...

Chiudi gli occhi e immagina qualcosa di bello, il più bello che puoi immaginare.    Questo ti farà un bene enorme, molto più di un medicinale rimborsato dall’assistenza sanitaria.     Adesso dì grazie a tutto, a tutte le parti del tuo corpo; per esempio, ringrazia il potere del tuo corpo di guarire una ferita.    Già, si può ringraziare di essere vivi, è un regalo.
io e i tarocchi

Psicomagia e Psicogenealogia
"Accedere ai problemi significa entrare nella sua famiglia, penetrare l'atmosfera psicologica del suo ambiente. Tutti siamo marcati, per non dire contaminati dall'universo psicomentale dei nostri antenati. Così molti individui fanno propria una personalità che non è la loro, ma che proviene da uno o più membri della loro cerchia affettiva. Nascere in una famiglia è, diciamo, essere posseduto. Questo possesso si trasmette di generazione in generazione:la persona stregata si converte in stregone, proiettando su i suoi figli ciò che prima era stato proiettato su di lei … a meno che non si acquisti coscienza della situazione e si rompa il circolo vizioso. Perché la presa di coscienza divenisse efficace, dovevo far agire l'altro, indurlo a compiere un azione precisa, senza per questo assumerne la tutela o diventarne la guida per tutta la vita. Così è nato l'atto psicomagico …"

ultrazine.org

http://it.wikipedia.org/wiki/Alejandro_Jodorowsky#Biografia

https://youtu.be/xEez9yc3IbQ    -   psicomagia da niente è come sembra

.

EL TAROT SAGRADO
El Tarot debe ser estudiado y tratado como un instrumento musical. Un gran violinista no dice en su primer año de estudio "Ya domino el funcionamiento del violín, puedo hacer lo que hace mi maestro. Me pondré a dar conciertos." El maestro ha llegado a ser Maestro después de muchos años de estudio, de ejercitarse continuamente, de desarrollar su sensibilidad, de compronder el profundo sentido de lo que interpreta. Un gran músico nunca cesa de progresar, el estudio de un instrumento musical nunca se acaba. Yo llevo más de 50 años practicando el Tarot, y aún hoy, casi a los 90 años, sigo progresando y descubriendo en él nuevos valores. Cuando un artista se comercializa, el arte piersde lo sagrado. Cuando un artista tarótico lo practica solo para adquirir poder sobre los otros, o por ganarse el biftec, o por creerse superior, comienza a dañar a sus consultantes. Yo he leído el Tarot toda mi vida en forma gratuita, y lo he practicado con un gran amor, no solo a sus maravillosas cartas (hablo del Tarot de Marsella restaurado) sino también a mis consultantes. A cada persona que se lo leo, la trato como si fuera un pariente cercano.
fb/aj - 7.6.2018

la via dei tarocchi

youtube.com/watch?v=16knYeTwsp8

http://youtu.be/ojaDvMOITcM

http://youtu.be/X_nSPMP4x78

.

Conferenza spettacolo 2013 - psicomagia - psicogenealogia - psicoshamanesimo
Jodorowsky  propone nel suo irripetibile stile artistico aspetti della sua imprendibile e meravigliosa poetica continuamente sospesa tra simbolo e aneddoto tra bellezza e verità tra saggezza e sacra follia.
stage - coinvolgimento attivo dei partecipanti in esercizi dalla valenza altamente simbolica e metaforica come è tipico della sua poetica e del suo stile espressivo.
showville bari - puglialive.net - 2013

Milano

Jodorowsky dà la possibilità di sperimentare la forza dell’atto psicomagico, azione precisa e surreale, capace di destrutturare la ripetitività compulsiva e/o convenzionale del vivere, attivando la volontà del soggetto, che comincia così, a percepire altre prospettive. Un atto concreto anche se effimero e irrazionale, che tuttavia ha una forza liberatrice ed un dirompente impatto emotivo. L’immaginazione liberata, ridisegnerà una nuova percezione del problema. Si potranno cosi risolvere molti problemi personali con codici che vanno dritti al cuore, senza passare per il filtro della ragione.
Un seminario tra sogno e realtà, tra atti teatrali e terapie di gruppo, con rimandi alla ritualità sudamericana, alle tradizioni sciamaniche, alla lettura dei tarocchi e delle genealogie. L’incontro, unico nel suo genere, coinvolge direttamente il pubblico, chiamato sul palco a scoprire, attraverso la propria gestualità e il linguaggio, la strada verso la consapevolezza interiore e l’equilibrio con se stesso e con il proprio passato e quindi, forse, anche verso la felicità.

raffaella roversi - 2duerighe.com -  giugno 2013

I NOMI

este primer «regalo» otorgado al recién nacido lo individualiza en el seno de la familia.
La psique infantil, tal como haría un animal doméstico, se identifica a ese sonido con el que constantemente atraen su atención. Termina incorporándolo a su existencia como si fuera un órgano o una víscera más. En la mayoría de los casos, en los nombres se desliza el deseo familiar de que los antepasados renazcan: el inconsciente puede disfrazar esta presencia de los muertos no sólo repitiendo el nombre entero (en muchas familias el primogénito recibe el mismo nombre que su padre, su abuelo, su bisabuelo; si es mujer puede recibir un nombre masculinizado que pasa por ejemplo de Francisco a Francisca, de Marcelo a Marcela, de Bernardo a Bernarda, etc.). Este nombre, si viene cargado de una historia, a veces secreta (suicidio, enfermedad venérea, pena de cárcel, prostitución, incesto o vicio, quizás de un abuelo, una tía, un primo), se hace vehículo de sufrimientos o de conductas que poco a poco invaden la vida de quien lo ha recibido.

. ULTIMAMENTE SOLO HAGO INTERPRETACIONES COMICAS DE LOS NOMBRES PORQUE ES ESENCIAL QUE LAS HAGA LA PERSONA QUE ASI FUE BAUTIZADA.
. CADA VEZ QUE LE DAMOS UN NOMBRE A ALGUIEN LO BAUTIZAMOS. ES DECIR NOS ADUENAMOS DE EL .
. CUANDO UNO DEBE ENCONTRAR SU NOMBRE. DE ACUERDO A SUS CAMBIOS LOS PIELES ROJAS IBAN ADQUIRIENDO OTRAS NOMBRES.
. LA EXALTACION DE TU NOMBRE TE LO PUEDO EXPLICAR EN EL BLOG PLANO CREATIVO O EN MI LIBRO ' OJO DE ORO ' .
. SUGERENCIA DE AJ PARA FUTURAS MADRES .
  DALES UN NOMBRE PERO EDUCARLOS PARA QUE A PARTIR DE LOS 13 ANOS PUEDAN ELEGIR OTRO.
  MI HIJO AXEL ELIGIO LLAMARSE CRISTOBAL .

planosinfin.com   -  plano-creativo.com -  manual de psicomagia - onsejos para sanar tu vida  -    2013

.
¿Cuál es la diferencia entre un artista mediocre y uno genial?
Los artistas mediocres se nutren de pasiones reprimidas.  los geniales se nutren de pasiones vividas.
plano creativo  - fb/aj - 2014

 

 

***

Alejandro Jodorowsky

Durante un'esperienza con l'Lsd, vede il suo gatto grigio moribondo e ne prova pietà mentre la sua guida dice: «Fa crescere quest'emozione, abbi compassione di tutti gli animali, del mondo, dell'umanità intera». La scoperta della compassione è una svolta: quella rutilante avventura umana - compreso l'incontro con il mondo sciamanico, con Carlos Castaneda e i guaritori messicani da Maria Sabina a Pachita - avrebbe avuto come sbocco la cura degli altri.

Lo psicomago avrebbe fuso mondo magico-popolare e psicoanalisi lavorando sui simboli, parlando all'inconscio malato con atti apparentemente folli. Alcuni anni fa gli si presentò, accompagnato dalla moglie, un famoso attore italiano di cinema e di teatro  - nel quale è facilmente riconoscibile  VITTORIO GASSMAN malato di depressione, nonostante la «personalità sfolgorante».

Dal colloquio emerse che una madre possessiva lo aveva reso succube al punto che l'attore si affermò sulle scene e sullo schermo per esaudire il suo volere. Ma non gli piaceva recitare: di qui la depressione.   Alejandro gli consigliò un atto psicomagico: scannare un gallo sulla tomba della madre, sgocciolarsi il sangue sul pene e così via.

L'attore rifiutò per la sua posizione («se fossi un illustre sconosciuto lo farei») e si tenne la depressione.   
Altri, come il grande fumettista Moebius, guarirono grazie alla psicomagia; ma lo stesso Jodorowsky afferma che l'esito dipende dalla fede nel terapeuta, come aveva appreso dagli sciamani. Il discorso vale anche per questa lettura: un itinerario insensato per chi lo affronti con troppe riserve mentali, un viaggio liberatorio per chi si abbandoni al flusso incantatore delle parole.

cesare medail  corriere della sera 

 

 

 

***

mi gato Y YO

    

            

Alejandro and Dulce  

facebook.com/PascaleMontandonJodorowsky/videos - brushing dulce

.

Mi gato y yo no nos pedimos nada. Ni él quiere cambiarme, ni yo a él.  Simplemente nos amamos  

il mio gatto e io non ci chiediamo niente. neanche lui vuole cambiarmi, né io lui. semplicemente ci amiamo

.

--  Amor es lo que tenemos mi gato y yo :   ¡ no nos pedimos nada, y ni él quiere cambiarme, ni yo a él !

Eso es el amor :  estar contento con la existencia del otro, simplemente. No esperar nada de él

.

- cosa ti insegna il tuo gatto ?   - a essere quello che sono  e non quello che gli altri vogliono che io sia
-¿qué te enseña tu gato?   - a ser lo que yo soy y no lo que los otros quieren que yo sea

fb/aj -  21.6.2016  -  22.2.2017  -  4.12.2017   -  11.5.2018  - 20.7.2018
Soy feliz cuando mi gato, sin que lo acaricie, me mira y ronronea

sono felice quando il mio gatto , senza che io lo accarezzi, mi guarda e fa le fusa

fb/aj -  21 lglio 2016

soy feliz cuando mi gato, lejos de mí unos cuantos metros, me mira y ronronea
sono felice quando il mio gatto, lontano da me pochi metri, mi guarda e fa le fusa.

fb/aj - 12 maggio 2018

Five cats and a woman - That is all I need in life
aj

*

I Gatti sono un Mistero -  i Tarocchi sono un Mistero
quando due misteri comunicano ecco che nasce la Bellezza
Io scrivo di Tarocchi per parlare dei gatti
e scrivo di Gatti per parlare di Tarocchi

*

un oiseau nè en cage

pense que voler est une maladie

 

 

LIBERIAMOCI DALLE FALSITA

 http://youtu.be/3zmaTw-gDvQ   -  il falso sta crollando

http://youtu.be/98cHyrF2wkI  -  la nostra nascita

 http://youtu.be/_kHLuPiz2_U  -  senso della vita

.

Vivimos en un mundo

donde las cosas cambian de formas

sin cambiar de contenido

...

 

ACCETTA TE STESSO COSI COME SEI ED AVRAI MESSO A TACERE IL PIU SEVERO DEI GIUDICI

...

 

17 febbraio  - auguri  !

 

La gente desidera smettere di soffrire è vero

ma non è disposta a pagarne il prezzo

a cambiare a cessare di definirsi

in funzione delle sue adorate sofferenze

 

 

 

 

 

PAGINA  1  -  2  -  3

 

 

 

altri autori            home

 

 

PRIVACY