POESIAPOESIAPOESIAPOESIAPOESIA

 

GRAFFITI STREET ART

 

    1 NOF            2  2a  2b  2c  3  4  5  6  GRAFFITI STENCIL WALLS LIGHT  -   STREET ART  -    NEWS  & ALTRO 

 

MURI PULITI  POPOLI MUTI

 

 

i graffiti della poesia

Franco Vaccari ha esordito in campo artistico come poeta visivo.

Particolarmente significativi della sua successiva evoluzione sono il titolo

di un suo libro del 1966 Le tracce e l'uso che in esso fa della fotografia per presentare

i graffiti come poesia anonima, poesia trovata

www.parol.it/articles/vaccari.htm

Giancarlo

Pavanello
poesia figurata e graffiti

 graffiti non è un crimine
è una legge di natura
vale oggi come allora
come all'era della pietra
graffiti è una parola
manda indietro la memoria
a un uomo a una caverna
a caccia di una preda
raccontano la storia
non detta letta o scritta
i segni sono solo quello che resta
fino ai nostri giorni
tracce di antichi sogni

00199 - assalti frontali

   graffiti E COMUNICAZIONE urbanA  

 

 

Il muro è la carta della canaglia

 SCRITTE MURALI A ROMA

www.asromaultras.org/scritte.html   

 

 

La Street Art vince in tribunale
Non chiamatelo imbrattamento -  Dopo un processo durato tre anni -  per festeggiare l’assoluzione -  imputato - Manu Invisible - e avvocato - Frode - entrambi street artist -  mettono su muro la loro esperienza. Un  processo al colore  conclusosi con il riconoscimento -  per la prima volta in Italia - del valore artistico del pezzo incriminato e del suo autore.

Ti hanno denunciato e assegnato un avvocato di ufficio…
Manu Invisible
Dell’avvocato non mi fidavo e ho chiamato subito Frode, che non solo è uno street artist come me, ma anche avvocato, specializzato in materia. Avevamo già dipinto dei muri assieme.   C’è stima reciproca.  Così…
Frode
Quando mi ha chiamato, Manu Invisible era stato denunciato per reato di imbrattamento, cosa di cui come legale mi occupo abitualmente. E che come street artist mi interessa, soprattutto da quando dal 2009 il processo non scatta più solo quando imbratti una superficie di valore artistico o in centro, ma sempre. Soprattutto a Milano…

www.frodestyle.com   -   www.manuinvisible.com/it
alessia di giovanni - artribune.com - http://youtu.be/yE2-10F6GnI 

*

DAL 2014 - roma - rimini - modena   tra le citta che  deliberano di mettere a disposizione degli artisti

alcuni  muri  - cosi da non venir definiti  ' vandali '

*

STREET ART IN ITALIA

Uno dei dati storici è la mostra Arte di frontiera. New York Graffiti che inaugurò il 17 marzo del 1984 all’allora Galleria d’Arte Moderna di Bologna CHE  rimane un punto cardine ...
Alla seconda metà degli Anni Ottanta arriva Hip Hop Culture in alcuni capoluoghi italiani come Milano, Roma e Bologna, luoghi da cui avrebbe avuto origine la diffusione capillare ...
Negli Anni Novanta il fenomeno graffiti inizia ad assumere connotati sempre più definiti ... quello che oggi usiamo chiamare Street Art in Italia – e non solo – trova le sue radici in un amalgama che la vulgata critico-accademica ha chiamato Graffitismo ... perché la maggioranza ha iniziato come writer ... Non a caso alcune pratiche vengono etichettate con l’appellativo di post-graffiti.
Gli Anni Zero hanno decretato la fortuna della Street Art ... Da questo punto di vista l’Italia è tra i Paesi con la più alta densità di attività nel settore ... Icone a Modena dal 2002 tra i primi e più longevi - il Fame Festival di Grottaglie Taranto - Elementi Sotterranei Gemona del Friuli Udine - Draw the Line Campobasso.
Outdoor a Roma e PicTurin a Torino sanciscono il passaggio verso la concezione di interventi forti e programmati nel paesaggio urbano, capaci di connotare anche il dibattito sulla cosiddetta Arte Pubblica ...

claudio musso - artribune.com

*segue pagina 6  *

*

zed1

pseudonimo di marco burresi   -   come nascono le opere?
In tre diversi modi. Se il muro che mi aspetta è vasto e quindi il disegno che andrò a realizzare è complesso, utilizzo una bozza, se approdo a un festival dove posso divertirmi improvviso e se ho già un’idea più o meno precisa in testa utilizzo uno schizzo non definitivo che sul muro realizzo pian piano. Per il muro di Ravenna ho preparato una bozza indicativa.
com’è la vita di un artista di street art?
Sicuramente si viaggia molto, soprattutto d’estate. Posso dire di vivere liberamente alla giornata.
fabrizio cilindro - ravennaedintorni.it

.

HANKSY

For those who have never heard of Hanksy, explain what you do.
I started out taking the iconic works of the British artist Banksy and adorning them with the mug of Academy Award winner Tom Hanks. I coined it Hanksy; it’s just kind of a play on words. I’ve since moved on to utilizing other pop-culture figures and carrying on with the word play. I take those images and put them up on the street, both legally and illegally.
sarah theeboom - timeout.com

.

BLU

invitato alla Tate Modern di Londra
Solo in Italia i graffiti sono considerati atti vandalici.

Capisco che certe firme insulse sui muri non abbiano senso. Capisco che scrivere W Milan o Abbasso Berlusconi non sia propriamente arte.

Ma quando si cancella tutto, spariscono anche le opere di valore.

E poi cos’è peggio? Un muro colorato o il cemento grigio di certe periferie...», dice lui che sui muri grigi da dieci anni fa spuntare un arcobaleno di colori...

lastampa.it

.

PAOLO CASALIS
...invidio Banksy, ma non per la fama o la ricchezza, ma per aver fatto tutto ciò che ha fatto...E poi...in una città ingessata e "borghese" come Londra, pensare quanto è riuscito a produrre è veramente sorprendente!
paolocasalis.it      artsblog.it

.

-sten-
La ricerca delle immagini che riproduco attraverso lo stencil è solitamente molto lunga, è una ricerca estetica ed espressiva. In questo momento i miei personaggi sono anonimi ed alcuni di questi sono persone che conosco. Non saprei spiegare che messaggio c’è dietro ogni stencil che faccio, il messaggio lo dà l’osservatore, non voglio introdurre linee guide all’interpretazione...
Nessuno mi chiede mai per strada se io sono sten, molti conoscono i miei lavori ma nessuno sa chi sono. Io sono -sten- e vivo sui palazzi.

artsblog.it

.

CLET

cosa fai nella vita?
Nella vita lavoro molto, ho costruito il mio “mestiere” sulla conoscenza del disegno, inteso come strumento universale di espressione del pensiero. Di conseguenza, cerco di avere dei pensieri validi e di esprimerli al meglio. Una buona parte del mio tempo si trascorre nel mio studio di Firenze, aperto sulla strada e quindi al pubblico. Vivo come artista da una decina d’anni ma prima ho fatto anche il falegname per più di 12 anni, il barista per pagarmi gli studi, il muratore, l’insegnante di vela e altro .
giorgia - food4brain.it -    www.facebook.com/pages/CLET

La pollution visuelle en ville est telle qu'on ne prête plus attention aux panneaux de signalisation. En revanche, vos interventions sur ces panneaux attirent les regards et leur redonnent de l'importance; nous aimerions vous inviter à présenter votre travail auprès de collégiens parisiens afin de revaloriser l'éducation au code de la route.
Préfecture de police de Paris - fb/clet

.

BOL

oltre alla firma scrivi anche l’indirizzo di un sito di street art. Come vedi internet e come lo utilizzi? La street art può vivere anche su muri virtuali?
    www.23recordz.net       è l’indirizzo del sito della mia crew (gruppo di amici e writers) con la quale dipingo e che è composta da 5 persone le cui firme sono KEMH SNOOPY ROY BOL e SLOT.

Internet è il mezzo virtuale che permette il contatto, l’incontro la scoperta.

Ho un indirizzo www.myspace.com/bol23 e lo utilizzo proprio per questo.
margherita - artsblog.it

.

6emeia
Come viene vista la street art in Brasile oggi?
Oggi ci sono due tipi diversi di street art, una è la vera street art, la gente che dipinge per strada. La seconda è quella rappresentata dai ragazzi che vogliono dipingere la loro street art in una galleria. Le cose in Brasile alle volte sono molto strane.
artsblog.it  - 6emeia.com

.

bros -  Siamo artisti di strada non vandali
Daniele Nicolosi, in arte Bros, è il più famoso graffitario di Milano. Il "re", come viene definito. E' uno studente di 27 anni. Il tema sempre presente nelle sue opere è quello della casa. Una casa appoggiata ad una nuvola, su di un simbolo di pace vicino alla Triennale a Milano ...

Il dibattito che va avanti da tempo è se il writers è un vandalo o un artista. Tu come ti definisci?
"Un artista di strada, che si appropria di spazi non suoi. E' proprio questa la svolta artistica, l'innovazione. E' qualcosa che nell'arte passata non si è mai visto. Mi sarebbe piaciuta semmai una legge sull'approvazione degli spazi e non una legge contro i writers"....
però ha un fan d'eccezione. Vittorio Sgarbi... e chi l'avrebbe mai detto. L'ha definita un artista.
"Sgarbi ha preso le mie difese in diverse occasioni. Mi ha paragonato a Giotto. Apprezza il mio lavoro come quello di tutti i graffitari". ...
affaritaliani.it

.

ETHOS   STREET ART BIANCO & NERO

"Ethos" in greco originariamente significava "il posto da vivere", ma anche "teoria del vivere". Cosa l'ha spinta a scegliere questa tag? Può raccontarci la sua storia ?
Ethos: Quando iniziai a dipingere scelsi questa tag perché studiavo ed ero un amante della filosofia, l'unica materia, a parte il disegno, nella quale a scuola raggiungevo ottimi risultati. Il termine "Ethos" ha molteplici significati, non ho mai incontrato una traduzione che mi sia dispiaciuta.
la street art sta conoscendo una fase di grande fervore internazionale; secondo lei quale ne è l'elemento di forza?
Ethos: Penso che la forza maggiore della street art stia nel fatto che riesce a ridare al pubblico, al comune cittadino, uno spazio che gli è stato rubato inconsciamente dal marketing delle grandi compagnie. Si dovrebbe investire nella street art come forma di recupero urbano. Oggi c'è una grande attenzione delle gallerie verso di essa, ma deve essere preservato e mantenuto il concetto puro e libero di questo tipo di arte: un'arte libera e gratuita senza pretese, altrimenti si corre il rischio di istituzionalizzarla e di addomesticarla.
mauro de clemente - rivistaonline.com

.

PAO

rispetto a qualche anno fa, quando anche grazie a Sgarbi si parlava molto di street-art, come valuti lo stato attuale del fenomeno qui a Milano ?
E’ evidente che la situazione è mutata, in quel periodo la Street art a Milano ha goduto di un esposizione mediatica enorme, dovuta al riconoscimento del fenomeno a livello mondiale e alla presenza di una figura fuori dagli schemi come Sgarbi in giunta Comunale. La mostra al Pac ha rappresentato un crocevia, aprendo le porte dei salotti buoni, ma dopo quella “abbuffata” la situazione sta trovando un equilibrio. Alcuni “Street artisti” hanno colto l’occasione per diventare pittori tradizionali, altri hanno esaurito la spinta creativa. in pochi stanno portando avanti un discorso artistico valido

02blog.it - artsblog.it  +  intervista da ganzomag .pdf

.

SONDA
Cristian Sonda è uno degli street artist italiani più apprezzati. Il primo storico passo, fu la mostra “street art sweet art”. Poi è arrivato il sistema dell’arte con galleristi e curatori al seguito, che subodoravano affari. L’arte di strada si trasforma in arte da salotto, perché in tutta Italia i wrtiters-modificati, subodorano denaro loro stessi, e passano dal muro alla tela.
quanto e perché conta nel writing il fattore illegalità?
Il fattore illegalità’ per quel che mi riguarda è necessità di avere degli spazi dignitosi per disegnare, gli spazi non vengono concessi, la conseguenza è l’illegalità.
Evidente che ogni street artist o writer, ha delle proprie motivazioni, dall’evadere dalla noia, all’affermarsi, entrano in gioco molte emozioni e motivazioni, difficile analizzarle tutte, sopratutto non vorrei cadere in analisi psicologiche da due lire.
Una cosa e’ certa, il muro ti permette visibilità’ indiscussa, se non ci fosse stata l’illegalità del movimento, non ci sarebbe stato ne il writing prima, ne la street art poi.

ciao cristian, prima di iniziare, ti va ti dirci da cosa deriva il nome “Sonda”?
Sono stato rapito dagli alieni, volevo raccontare tutto a “Voyager”, ma i servizi segreti di Mediaset, assoggettati all’auditel implacabile di “Misteri”, mi hanno minacciato ed intimato a più riprese, ripetendomi che non era un disco volante, ma una sonda meteo… solo una sonda meteo … solo una sonda meteo. Non ho mai creduto alla loro versione. Da allora per ribellarmi alla grande cospirazione dei rettiliani che governano le tv, giornali, assicurazioni, finanziarie bancarie, squadre di calcio, maggioranza di governo , firmo Cristian UFO.
net1.news.org

.

ozmo  -  pagina 2
hai qualche consiglio da dare ai lettori di Urbantrash Graffiti e ai giovani che hanno appena iniziato a dipingere?
Guardiamoci intorno  .   rispettate chi vi sta accanto e mettetevi in discussione per migliorare sempre.
Il vero lavoro viene sempre riconosciuto. Ci sono troppe realtà frammentate che continuano avere un atteggiamento chiuso, non si riconoscono reciprocamente e sprecano molta energia a negare l’altrui esistenza invece di costruire assieme una scena che rappresenti veramente qualcosa che dispieghi un potenziale alto.

urbantrash.net

la fantasia è il collante invisibile che lega tutto. Gli elementi X per i quali attingo dalla tradizione non necessariamente artistica, sono cose che preesistono indipendentemente dai miei disegni, che incontro nella vita di tutti i giorni e poi anche nella pratica artistica. Alla base però c’è la fascinazione per le immagini, è un qualcosa che subisco sin da bambino ed è l’attitudine che muove tutto.
Per alcuni anni ho anche smesso di disegnare a mente, nel senso che il fatto di poter
attingere non solo dalla mia fantasia ma anche da immagini esterne è stata un’idea che mi ha dato un sacco di spunti e mi ha permesso di agire in maniera abbastanza neutra … un po’ come se le figure che copiavo fossero dei ready made. E poi c’era anche l’aspetto del furto, ossia di appropriarsi indirettamente prima di tutto degli spazi urbani e poi anche delle fonti, riprendere dei quadri famosi …

tommaso sorgentone - darlin.it

da dove deriva il tuo soprannome?
É un acronimo, significa molte cose diverse. In realtà, principalmente ho scelto questo nome perché mi piacevano le le due ‘O’ all’inizio e alla fine, che negli anni Novanta - quando facevo writing e graffiti-, sostituivo con degli elementi figurativi, dei puppets…
quali sono gli artisti da cui hai tratto più ispirazione per la tua arte?
Leonardo da Vinci, Alejandro Jodorowsky e Giuseppe Scalarini.
qhe consigli daresti a un giovane che vorrebbe intraprendere il tuo ‘mestiere’?
Di usare il 33% di testa, il 33% di cuore e il 33% di mani.

Gionata Gesi nasce 40 anni fa a Pontedera, in provincia di Pisa. Dopo una formazione all'Accademia di Belle Arti di Firenze e un breve esordio nel mondo del fumetto, Gionata si concentra sulla sue vere passioni, la pittura e il writing. Gionata nel 2001 si trasferisce a Milano, dove vive tuttora, e diventa 'Ozmo', il suo nome d'arte con il quale è famoso tra gli appassionati di tutto il mondo.
michele alinovi . vocidimilano.it - 2015

.

Lodovico Minelli   -  a.k.a. Lodo
esperto di arte contemporanea d'avanguardia, curatore assieme a Vittorio Sgarbi del catalogo Street Art. Dai graffiti alla pittura (Torcular, 2007) e fondatore del progetto associativo Italian Street Art (I.s.a.). Ultimo evento con il marchio I.s.a. la mostra Street Art: Dai Graffiti alla Pittura - Muralia che sarà possibile visitare fino al prossimo 15 marzo a Benevento, presso il Palazzo Paolo V.

cosa rappresenta per lei la street art e chi oggi la incarna nel migliore dei modi?
La street art rappresenta una nuova forza creativa, un disordine illuminato che porta nuova vita e freschezza sul panorama dell'arte contemporanea. Per via della sua natura di vivacità e democraticità, i suoi esponenti validi sono centinaia e bisognerebbe scrivere un'enciclopedia per censirli tutti. Posso usare alcune cartucce sicure su alcuni esponenti che sono 'già arrivati': l'inglese Banksy, lo statunitense Obey Giant, la francese Fafi, mentre per l'Italia Blu, Rae Martini, Pho, Etnik e tanti altri che non cito per non svelare le sorprese del prossimo futuro.
mauro de clemente - rivistaonline.com

.

ALICE PASQUINI - ALICE'

Pasquini è critica con quella che definisce “la gallerizzazione” della street art.

Un’arte nata come avanguardia, come sistema spontaneo che si sottrae ai meccanismi del mercato, si sta trasformando. Negli ultimi tempi curatori e collezionisti hanno capito che c’è un grosso margine di guadagno con la street art, dice Pasquini, e per questo hanno cominciato a investire su questo settore.
internazionale.it

italiana esponente femminile della Street Art .  illustratrice, disegnatrice e pittrice non rinuncia al suo impulso: dipingere in strada e dialogare con l’ambiente circostante. temi ricorrenti sono i sentimenti umani e figure femminili. particolarmente interessata a rappresentarle nell’arte in contrasto con l’immagine standard della donna come oggetto sessuale.

arte.rai.it

is there a specific thought or message you would like to pass to our audience out there?
More than anything else that it’s increasingly necessary, in a world dominated by cynicism, that I take interest in the small human moments that are universal among us. These are concepts that don’t change with time and that don’t change over long distances, even from Moscow to Sydney.
I try to show everyday moments, which for me represent the real magic of life. I really think that life’s joy resides in the way in which we live every single moment. For example, a casual encounter with a piece of street art can become, for the observer, an intimate and surprising experience.
isupportstreetart.com - 2017
where do you prefer to spend most of your time, other than the studio?
A bar with outdoor seating or a terrace so I can watch people
propa-stuff.com
La creatività è l’unico modo di trovare noi stessi
qual è il tuo consiglio per gli appassionati di street art?
Trovare il proprio stile, perchè diventa un 'segno'  riconoscibile anche senza una firma. Questo è un mestiere che scegli perché non hai alternative e avverti l’ 'urgenza' di esprimerti, quello che posso dire è 'non mollare mai'.   Credo sia un concetto di ricerca del sé e di accettazione della propria vocazione di artista che viene ben descritto nel libro 'Lettere a un giovane poeta'  di Rainer Maria Rilke, che ho letto e mi ha fatto molto riflettere.
barbara palladino - trendvisions.lancia.it - 2018
www.skin-artists.com/interview-with-alice-pasquini.htm       

http://vimeo.com/84250574

www.streetartutopia.com/?p=15345

.

C215 - CHRISTIAN GUEMY

I interviewed Alice Pasquini last month, and she said that she painted with you before she went on her own. She also said that you taught her stencil techniques.    How was it working with her?
No idea about what to say about her.

streetartunitedstates.com
www.flickr.com/photos/c215/show   -   www.facebook.com/pages/C215/151888344535

.

Truly Design

compie 10 anni il collettivo torinese formato da 4 artisti
Un viaggio nella street art che dura da 10 anni. Come si è evoluto il vostro percorso da guerriglieri dell’arte e come siete riusciti a fare evolvere le forme più tradizionali di comunicazione applicando la vostra tecnica?
Nasciamo tutti con una grande passione per l’arte e il disegno, che in adolescenza abbiamo applicato al mondo dei graffiti. Da lì l’evoluzione delle nostre ricerche artistiche e professionali personali ha inevitabilmente portato a oltrepassare gli stretti confini del graffiti writing, arrivando a dare forma a linguaggi e tecniche ibridi, contenenti influenze provenienti dalla grafica, dall’illustrazione e dalla pittura classica oltre che dalla street art.
Ci siamo resi conto che, a livello lavorativo, combinare una creatività di tipo artistico a una professionalità tecnica e commerciale ci ha infuso competenze per una larga forbice di lavori,
dalla brand identity al graffito “street” . Pur non avendo inventato nulla, lavorare per strada, coi limiti e le difficoltà del caso, ci ha insegnati a essere flessibili, veloci, comunicativi e versatili.

gabriella de stefano - ninjamarketing.it

.

P183  

muore lo zar della street art russa
Mosca come tela per i suoi graffiti.
“Banksy russo”  -  Pavel 183 in arte Pasha 183 -  il writer diventato famoso n
elle metropoli russe capace di scavalcare il muro dell’anonimato fino a diventare celebre in molte città del Paese e all’estero. Il suo tratto distintivo: arte e denuncia sociale. Il tutto impresso su ponti, mura, piazze, per lanciare un messaggio, aprire dibattiti e stimolare il dialogo.
L’artista, conosciuto anche con lo pseudonimo di P183, è rimasto sempre nell’anonimato, e ci sono notizie incerte sul suo reale nome di battesimo. Secondo quanto riportato da Lenta.ru, un utente di Twitter parlerebbe di un certo
Pasha Andropov.

Known as Pasha 183, he was only 28 years-old
One of Pasha's more famous works — Oversized
glasses with one arm made from a lamppost, the rest drawn i
n snow.
He was given the name "
Russian Banksy" by the British press. He didn't like it, because he had been producing his own w
ork for 14 years, well before he had heard of Banksy.
buzzfeed.com   -    russiaoggi.it -
www.youtube.com/watch - 2 aprile 2013

«D’estate guardo le mie scarpe, le suole. Il fango di per sé è semplice e naturale, in esso non vi è nulla di esagerato. Quando la gente saprà guardare a se stessa come al fango, e saprà scorgere nel piccolo il grande, raggiungeremo l’equilibrio. Senza di esso, senza questo equilibrio delle nostre anime, dei nostri pensieri e delle nostre azioni con il mondo che ci circonda, rischiamo di diventare un McDonalds con i menu e le porzioni preparati tutti con le stesse misure e proporzioni».
intervista a russia oggi
linkiesta.it

.

XEL

STREET ART STORY  -   www.xel-artist.it   -  http://youtu.be/3YqdR5SHCQg

.

DAN23
d’où tu viens?
Je suis né en Pologne et après avoir passe une quinzaine d’années dans le centre de la France, je suis arrivé à Strasbourg en 94.
le but de tes œuvres, des messages?
Je n’ai pas de messages en particulier, à part peut être d’apporter un peu de poésie et de réflexion sur nos sociétés qui œuvrent le plus souvent à nous renfermer plutôt que nous rassembler. Mon travail est présent pour apporter un moment de détente, une bouffée d’air dans nos vies trop rapides, comme un bon vieux morceaux de musique. D’ailleurs chacun des visages que je peins porte le nom d’une chanson que l’on peut écouter mon site ou mon Facebook.
jack typhus - blogkapoue.com
 -   www.dan23.com  -  http://vimeo.com/76791863 

.

Blek le Rat - RAT/ART -  Xavier Prou -  Parigi 1951

- I ratti sono liberi, come la mia arte -

Lo pseudonimo Blek le Rat è ispirato al personaggio di Blek Macigno, dal fumetto 'Il grande Blek'.

wikipedia

precursore  Stencil Art e uno dei fondatori del movimento Urban Art

si riconosce sotto l'etichetta di padre della street art?
Non ho inventato niente.  la street art c'era già a Pompei duemila anni fa ...
Banksy di lei ha detto: "Ogni volta che dipingoqualcosa, scopro che Blek le Rat l'aveva già fatto vent'anni fa". Cosa pensa di lui?
banksy rappresenta la nuova generazione, io sono 'old school'.    

Banksy a venticinque anni aveva già capito il sistema dell'arte, io ne ho impiegati quaranta per comprenderlo. Si dice che da ragazzino fosse un teppistello e per questo mi è ancora più simpatico, ma è dotato di talento e intelligenza fuori dal comune.
michele tavola - milano.repubblica.it -  blekmyvibe.free.fr  

http://video.repubblica.it/street-art-di-blek-le-rat-dai-ratti-alla-gioconda

.

KayOne -  Marco  Mantovani
cosa significa per te writing e street art?

Per me la parola Street non vuol dire lavorare per la strada come contesto ma come sapore. Se lavori sulla strada e porti su muro le illustrazioni elaborate a casa non è fare Street Art.   Essere street artist significa mantenere quello spirito rivoluzionario e innovativo.    Il Writing nasce per affermazione personale quando i giovani del Bronx di NY realizzavano opere per emergere e uscire dalla loro realtà e anonimato. Se invece s’interrompe questo tipo di meccanismo, per cui tutto diviene per forza legale, si perde lo spirito stesso di fare writing e street art. Queste diventano poi un’espressione di un qualsiasi artista o illustratore che prende un pennello, va per strada e fa una decorazione. Non è la stessa cosa.
artslife.com  -  Confine - Mostra personale di KayOne MIART GALLERY - Milano   -   kayone.it  - 2016

.

SOLO E DIAMOND
perché avete deciso di diventare street artist? cosa significa per voi la street art?
Solo   :     Per comodità con Street Art oggi viene intesa solo una parte del tutto, cioè i disegni sui muri, i poster. Il termine Street Art, invece, dovrebbe intendere molte più discipline. Letteralmente Street Art significa “arte di strada”, quindi dovrebbe comprendere anche il teatro di strada, la giocoleria, i madonnari che lavorano a terra con il gesso. C’è confusione a riguardo. Questa è un’arte che ha raggiunto tutti, dalla signora di 60 anni ai ragazzini di 11, anche grazie ai social network. È un’arte popolare, trasversale, però poi in realtà non tutti hanno studiato bene l’argomento. La gente se la trova sul telefonino, poi fondamentalmente ne sa poco.
Per me Street Art comprende appunto tutto, è usato male il termine. Oggi c’è molta competizione perché la Street Art parte dai graffiti, un movimento competitivo e molto individualista. Il writer di solito cerca l’autoaffermazione. Io non vivo la Street Art in questo modo. Provengo dal mondo dei fumetti e il fumetto italiano è unito, complice, gli artisti sono coesi. Si incontrano, si supportano l’un l’altro, è un bellissimo movimento. E ovviamente, vedendo che nel mio ambiente non è così, mi fa dispiacere. C’è da riconoscere che sono due movimenti diversi, con origini diverse.
Diamond   :    Mai presa questa decisione, ho iniziato a disegnare prima di iniziare a camminare.    È iniziato tutto così  !
alice tommasini - artribune.com - 2018

 

*

street art per dire no alla fame nel mondo
Hungry for art-Cesvi onlus - Taste of Milano food festival.
Bros    Pao     Felipe Cardena e Tomoko Nagao coinvolgono 150 ragazzi dai 16 ai 25 anni dei licei milanesi e dell’Accademia di Brera alternati nella realizzazione di opere d’arte    'a più mani' .

nadia galliano - sociale.corriere.it - 2014
youtube.com/watch?v=5lc-YhG_Cuk&feature=share&list=PL3Vqg2Abn40hW9OvbGF0bJRgSN63YXL72

*

 

 

>   NOF4  GRAFFITI   <

 

 

 

 

MURI PULITI  POPOLI MUTI

 

 

    1 NOF            2  2a  2b  2c  3    4  5   6  GRAFFITI STENCIL WALLS LIGHT  -   STREET ART  -    NEWS  & ALTRO 

 

 

 

POESIA SENZA FRONTIERE

ORIGINI 

MODERNA

AMERICANA

AFRICANA 

FIAMMINGA_OLANDESE

GRECA_MODERNA

INDIANA

INUIT

HAIKU

SENZA FRONTIERE   &   FEMMINILE
FUTURISMO GRAMMELOT

GRIOT

SLAM_FLUXUS_VISIVA_CONCRETA_&_ALTRO

GRAFFITI STREET ART - DA NOF4 A BANKSY & OLTRE

NOBEL  -  STORIA NEWS EVENTI LETTERARI & ALTRO

 

 

 

      home

 

 

PRIVACY