GABRIEL GARCIA MARQUEZ

*
Death really did not matter to him but life did

and therefore the sensation he felt when they gave their decision

was not a feeling of fear but of nostalgia

.

One minute of reconciliation is worth more than a whole life of friendship

one hundred years of solitude

*

 

    

 

www.facebook.com

 

FILMS & opere piu importanti

María de mi corazón - 1979
Eréndira - 1983

Un señor muy viejo con unas alas enormes - 1988
Mujer que llegaba a las seis - 1991
Eyes of a Blue Dog - 1994
El Coronel no Tiene Quien le Escriba - 1999

L'amore ai tempi del colera - 2004

Cronaca di una morte annunciata

Nessuno scrive al colonnello

La mala ora  -  2005

NOTIZIA DI UN SEQUESTRO  -  2008

Del amor y otros demonios  -  2009

memoria delle mie puttane tristi - 2012

themodernword.com

capital.it

PRINCIPALI PUBBLICAZIONI

 

2014

ci vediamo ad agosto - postumo

2012

tutti i racconti - mondadori

2010

NON VENGO A FARE UN DISCORSO

la luce e come l'acqua e altri racconti

TACCUINO DI 5 ANNI - 1980-84 -  ebook dal 2010

2009

Gabriel Garcia Marquez - A life'

CI VEDIAMO AD AGOSTO

BIOGRAFIA 'TOLLERATA' PIU CHE ‘AUTORIZZATA’

edizione postuma - 2014

2009

Come si scrive un racconto

2008

La increíble y triste historia de la cándida

 Eréndira y de su abuela desalmada

Con CD Audio

2007

diatriba d'amore contro un uomo seduto

testo teatrale

2006
La solitudine dell'America latina
Coronel no tiene quien le escriba

2005
Seventeen Po
isoned Englishmen
Memoria delle mie puttane tristi
Erendira
Cronaca di una morte annunciata
Dodici racconti raminghi
L'autunno del patriarca
L'amore ai tempi del colera
Cent'anni di solitudine - 
ebook dal 2012

2004
General in His Labyrinth
Chronicle of a Death Foretold
Opere narrative 1 - 2
A ruota libera. 1974-1995
Dell'amore e di altri demoni

2003

living to tell the tale
2002
Vivere per raccontarla

1997

News of a Kidnapping

1993

strange pilgrims

1986

The Story of a Shipwrecked SailOR

unilibro.it

 

MARQUEZ  TRA GLI AUTORI STRANIERI

PIU VENDUTI IN CHINA - 30.11.2012

NOBEL LECTURE 1982

' for his novels and short stories, in which the fantastic

and the realistic are combined in a richly composed world of imagination

reflecting a continent's life and conflicts '

www.nobelprize.org/mediaplayer/index.php?id=1496

http://youtu.be/dDCz8iiNLAQ

 

If you’re going to be a writer you have to be one of the great ones

… After all, there are better ways to starve to death

GGM

Mi è stato per questo naturale interrogarmi, in quel corridoio segreto nel quale di solito trasferiamo le verità sostanziali che conformano la nostra identità, quale fosse stato il nutrimento costante della mia opera, cosa avrebbe potuto richiamare l’attenzione in modo così inequivocabile a un tribunale di giudici tanto severi. Confesso senza false modestie che non mi è stato facile trovare quella risposta, ma voglio credere che è proprio quella che avrei voluto trovare. Voglio credere, amici miei, che tutto questo è, ancora una volta, un omaggio alla poesia. Alla Poesia, attraverso la quale l’inventario infinito delle navi enumerate da Omero nella sua Iliade viene spinto da un vento che le costringe a navigare con la loro prestanza atemporale e allucinata. La Poesia che sostiene, nella sottile impalcatura dei terzetti di Dante l’intera fabbrica, densa e colossale, del Medioevo. La Poesia che, con miracolosa totalità, riscatta la nostra America sulle Alture di Machu Pichu di Pablo Neruda, il grande, il più grande, là dove continuano a distillare la loro tristezza millenaria i nostri migliori sogni senza via di uscita. La Poesia, infine, quell’energia segreta della vita quotidiana, che cuoce i ceci in cucina, e contagia l’amore e continua a ripetere le immagini negli specchi.
In ogni linea che scrivo cerco sempre, con maggior o minor fortuna, di invocare gli spiriti schivi della poesia, e cerco di lasciar in ogni parola il testimonio della mia devozione per le sue doti divinatorie, per la sua costante vittoria contro i sordi poteri della morte .

..

L'interpretazione della nostra realtà con schemi diversi contribuisce solo a renderci sempre più sconosciuti, ogni volta meno liberi, ogni volta più solitari.

..

Noi inventori di favole, che crediamo a tutto, ci sentiamo in diritto di credere che non è ancora troppo tardi per intraprendere la creazione di una nuova e devastante utopia della vita, dove nessuno possa decidere per gli altri addirittura il modo in cui morire, dove davvero sia certo l’amore e sia possibile la felicità, e dove le stirpi condannate a cento anni di solitudine abbiano finalmente e per sempre una seconda opportunità sulla terra.

.

A new and sweeping utopia of life, where no one will be able to decide for others how they die, where love will prove true and happiness be possible, and where the races condemned to one hundred years of solitude will have, at last and forever, a second opportunity on earth.

dal discorso  premio nobel 1982

 

*

When I sit down to write which is the essential moment in my life

I am completely alone

Whenever I write a book I accumulate a lot of documentation

That background material is the most intimate part of my private life

It's a little embarrassing - like being seen in your underwear

It's like the way magicians never tell others how they make

a dove come out of a hat

*

 

Yo no vengo a decir un discurso  - Non vengo a fare un discorso
22 testi scritti per essere letti in pubblico ... un discorso da quando aveva 17 anni ai suoi 80 anni ...
non solo sintetizza le sue ossessioni come scrittore, ma puntualizza alcuni dei temi che lo preoccupano come cittadino, tra i quali quelli della sua Colombia, la proliferazione nucleare, i disastri ecologici, il futuro della gioventù e l’educazione in America Latina

blitzquotidiano.it - 2010

I più importanti e affascinanti discorsi pubblici di Gabriel Garcia Marquez per la prima volta raccolti in un libro."Quello che scopro, rileggendo questi discorsi, è quanto sono cambiato e la mia evoluzione come scrittore" --- Non tutti sanno che Marquez è sempre stato allergico ai discorsi pubblici, tanto da affermare in una conferenza del 1972 che ci sono:" due cose che mi ero ripromesso di non fare mai: ricevere un premio e tenere un discorso". nel 1982 riceve il Premio Nobel e durante le cerimonie all'Accademia di Stoccolma terrà due memorabili discorsi intitolati "La solitudine dell'America Latina" e "Brindisi per la poesia". Se il primo è un atto d'amore e di speranza verso la sua terra, ferita dalla storia ma sempre a testa alta, il secondo è un elogio alla magia della poesia "energia segreta della vita quotidiana che cuoce i ceci in cucina, diffonde l'amore e trasforma le immagini in specchi". Due interventi che ben sintetizzano i temi e lo stile dei discorsi, delle dissertazioni e delle conferenze contenute in questo libro, che includono tutto quello che Marquez ha scritto per una lettura pubblica, a partire dal 1944 fino al 2007. Ventidue testi inediti che coprono i temi centrali della letteratura di Garcia Marquez ma aiutano anche a comprendere più profondamente la sua vita.

unilibro - 2010

 

 

 

Prima biografia autorizzata

Gabriel Garcia Marquez sente "un enorme fascino per il potere - Questo fascino non e' gratuito ma nasce dal desiderio di perseguire determinati obiettivi" spiega Gerald Martin autore di     ' Gabriel Garcia Marquez:  A Life '
Sin-Pam/Zn/Adnkronos - 2008

Everyone has three lives.  a public life -  a private life and a secret life.
When gerald Martin asked if García Márquez might give him access into the last of these three, the novelist replied: No, never.

una vida - gerald martin - fb/ggm 2014

Gabriel Garcia Marquez nasce il 6 marzo 1928 ad Aracataca, piccolo villaggio fluviale della Colombia. Figlio di Gabriel Eligio García, di professione telegrafista, e di Luisa Santiaga Márquez Iguarán, viene cresciuto nella città caraibica di Santa Marta - a circa 80 chilometri dal suo paese natale, allevato dai nonni (il colonnello Nicolás Márquez e la moglie Tranquilina Iguarán).
biografieonline.it

 

NOTIZIA DI UN SEQUESTRO  1996  - DIVENTA FILM

La trama è quella che lo scrittore e giornalista colombiano definì "l'impresa più difficile della mia vita", in cui riscoprì la sua passione per le inchieste. Nel ROMANzo, come nel film, si ricostruiscono le vicende dei dieci rapimenti effettuati in Colombia dai narcotrafficanti – in particolare della figura di Pablo Escobar - tra l'agosto del 1990 e il luglio dell'anno successivo.
loudvision.it - 2008

 

 

 

dell'Amore e di altri demoni

Quando fai sesso con una donna, e non la ami, è facile essere sicuri di sé. Non ti poni il problemi di piacere.
Ma tu prova a fare sesso con una donna che ami.
   Comprenderai le mie paure.    Proverai la tremenda ansia di non essere abbastanza . L'AMORE CI RENDE FRAGILI ...

.

E presi coscienza che la forza invincibile che ha spinto il mondo non sono gli amori felici bensì quelli contrastati .

.

Nel frattempo - disse Abrenuncio  - suonatele musica, riempite la casa di fiori, fate cantare gli uccelli, portatela a vedere i tramonti sul mare, datele tutto quanto può farla felice . Si congedò con uno svolazzo del cappello per aria e la sentenza latina di rigore.   Ma questa volta la tradusse in onore del marchese:  - Non c'è medicina che guarisca quello che non guarisce la felicità.

.

This was when she asked him whether it was true that love conquered all, as the songs said. 'It is true', he replied, 'but you would do well not to believe it'  ...

Aveva sempre pensato che smettere di credere causasse una cicatrice incancellabile là dove c'era stata la fede, che impediva di scordarla. Quello che gli sembrava inconcepibile era sottoporre una figlia al castigo degli esorcismi.
- Fra questo e la stregoneria dei negri non c'è molta differenza - disse
- E peggio ancora, perché i negri si limitano a sacrificare galli ai loro dei, mentre il Santo Uffizio si compiace di squartare innocenti sul cavalletto o di arrostirli vivi in pubblico spettacolo .

.

Le confessò che non passava un istante senza pensare a lei, che tutto quanto mangiava o beveva aveva il sapore di lei, che la vita era lei a ogni ora e ovunque, come solo Dio aveva il diritto e il potere di esserlo, e che il godimento supremo del suo cuore sarebbe stato morire con lei.

.
On her twelfth birthday, Sierva Maria – the only child of a decaying noble family in an eighteenth-century South American seaport – is bitten by a rabid dog. Believed to be possessed, she is brought to a convent for observation. And into her cell stumbles Father Cayetano Delaura, who has already dreamed about a girl with hair trailing after her like a bridal train. As he tends to her with holy water and sacramental oils, Delaura feels something shocking begin to occur. He has fallen in love – and it is not long until Sierva Maria joins him in his fevered misery. Unsettling and indelible, Of Love and Other Demons is an evocative, majestic tale of the most universal experiences known to woman and man ...

 

Lei gli domandò in quei giorni se era vero

come dicevano le canzoni

che l’amore poteva tutto

È vero - le rispose lui - ma farai bene a non crederci

.

One never quite stops believing, some doubt remains forever

.

Come siamo lontani … sospirò
Da cosa ?       Da noi stessi

.

No medicine cures what happiness cannot

Nel frattempo suonatele musica, riempite la casa di fiori, fate cantare gli uccelli

portatela a vedere i tramonti sul mare, datele tutto quanto può farla felice.

Non c’è medicina che guarisca quello che non guarisce la felicità .

dell'amore e altri demoni  - love and other demons - 1994

 

 

 

 


 

El amor en los tiempos del cólera

L'amore ai tempi del colera  - 1985  - film 2008

LA VITA NON TE LA INSEGNA NESSUNO - ggm

 

A me basterebbe essere sicuro che tu e io esistiamo in questo momento

a mí me bastaría con estar seguro de que tú y yo existimos en este momento

 

No, not rich .    I am a poor man with money, which is not the same thing

no, non sono ricco ma sono un pover'uomo con i soldi che non è la stessa cosa

 

..il cuore le si frantumò quando vide il suo uomo supino nel fango, già morto in vita, ma che resisteva ancora un ultimo minuto al colpo di coda della morte affinché lei avesse il tempo di arrivare.
Riuscì a riconoscerla nel tumulto attraverso le lacrime del dolore irripetibile di morirsene senza di lei e la guardò l'ultima volta per sempre con gli occhi più luminosi, più tristi e più riconoscenti che lei gli avesse mai visto in mezzo secolo di vita in comune, e riuscì a dirle con l'ultimo respiro: Solo Dio sa quanto ti ho amata ...

...  

Doveva insegnarle a pensare all’amore come a uno stato di grazia che non era un mezzo per nulla, bensì un’origine e un fine in sé.

...

nella Colombia della fine del XIX secolo un giovane telegrafista si innamora, angelicandola, della figlia di un ricco e rude mercante di muli, il quale osteggia vigorosamente l'unione tra i due poiché vede nell'eventuale matrimonio combinato della bella figlia un passaporto per espandere i propri interessi commerciali e promuovere la propria condizione sociale. Fermina - questo il nome della avvenente giovane - in un primo tempo sembra votarsi con tutta l'anima all'amore platonico e sconfinato offertole da Florentino Ariza, il telegrafista, ma, vuoi per la lontananza forzosa impostale dal padre, vuoi per la frequentazione di una sua cugina disillusa e smaliziata, in lei intento e sentimento mutano improvvisamente, tant'è che, tornata a Cartagena, liquida Florentino, che durante l'esilio le ha scritto centinaia di sofferte e accalorate lettere, e sposa il bel dottore, benefattore e uomo del momento nella città devastata dal colera. Florentino ne esce distrutto. Per dimenticare Fermina si concede ad ogni donna che incontra, senza riuscire nell'intento, fino all'inevitabile anche se amaro, lieto fine ...

...  

Il mio cuore è come il mare sconfinato ed eterno anche quando è agitato dalle onde che si infrangono.
...  

Fino ad allora l'aveva sorretto la finzione che il mondo fosse quello che passava, passavano i costumi, la moda: tutto meno lei. Ma quella sera vide per la prima volta in modo consapevole come stesse passando la vita di Fermina Daza, e come passasse la sua stessa vita, mentre lui non faceva altro che aspettare.

...

Si tratta, tutto sommato, di una reinterpretazione in chiave latino-americana di uno degli archetipi eterni che caratterizzano la vita dell'uomo: la quest, la ricerca, della felicità nel rapporto amoroso, ove passione e desiderio carnale non sempre riescono a conciliarsi con l'idealismo tipico dell'amore platonico. Ma, questa almeno sembra essere la tesi di Marquez, proprio da questa apparente incoerenza di fondo, che genera una dinamica differenza di potenziale, può scaturire, sebbene in tempi e modi imprevedibili, la felicità o, perlomeno, una credibile illusione di essa ...
francesco natale - ragionpolitica.it

...

Últimas palabras del doctor Juvenal Urbino, quien deja a la muerte aguardando, hasta ver al motivo de su último aliento y le dice ...   Sólo Dios sabe cuánto te quise 

...

Dile que sí, aunque te estés muriendo de miedo, aunque después te arrepientas, porque de todos modos te vas a arrepentir toda la vida si le contestas que no.
...

Dogs were not loyal but servile, that cats were opportunists and traitors.

...

He repeated until his dying day that there was no one with more common sense, no stonecutter more obstinate, no manager more lucid or dangerous, than a poet.

... 

He allowed himself to be swayed by his conviction that human beings are not born once and for all on the day their mothers give birth to them, but that life obliges them over and over again to give birth to themselves.
In their youth, Florentino Ariza and Fermina Daza fall passionately in love. When Fermina eventually chooses to marry a wealthy, well-born doctor, Florentino is devastated, but he is a romantic. As he rises in his business career he whiles away the years in 622 affairs--yet he reserves his heart for Fermina. Her husband dies at last, and Florentino purposefully attends the funeral. Fifty years, nine months, and four days after he first declared his love for Fermina, he will do so again.
... his examination revealed that he had no fever, no pain anywhere, and that his only concrete feeling was an urgent desire to die. All that was needed was shrewd questioning...to conclude once again that the symptoms of love were the same as those of cholera.

fb/ggm

...

Lorenzo Daza ... lowered his voice. "Don't force me to shoot you," he said.    Florentino felt his intestines filling with cold froth.    But his voice did not tremble because he felt himself illuminated by the Holy Spirit.      "Shoot me," he said, with his hand on his chest.     "There is no greater glory than to die for love."
...

The lesson was not interrupted, but the girl raised her eyes to see who was passing by the window, and that casual glance was the beginning of a cataclysm of love that still had not ended half a century later.

love in the time of cholera

...

Le donne pensano più al senso nascosto delle domande che alle domande stesse.

...

Ma la ragazzina alzò gli occhi per vedere chi stava passando davanti alla finestra e quello sguardo casuale fu l'inizio di un cataclisma d'amore che mezzo secolo dopo non era ancora terminato.

...

E lo turbò il sospetto tardivo che è la vita, più che la morte, a non avere limiti .

...

Era ancora troppo giovane per sapere che la memoria del cuore elimina i brutti ricordi e magnifica quelli più belli, e che grazie a tale artificio riusciamo a tollerare il passato .

...

Io sono una nullità, non guarirò mai fino alla fine dei miei giorni; la fiamma dell’amore mi ha colpito e brucio senza rimedio; lei è una spina piantata dentro di me.. è parte di me ovunque io vada e ovunque lei si trovi.

...

Così aveva finito per pensare a lui come non si era mai immaginata che si potesse pensare a qualcuno, presagendolo dove non era, desiderandolo dove non poteva essere, svegliandosi d’improvviso con la sensazione fisica che lui la contemplasse nel buio mentre dormiva.
...

Passò un colpo di spugna senza lacrime sul ricordo di Florentino Ariza, lo cancellò del tutto, e nello spazio che occupava nella sua memoria lasciò che fiorisse un prato di papaveri.

...

Nel corso degli anni entrambi arrivarono, seguendo vie diverse, alla conclusione saggia che non era possibile vivere altrimenti, né amarsi altrimenti: nulla a questo mondo era più difficile dell'amore.

...

Era inevitabile : l’odore della mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati .

It was inevitable : the scent of bitter almonds always reminded him of the fate of unrequited love .

...

Lei l’aveva aiutato a sopportare l’agonia con lo stesso amore con cui l’aveva aiutato a scoprire la felicità.

...

Lei era così abbagliante da sembrare l'unica in mezzo alla folla .

...

Pensa all’amore come ad uno stato di grazia, non ad un mezzo per arrivare a qualche cosa, ma come all’alfa e all’omega, in sé stesso compiuto .

...

Capita che sfiori la vita di qualcuno, ti innamori e decidi che la cosa più importante è toccarlo, viverlo, convivere le malinconie e le inquietudini, arrivare a riconoscersi nello sguardo dell’altro, sentire che non ne puoi più fare a meno … e cosa importa se per avere tutto questo devi aspettare cinquantatre anni sette mesi e undici giorni notti comprese ?

...

Un uomo sa quando sta diventando vecchio perché comincia ad assomigliare a suo padre.

...

Una volta lui aveva detto qualcosa che lei non riusciva ad immaginare: gli amputati sentono dolori, crampi, solletico alla gamba che non hanno più.    Così si sentiva lei senza di lui, sentendolo là dove non c’era più .

l'amore ai tempi del colera 1985

...

I have waited for this opportunity for more than half a century to repeat to you once again my vow of eternal fidelity and everlasting love.

Un amore vero, che va oltre le convenzioni e le convinzioni personali e di tutti. Un amore che ha il suo happy end "lla fine della vita" ma non per questo non è sensuale e ricco di passione. Un amore che Mike Newell, con un magistrale Javier Bardem nel ruolo di Fiorentino Aziza, riesce a restituire senza falsi pudori e senza falsi sentimentalismi, anzi, con grande carattere e con grande energia, senza cadere nel ridicolo e nel grottesco. Un amore che si nutre di se stesso, e che il passare degli anni non fa diminuire ma anzi lo accresce in maniera esponenziale. E questo amore che cresce viene "restituito" sullo schermo con grande bellezza e maestosità da un Bardem misurato che non forza mai la recitazione, e che attraverso un lavoro di sottrazione riempie sempre di passione che trapela dolce e sinuoso dalla pellicola.
Un gioiello di film che è un inno all'amore senza frontiere di età e di nessun altro tipo ...

zabriskiepoint.net
dvd dal  2008 
- tradotto in cinese dal  2012
zabriskiepoint.net

Così pensava a lui senza volerlo e quanto più pensava a lui più le veniva rabbia e quanto più le veniva rabbia tanto più pensava a lui finché non fu qualcosa di così insopportabile che le travolse la ragione.

To him she seemed so beautiful, so seductive, so different from ordinary people, that he could not understand why no one was as disturbed as he by the clicking of her heels on the paving stones, why no one else's heart was wild with the breeze stirred by the sighs of her veils, why everyone did not go mad with the movements of her braid, the flight of her hands, the gold of her laughter. He had not missed a single one of her gestures, not one of the indications of her character, but he did not dare approach her for fear of destroying the spell.

 

Gabriel Garcia Marquez himself warned readers about his masterpiece  ' Love in the Time of Cholera '  telling an interviewer   

You have to be careful not to fall into my trap

.

 

I don't believe in God but I'm afraid of Him

.

take advantage of it now, while you are young

and suffer all you can, because these things don't last your whole life

...

L'unica cosa per cui mi dispiace morire è che non sia per amore
lo único que me duele de morir es que no sea de amor  -  the only regret I will have in dying is if it is not for love

love in the time of cholera - 1985

 

havana 1987 - con la moglie mercedes barcha sposata nel 1958

 

*

 

… di fronte a questa sconvolgente realtà che nel corso di tutto il tempo umano è dovuta sembrare un’utopia, noi inventori di racconti, che crediamo a tutto, ci sentiamo in diritto di credere che non sia troppo tardi per iniziare a creare l’utopia contraria. Una nuova e impetuosa utopia della vita, in cui nessuno possa decidere per gli altri perfino sul modo di morire, dove sia davvero reale l’amore e sia possibile la felicità, e dove le stirpi condannate a cent’anni di solitudine abbiano, finalmente e per sempre, una seconda opportunità sulla Terra ...

 

 

 

 

 

CENT'ANNI DI SOLITUDINE - Cien años de soledad -  50 MILIONI DI COPIE IN  25 LINGUE

la casa editrice Sudamericana di Buenos Aires concluse la stampa della prima edizione di Cent'anni di solitudine, il romanzo di Gabriel Garcia Marquez che avrebbe cambiato la storia della letteratura del secolo XX e avrebbe portato lo scrittore colombiano fino al riconoscimento del Premio Nobel.

ansa 2017

.

.  Il colonnello Aureliano Buendìa grattò per parecchie ore, cercando di romperla, la dura crosta della sua solitudine.

 

Non immaginava che era più facile cominciare una guerra che finirla

... 

A person doesn't die when he should but when he can .   

Una persona non muore quando dovrebbe ma quando può .

 ...

Many years later, as he faced the firing squad, Colonel Aureliano Buendía was to remember that distant afternoon when his father took him to discover ice .

Molti anni dopo di fronte al plotone di esecuzione il colonnello Aureliano Buendía si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio.

Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate bianche ed enormi come uova preistoriche. Il mondo era così recente che molte cose erano prive di nome e per citarle bisognava indicarle col dito.

incipit

... una volta in cui questi spiegava con molti dettagli il meccanismo dell’amore, lo interruppe per chiedergli :
- Che cosa si sente?
Josè Arcadìo gli diede una risposta immediata:
- È come una scossa di terremoto

.

La vita le si esauriva nel ricamo del sudario.     Si sarebbe detto che ricamava durante il giorno per disfare il lavoro di notte, e non con la speranza di sconfiggere in quel modo la solitudine, ma tutto al contrario, per sostenerla  .

.

Nel sogno si ricordò di aver sognato la stessa cosa la notte prima e molte altre notti degli ultimi anni, e seppe che l'immagine gli si era cancellata dalla memoria quando si era svegliato, perché quel sogno ricorrente aveva la virtù di non poter esser ricordato se non dentro il sogno stesso.

.

In realtà non gli importava la morte ma la vita, e per questo la sensazione che provò quando pronunciarono la sentenza non fu una sensazione di paura ma di nostalgia.

.

Passò sei ore a esaminare le cose, cercando di trovare una differenza con l’aspetto che avevano avuto il giorno precedente,  affannandosi a scoprire qualche cambiamento che rivelasse il trascorrere del tempo .

.

Furono due amanti felici tra la folla, e giunsero perfino a sospettare che l’amore potesse essere un sentimento più calmo e profondo della felicità smisurata ma momentanea delle loro notti segrete .

.

Fece allora un ultimo sforzo per cercare nel suo cuore il luogo dove gli si erano putrefatti gli affetti, e non poté trovarlo .

.

Lei lo lasciò finire, grattandogli la testa con i polpastrelli delle dita, e senza che lui le avesse rivelato che stava piangendo d’amore, lei riconobbe immediatamente il pianto più antico della storia dell’uomo.

- Arcadio l'aveva vista molte volte, dietro il banco della botteguccia di viveri dei suoi genitori, e non si era mai accorto di lei, perché aveva la rara virtù di non esistere completamente se non nel momento opportuno.

I morti non tornano. Il fatto è che non sopportiamo il peso della coscienza .
Nel mondo stanno accadendo cose incredibili. A portata di mano, sull’altra riva del fiume, c’è ogni sorta di apparecchiatura magica, e noi continuiamo a vivere come gli asini.

Allora si affidò a quella mano, e in un terribile stato di spossatezza si lasciò portare in un luogo senza forma dove lo svestirono e lo sballottarono come un sacco di patate e lo girarono per il diritto e per il rovescio, in una oscurità insondabile nella quale le braccia gli erano di troppo, dove non si sentiva più odore di donna, ma di ammoniaca, e dove cercava di ricordarsi il viso di lei e si trovava davanti il viso di Ursula, confusamente cosciente che stava facendo qualcosa che da molto tempo desiderava si potesse fare, ma che non si era mai immaginato che in realtà si potesse fare, senza sapere come lo stava facendo perchè non sapeva dove erano i piedi e dove la testa, nè i piedi di chi nè la testa di chi, e sentendo di non poter sopportare oltre il fruscio glaciale delle sue reni e l’aria delle sue viscere, e la paura, e l’ansia stupefatta di fuggire e nello stesso tempo di rimanere per sempre in quel silenzio esasperato e in quella solitudine spaventosa.

-  la casa si riempì di amore. Aureliano lo espresse in versi senza principio e senza fine. Li scriveva sulle ruvide pergamene che gli regalava Melquíades, sui muri del bagno, sulla pelle delle braccia, e in tutti i versi Remedios appariva trasfigurata: Remedios nell’atmosfera soporifera delle due del pomeriggio, Remedios nella taciturna respirazione delle rose, Remedios nella clessidra segreta dei tarli, Remedios nel vapore del pane all’alba, Remedios dappertutto e Remedios per sempre.

- Erano legati fino alla morte da un vincolo più solido dell'amore: un comune rimorso di coscienza.

fb/ggm

Gabriel Garcia Marquez mette piede per la prima volta a Pechino nel 1990

e rimane letteralmente sconvolto dal mercato pirata dei suoi libri venduti per pochi yuan sulle bancarelle degli ambulanti. Per il grande Gabo non è una novità. Nel maggio del 1993 un giudice di Bogotà assolse una casa editrice accusata di aver pubblicato 400 mila copie pirata dei suoi libri. Quando lasciò la Cina giurò che a questa patria di pirati e di sanguisughe non avrebbe mai permesso l'acquisizione dei diritti di una sua opera neanche centocinquanta anni dopo la sua morte.
Ma i cinesi, si sa, sono di una pazienza olimpica e adorano Gabo più del riso. Secondo un sondaggio del quotidiano "Zhonghua Dushu Bao" "Cent'anni di solitudine" è tra tutte le opere letterarie del XX secolo quella che più di ogni altra ha influenzato gli scrittori cinesi. Così la patria dei pirati ha cercato di ricucire lo strappo con Gabo, smussando il rancore del Nobel colombiano e negoziando le richieste astronomiche del suo agente, Carmen Balcells.

lorenzo cairoli - www3lastampa.it - 2012

marathon reading of '100 Years of Solitude' - Penn State College - university park - pa
"One Hundred Years of Solitude" is a widely beloved and acclaimed novel that chronicles the rise and fall of the mythical town of Macondo through the history of the Buendia family and the tragicomedy of humankind.
Pizza and breakfast will be provided by event sponsors.

news.psu.edu - 2013

Il suo cuore di cenere compressa che aveva resistito senza vacillare ai colpi più pungenti della realtà quotidiana crollò ai primi assalti della nostalgia .    La necessità di sentirsi triste si andava trasformando in lei in un vizio  mano a mano che la devastavano gli anni .   Si umanizzò alla solitudine .
fb - 2013

.

ripubblicato dopo la morte dell'autore è al secondo posto nella lista dei libri piu venduti in messico. 2014

.

E' un libro che ho goduto molto  - papa francesco

E' stato lo stesso papa Francesco a rivelare di essere un lettore attento di Gabriel Garcia Marquez ricevendo  in dono dal presidente della Repubblica della Colombia Juan Manuel Santos Calderon una speciale e preziosa incisione artistica del libro ''Cent'anni di solitudine''.

lastampa.it  -  maggio 2013

.

MARQUEZ ? un bluff
luogo comune considerare Cent’anni di solitudine un capolavoro.
Ciò mi sembra semplicemente ridicolo. Si tratta del romanzo di uno scenografo o di un costumista, scritto con grande vitalità e spreco di tradizionale manierismo barocco latino-americano, quasi ad uso di una grande casa cinematografica americana se ne esistessero ancora. I personaggi sono tutti dei meccanismi inventati talvolta con splendida bravura da uno sceneggiatore: hanno tutti i tic demagogici destinati al successo spettacolare ...Márquez è indubbiamente un affascinante burlone, tanto è vero che gli sciocchi ci sono tutti cascati .

Pier Paolo pasolini  - descrizioni di descrizioni 1979 - pag 127-128

.

interview
what about the solitude of the writer? Is this different?
It has a lot to do with the solitude of power. The writer’s very attempt to portray reality often leads him to a distorted view of it. In trying to transpose reality he can end up losing contact with it, in an ivory tower, as they say. Journalism is a very good guard against that. That’s why I have always tried to keep on doing journalism, because it keeps me in contact with the real world, particularly political journalism and politics. The solitude that threatened me after One Hundred Years of Solitude wasn’t the solitude of the writer; it was the solitude of fame, which resembles the solitude of power much more. My friends defended me from that one, my friends who are always there.
...
are there any projects now underway you can discuss?
I’m absolutely convinced that I’m going to write the greatest book of my life, but I don’t know which one it will be or when. When I feel something like this—which I have been feeling now for a while—I stay very quiet, so that if it passes by I can capture it.
peter h. stone - theparisreview.org

.

LETTERA INEDITA DI GABO

Sto lavorando, in effetti, al mio quinto libro: Cent’anni di solitudine . È un romanzo molto lungo e molto complesso nel quale ho riposto le mie migliori speranze. Secondo i miei calcoli, gli originali avranno circa 700 cartelle, delle quali ne ho pronte 400. Nonostante le difficoltà in cui lavoro a questo libro che ho progettato per 15 anni, sto sforzandomi di finirlo al più tardi a marzo.

lettera pubblicata per intero da larepubblica.it - 18.4.2014

.

rubata   E RITROVATA la prima edizione 1967 durante fiera del libro di Bogotà

Lo riferisce la polizia colombiana. Il libro era stato sottratto da una teca chiusa a chiave ... Si tratta di una delle ottomila copie pubblicate nel 1967 dalla casa editrice argentina Sudamericana. Una copia autografata dall'autore, come quella rubata a Bogotà, è quotata su internet fino a 23 mila dollari.
ansa - 2015

.

UNA PIAZZA ITALIANA IN SUO ONORE

La prima piazza al mondo dedicata allo scrittore colombiano nel paese sardo dei Centenari, Perdasdefogu, entrato del Guinness dei primati per la famiglia più longeva al mondo. La piazza verrà chiamata "Cent'anni di solitudine", con la data e il luogo di nascita e di morte di uno degli scrittori più amati e popolari del Novecento.

ansa - 2015

.

Márquez's collection of signed books  goes to the Ransom Center in Texas
The collection, includes books given to García Márquez from at least five fellow winners of the Nobel Prize in literature — Toni Morrison,   Orhan Pamuk,   Pablo Neruda, Mario Vargas Llosa and Nadine Gordimer, as well as political leaders Castro and Clinton. Clinton’s book is his memoir “My Life” — he gave García Márquez the Spanish version, “Mi Vida.” Castro, who died Nov. 25, was a longtime friend of García Márquez, and wrote a long note in the front his 2010 book "La victoria estratégica: Por todos los caminos de la Sierra,” with the salutation, “fraternalmente” — fraternally.
michael schaub
- latimes.com  -  2016

 

tell him - the colonel said - smiling

that a person doesn’t die when he should but when he can

...

Se un giorno avrai voglia di piangere chiamami
non prometto di farti ridere ma potrò piangere con te …
Se un giorno riuscirai a fuggire, non esitare a chiamarmi
non prometto di chiederti di rimanere, ma potrò fuggire con te …
Se un giorno non avrai voglia di parlare con nessuno, chiamami
staremo in silenzio …
Ma se un giorno mi chiamerai e non risponderò, vieni correndo da me
perché di certo avrò bisogno di te !

...

There is always something left to love

100 years of solitude 

 

 

***

fisarmonica

Non so cos’abbia di tanto comunicativo la fisarmonica che quando la sentiamo ci si stringe il cuore.
Le chiedo scusa, signor lettore, per questo inizio da gregueria. Non mi era possibile cominciare altrimenti un pezzo che potrebbe avere l’ovvio titolo di “Vita e passione di uno strumento musicale”.
Io personalmente, farei innalzare una statua a questo mantice nostalgico, amaramente umano, che tanto ha dell’animale triste. Nulla so di concreto della sua origine, della sua lunga traiettoria zingaresca, della sua irrevocabile vocazione di vagabondo.
Probabilmente ci sarà chi tenterà di salire lungo l’albero inutile di una complicata genealogia musicale fino a trovare, in non so quale ignoto punto della storia, il primo uomo che un bel mattino si svegliò con il bisogno impellente di inventare la fisarmonica. A noi, signor lettore, nulla di tutto questo interessa.
Dobbiamo rassegnarci a credere che - come tutti i vagabondi degni di questo nome - tale strumento si sia presentato dinanzi ai nostri occhi stupefatti senza certificati di nascita e buona condotta.
Ha avuto - questo è indubbio - un’adolescenza dissipata, oscura, fitta di albe turbolente. I suoi migliori anni si sono dipanati nell’angolo anonimo, greve di vapori, di una taverna tedesca. […] Così, con questa implacabile lezione di umanità, ha continuato a cullare la febbre delle periferie, dispiegando il suo ventre in tutti i porti come qualsiasi INCORREGGIBILE marinaio. Il valzer francese è passato per i suoi polmoni dicendo quel carico di tristezza, quell’irreparabile malinconia che riempiva di stelle gli occhi delle Mignon e della Margot.
La fisarmonica è sempre stata, come la nostra gaita, uno strumento proletario. Gli argentini hanno voluto imporle rango da salotto ma lei, nottambula inveterata, ha cambiato nome ed ha abbandonato i figli bastardi. Il frac non si confaceva alla sua dignità di vagabonda convinta. Ed è così. La fisarmonica legittima, autentica, è questa che ha preso la nazionalità fra noi, nella vallata del Rio Magdalena. Si è incorporata agli elementi del folklore nazionale accanto alla gaitas, al millos ed ai tamburi della costa. Accanto ai chitarrini di Boyaca Tiolima, Antioquia.
Qui la vediamo fra le mani dei giullari che vanno qua e là recando il loro caloroso messaggio di poesia. Qui indossa il suo vecchio abito da marinaio senza rotta. Poiché so che non le mancano nemici, ho voluto scrivere questo pezzo che ha un inizio e avrà una fine da gregueria.
Ascolti la fisarmonica, amico lettore, e vedrà con quale dolente nostalgia le si stringerà il cuore.

scritti costieri 1948-1952

 

 

 

cronaca di una morte annunciata
Santiago deve morire e morirà! Tutto il paese conosce l'epilogo. Nessuno fa niente, o meglio, come in un incubo, sembra che le circostanze e l'ambiente rallentino e impediscano agli abitanti del piccolo paese di agire. Si ha la sensazione che l'ottundimento generale sia decretato da un fato inesorabile e crudele. Santiago ha peccato; ha ripudiato la sua donna, e i fratelli cancelleranno con il sangue l'affronto. Questo è scritto nel destino di Santiago.

thanatos.it

Gabriel García Márquez wins 17-year legal fight over murder classic
Colombian court rules against man who claimed author used his life story for main character in Chronicle of a Death Foretold

guardian.co.uk - 2011

On the morning that they were going to kill him, Santiago Nasar got up at five-thirty in the morning to wait for the boat bishop was coming on.
A man returns to the town where a baffling murder took place 27 years earlier, determined to get to the bottom of the story. Just hours after marrying the beautiful Angela Vicario, everyone agrees, Bayardo San Roman returned his bride in disgrace to her parents. Her distraught family forced her to name her first lover; and her twin brothers announced their intention to murder Santiago Nasar for dishonoring their sister. Yet if everyone knew the murder was going to happen, why did no one intervene to stop it? The more that is learned, the less is understood, and as the story races to its inexplicable conclusion, an entire society--not just a pair of murderers—is put on trial.

fb/ggm

When I wake up - he said - remind me that I'm going to marry her.

...

She would go to sleep only once and that would be to die.

...

He always considered death an unavoidable professional hazard .
fb/ggm   -  chronicle of a death foretold  -  1981

Orhan Pamuk said he is closely watching the  developments in Egypt likening the coup led by Abdel Fattah al-Sisi to Gabriel García Márquez's famous novel Chronicle of a Death Foretold.
Marquez's 1981 novel recounts the murder of a man in Columbia and particularly focuses on its onlooking characters' feeling of guilt over the incident.

middleeastmonitor.com - 2013

  

Non è vero che le persone smettono di inseguire i sogni perché invecchiano

diventano vecchi perché smettono d’inseguire sogni

 

 

 

 

marquez intervista pablo neruda - https://youtu.be/1520QZIclmI

.

 

 

 

 

PAGINA   1  -   1a   -  2   -  2A  

 

 

altri autori                  home

 


PRIVACY